Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

misura su un RLC in continua

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] misura su un RLC in continua

Messaggioda Foto Utenteingmarketz » 18 giu 2016, 16:05

Salve a tutti, stavo facendo una simulazione in LT-SPICE di un semplice circuito RLC che allego a questo post.
Non mi tornava il fatto per cui se applicata una tensione continua al circuito, VRLC e' zero. La tensione, a regime dovrebbe dipendere dal partitore dei due condensatori (visto che a regime sono aperti.)
poi ho pensato che dipende dalla gmin che il simulatore mette ad ogni nodo. E quindi il nodo VRLC e' portato a massa dalla gmin. Tuttavia provando in lab. il circuito ho trovato che VRLC e' >0 diciamo quasi uguale a 0.5V quando misuro la tensione con un voltmetro a cui vi e' interposto un TL072 in configurazione buffer di tensione. Mentre se misuro direttamente con il voltmetro il nodo VRLC ha tensione uguale a zero.
Devo dedurre che il motivo e' sempre legato alla resistenza al nodo VRLC? Ovvero che avendo il TL072 un impedenza di ingresso molto piu alta del voltmetro allora vale lo stesso discorso nel simulatore con la gmin?


Ho provato poi a modificare la gmin ma senza alcuna differenza nella simulazione.

Se il problema fosse la gmin qualcuno di voi sa come eliminarla? senza rischiare di perdere convergenza nella simulazione?

Aspetto delle vostre considerazioni .
Allegati
example.PNG
example.PNG (5.02 KiB) Osservato 1210 volte
Avatar utente
Foto Utenteingmarketz
155 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 23 nov 2011, 23:49

0
voti

[2] Re: misura su un RLC in continua

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 18 giu 2016, 17:18

:-) Non capisco... se è il caso fustigatemi pure (ahia ! :mrgreen: ) ma in continua con i condensatori il circuito è sempre aperto e non c'è alcuna tensione tra VRLC e riferimento :roll: ...non è che interponendo l'opamp ne misuri l'offset ?... :?
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
17,3k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12016
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[3] Re: misura su un RLC in continua

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 18 giu 2016, 17:28

I simulatori con i nodi flottanti si arrabbiano parecchio, oppure mettono le gmin.

Al posto di fare una analisi in DC, falla in transitorio e metti un generatore di tensione a gradino, dato che le tensioni continue non esistono. Forse puoi lasciare quel generatore in continua e fare una analisi in transitorio con l'opzione .uic .
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
112,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19753
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[4] Re: misura su un RLC in continua

Messaggioda Foto Utenteingmarketz » 18 giu 2016, 18:15

caro cedrone grazie per la tua risposta, ma sono un po confuso ora. Dalle mie conoscenze ti elettronica io sapevo che nel mio circuito accade questo.
In continua l'induttanza e' un corto e le capacita' sono aperti, quindi a regime non mi aspetto alcuna tensione sull resistenza , per cui cio' che mi interessa sono solo i condensatori, i quali creano un partitore capactivo tale che:

VRLC=\frac{150pF}{150pF+270pF}*1V =0,357V

per cui mi aspetto una tensione diversa da zero. Quindi, non capisco come sia cosi ovvio che VRLC sia nulla.
Inoltre, ringrazio Isidoro ancora una volta il suo consiglio e' stato utilissimo, infatti con il gradino all'ingresso la VRLC tende ad un valore che si avvicina a quello del partitore.(che conferma che non sia cosi' ovvio poi che VRLC deve essere nulla.)
Tuttavia avrei piacere di sentire un tuo commento riguardo invece l'esperimento in laboratorio svolto con il TL072.

A presto e grazie ancora
Allegati
example.PNG
Avatar utente
Foto Utenteingmarketz
155 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 23 nov 2011, 23:49

0
voti

[5] Re: misura su un RLC in continua

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 18 giu 2016, 18:44

:-) Beh, io l'elettrotecnica non la so... per me col condensatore la continua non passa :lol: ... comunque stavo riflettendo che il tuo ragionamento doveva pur filare e chiedere se "applicare una tensione continua" dovevo interpretarlo come "gradino di tensione" per riuscire a farlo quadrare col mio :mrgreen: ma nel frattempo è intervenuto Isidoro a chiarirmi le idee (per il poco che è possibile data la mia igoranza di base) ; per i'inseguitore a opamp chiedevo sempre per un mio dubbio se configurato a buffer potesse eventualmente presentare una tensione di offset (mai posto il problema dato che ho usato solo single supply e accoppiamenti in alternata a uso audio :lol: ). O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
17,3k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12016
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[6] Re: misura su un RLC in continua

Messaggioda Foto Utenteingmarketz » 18 giu 2016, 18:57

Ok almeno abbiamo chiarito il misunderstanding ;) . Per quanto riguarda l'offset sono sicuro che generi un errore anche nella misura da me fatta, tuttavia se non ho letto male l'offsett del TL072 e' di pochi mV (mi pare 3mV ) che comparati con il valore 357mV direi che sono trascurabili, ovvero non dovrebbe introdurre un errore rilevante.
Comunque grazie ancora per il contributo. :)
Avatar utente
Foto Utenteingmarketz
155 1 2 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 23 nov 2011, 23:49


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 68 ospiti