Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

intervento magnetotermico anomalo

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[11] Re: intervento magnetotermico anomalo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 6 mar 2016, 21:32

comunque... due differenziali da 30 mA possono di fatto intervenire con correnti verso massa diverse, tipicamente inferiori a 30mA.

Se ricordo bene (da altro 3d) DEVONO non scattare con corrente pari a metà (15mA) ma poi possono scattare per qualsiasi valore tra 15 e 30 mA, e DEVONO scattare con corrente pari a 30 mA.

Probabilmente il ferro ha una lieve dispersione, e il differenziale di casa tua è più sensibile e scatta
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7599
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[12] Re: intervento magnetotermico anomalo

Messaggioda Foto Utentegiannid19 » 6 mar 2016, 21:53

Prova a staccare tutti gli altri elettrodomestici e collegare solo il ferro da stiro, oramai tutti gli elettrodomestici e computer hanno il filtro antidisturbo che fuga verso terra qualche milliampere, può essere che la somma di tutte queste dispersioni sia già al limite delle soglia di intervento del tuo differenziale.
Collegando solo il ferro da stiro vedi cosa succede
Saluti
Avatar utente
Foto Utentegiannid19
300 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 30 mag 2010, 22:40

0
voti

[13] Re: intervento magnetotermico anomalo

Messaggioda Foto Utentesoltec » 6 mar 2016, 22:05

Qualcuno ha detto che spesso rovesciando la spina cambia tutto per cui questa sarebbe la prova che il guasto sta nell'utenza e non nell'impianto

Giusto, però vorrei sottolineare che qui a Roma abbiamo anche la distribuzione fase-fase 220 V e in questo caso il girare la spina non cambierebbe nulla..quindi se Foto Utentecalifoggia sei di Roma tieni presente il fatto...
Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri,mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi
Avatar utente
Foto Utentesoltec
1.199 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 9 lug 2007, 18:27
Località: Roma

0
voti

[14] Re: intervento magnetotermico anomalo

Messaggioda Foto Utentecalifoggia » 6 mar 2016, 22:09

Ho provato ad invertire le spine ma il differenziale scatta lo stesso in tutti e due i sensi.
Oltretutto ho fatto un test sul magnetotermico del mio vicino ed è scattato regolarmente.
Quindi escludo che il magnetotermico del mio vicino non funzioni a dovere.
L'ultimo dubbio che ho a questo punto è la taratura dei due magnetotermici-differenziali.
Magari uno è sensibile già a 15mA mentre l'altro a 20mA.
Può essere?

Per soltec: no non sono di Roma...grazie
Avatar utente
Foto Utentecalifoggia
0 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 5 mar 2016, 14:05

0
voti

[15] Re: intervento magnetotermico anomalo

Messaggioda Foto Utentesoltec » 6 mar 2016, 22:41

A me è capitato di misurare con apposito strumento correnti di intervento differenti per differenziali dello stesso tipo e valore, anche della stessa marca.
Il tasto di prova del differenziale non è indicativo del perfetto funzionamento.
Come ti hanno suggerito potrebbe essere una somma di dispersioni, magari stai al limite… prova ad escludere tutti gli elettrodomestici staccandogli la spina e magari apri gli altri interruttori del quadro ad eccezione di quello che alimenta la presa dove attacchi l'apparecchio.
Prova a vedere cosa fa.
O_/
Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri,mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi
Avatar utente
Foto Utentesoltec
1.199 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 9 lug 2007, 18:27
Località: Roma

0
voti

[16] Re: intervento magnetotermico anomalo

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 6 mar 2016, 22:48

califoggia ha scritto:L'ultimo dubbio che ho a questo punto è la taratura dei due magnetotermici-differenziali.
Magari uno è sensibile già a 15mA mentre l'altro a 20mA.
Può essere?

Dal punto di vista costruttivo la Norma ammette valori tra 16 mA e 30 mA, in pratica è difficile trovare interruttori che intervengano in prossimità dei citati limiti. Per quel poco che ho potuto verificare, di solito intervengono all' 80% della corrente nominale, ossia intorno ai 25 mA.
Hai fatto la prova che ti ha suggerito Foto Utentegiannid19? Dovresti staccare proprio le spine di alimentazione, non solo agire sull'eventuale interruttore bipolare che serve ad accendere/spegnere il singolo apparecchio, in quanto le dispersioni potrebbero presentarsi anche con l'apparecchio spento. Se effettuando tale prova l'inconveniente scompare, vuol dire che nell'impianto elettrico di casa ci sono delle dispersioni di piccola entità, da considerare normali se analizzate singolarmente, ma che sommate possono raggiungere un'entità tale da avvicinarsi molto alla corrente effettiva d'intervento del differenziale. In questo caso, la dispersione del ferro da stiro sarebbe la classica goccia che fa traboccare il vaso.
Tieni anche presente che i ferri da stiro a vapore sono tra gli elettrodomestici che più spesso fanno intervenire gli interruttori differenziali.
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.758 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1185
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 14 ospiti