Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

dubbi su alimentatori

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] dubbi su alimentatori

Messaggioda Foto Utentemaresama » 30 apr 2016, 20:12

Da quanto ne so io (poco) un alimentatore lineare è molto valido ma ha un grosso problema: se la differenza di tensione tra l'input e l'output è grande, la differenza ( detto in parole povere) è da dissipare e può essere di difficile attuazione se l'corrente è alto (es: 10 A)
L'ideale quindi sarebbe quello di poter modulare l'input in funzione dell' output. Se si avesse poca differenza sarebbe tutto più facile...
Fatta questa premessa, gradirei capire perché l' input non può essere regolato da un sistema tipo dimmer, con triac che mi sembra possa essere fatto anche con forti amperaggi (correnti: è meglio ;-))..
Il fatto che nessuno lo faccia mi fa capire che c è sicuramente qualcosa di errato nel mio ragionamento ma vorrei capire cosa!
Grazie
Avatar utente
Foto Utentemaresama
0 2
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 25 apr 2016, 9:01

0
voti

[2] Re: dubbi su alimentatori

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 30 apr 2016, 20:34

Il tuo ragionamento non è sbagliato, soprattutto in passato questa tecnica era sfruttata, ricordo di aver visto schemi di alimentatori professionali della Philips basati su questo principio.

Credo che l'inconveniente principale di questa tecnica sia una bassa velocità di risposta: ad esempio dopo un cortocircuito in uscita la tensione non è più in grado di salire rapidamente al valore impostato se il meccanismo di regolazione di ingresso è subordinato alla bassa frequenza della tensione di rete.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
31,5k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6076
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[3] Re: dubbi su alimentatori

Messaggioda Foto UtenteTITAN » 30 apr 2016, 21:01

il tuo ragionamento è più che logico.
l'alimentatore lineare ha il suo peggior punto di lavoro quando la tensione è minima e la corrente massima.
un modo secondo me bellissimo potrebbe essere di avere il secondario formato in vari avvolgimenti ad es. da 1 V -2V - 4V - 8V e con questi ottenere tutte le tensioni da 1 a 15 Vca con la risoluzione di 1 V commutabili manualmente tramite commutatori e o relais.
un altro modo potrebbe essere l'uso di un variac sul primario.
per quanto riguarda i triac è perché il trasformatore gradisce di più una tensione perfettamente sinusoidale.
Avatar utente
Foto UtenteTITAN
506 3 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 797
Iscritto il: 31 dic 2012, 20:22

0
voti

[4] Re: dubbi su alimentatori

Messaggioda Foto Utenteibra » 30 apr 2016, 21:23

un alimentatore lineare è molto valido ma ha un grosso problema: se la differenza di tensione tra l'input e l'output è grande, la differenza è da dissipare

Infatti nessun pazzo si sognerebbe di fare una cosa così. Però in alcuni casi lo si può fare: ad esempio gli alimentatori da laboratorio :D
Avatar utente
Foto Utenteibra
1.286 3 4 6
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 2107
Iscritto il: 15 lug 2015, 0:45


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 17 ospiti