Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Lavorare sotto tensione

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[11] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 22 giu 2016, 15:18

Shika93 è utta questione di coordinazione
spicchi un saltello e mentre sei per aria metti mano ai fili
quando stai per ricadere allontani le mani dai fili
poi ricominci nuovo saltello ecc.. ecc..

Scherzi a parte fai le cose come ti senti sicuro tu e lascia perdere chi muove solo la lingua
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.422 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1436
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[12] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto Utentespeedyant » 22 giu 2016, 16:49

Shika93 ha scritto:Hai ragione. Ho chiesto perché non faccio l'elettricista e le poche volte che ho lavorato sotto tensione è stato con 12 V. Quando si tratta di impianti domestici o peggio, lo faccio se proprio devo perché di rimanerci non ne ho proprio voglia, specie per una boiata.

Ma se non fai l'elettricista, cosa fai? L'antennista?
Son quello delle domande strane!
Avatar utente
Foto Utentespeedyant
3.436 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 2408
Iscritto il: 9 lug 2013, 18:29
Località: Torino

1
voti

[13] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 22 giu 2016, 17:00

Ciao Foto UtenteShika93, i suggerimenti te li hanno già forniti ma, in ogni caso, ripetere giova.
Non mi pari proprio avvezzo ad una attività del genere, comunque mi permetto di aggiungere una riga anch'io: "tira" giù il generale se devi lavorare ma tieni presente che mettere un cartello non basta, per quanto sia ragionaevole; se ti è possibile fai in modo che il quadretto elettrico non sia accessibile agli altri o, in alternativa, blocca il sezionatore.
Perché il fenomeno che "tira" su il generale senza chiedere e porsi questioni, è sempre presente.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6402
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[14] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto UtenteShika93 » 22 giu 2016, 18:18

Sono ancora vivo. Ho tirato giù il quadro e via. Comunque era anche una domanda di curiosità.
speedyant ha scritto:Ma se non fai l'elettricista, cosa fai? L'antennista?

Non faccio nessuno dei due. Diciamo che sono cose che bene o male so fare. Quando ho rifatto l'impianto di casa staccavo il quadro principale. Mai lavorato sotto tensione. Ora, proprio perché non ero da solo mi chiedevo se con le varie precauzioni c'era da rischiare comunque o no. In ogni caso quando sono arrivato non c'era nessuno e ho tirato giù tutto e ho ridato corrente quando avevo finito. E' stato un favore ad una persona per non chiamare un elettricista.

Io sono uscito da un ITIS elettronico e sono alla fine della triennale in ingegneria elettronica. Non faccio ne l'elettricista, ne l'antennista. Ne voglio farlo. Tant'è che non conosco nessuna norma, legge ecc. Per questo se mi sorge un dubbio, chiedo.
Avatar utente
Foto UtenteShika93
282 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 30 dic 2013, 21:28

0
voti

[15] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto UtenteElectro » 22 giu 2016, 19:44

Il vero problema non è la tensione, ma la corrente.
A 230/400 V si può lavorare tranquillamente sottotensio e con i dovuti dpi, attrezzi, utensili e metodi di lavoro.
Il problema è lavorare "sottocarico".
"La progettazione, il primo presidio della sicurezza" [Michele Guetta]
Avatar utente
Foto UtenteElectro
2.122 2 2 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:14
Località: Bari

1
voti

[16] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 22 giu 2016, 21:41

Electro ha scritto:(...) A 230/400 V si può lavorare tranquillamente (...)
se ne può scrivere discutendo con gli addetti ai lavori ma questa affermazione, per giunta in un thread con un titolo del genere, credo possa essere furoviante.
"Qui" legge chiunque e ritengo che il messaggio da lasciare passare sia un altro: con le linee alimentate, sotto tensione, non si lavora.
Non mi fraintendere Foto UtenteElectro, ma i distinguo li lascerei disquisire a personale qualificato.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6402
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[17] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto Utenteattilio » 23 giu 2016, 10:25

non hai centrato il problema

prima ancora che essere capaci, bisogna valutare se effettivamente vi siano le necessità di lavorare sotto tensione

io nel caso specifico non le vedo e rispondo di conseguenza basandomi sulle percezioni che mi descrivono la situazione in se e la persona che ha posto la domanda

se poi si vuole aprire una discussione per affrontare le problematiche dei lavori sotto tensione, tanto meglio

ma dire che l'approccio è sbagliato... mi sa che esageri
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8534
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

-1
voti

[18] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto Utentekyexim » 23 giu 2016, 11:01

Esiste una sola risposta: non si lavora sotto tensione.
Avatar utente
Foto Utentekyexim
213 3
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 8 feb 2016, 13:46

2
voti

[19] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 23 giu 2016, 12:04

I lavori sotto tensione sono possibili, tuttavia solo specifiche categorie di persone sono ritenute idonee (con certificazione professionale, non certo basandosi su autoconvinzione circa le proprie abilità).
Si presti attenzione che sono previsti requisiti particolari non solo per i lavori su parti in tensione, ma anche per chi esegue lavori in loro vicinanza.
Aldilà dei riferimenti normativi citati, non credo proprio valga la pena eseguire lavori su parti in tensione in un appartamento, non vi è certo una richiesta di continuità di servizio tale da giustificarlo.

Sconsiglio quindi vivamente a te e a qualsiasi altro lettore di avventurarsi in tali operazioni.

P.S. i lavori sotto tensione andrebbero sempre evitati, tuttavia vi sono situazioni nelle quali non è possibile operare ad impianto fuori tensione, vedi misure.
Art. 82 Dlgs. 81/08
Codice: Seleziona tutto
1. E' vietato eseguire lavori  sotto  tensione.  Tali  lavori  sono
tuttavia consentiti nei casi in cui le tensioni su cui si opera  sono
di sicurezza, secondo  quanto  previsto  dallo  stato  della  tecnica
secondo la migliore scienza ed esperienza, nonché  quando  i  lavori
sono eseguiti nel rispetto delle seguenti condizioni:
    a) le  procedure  adottate  e  le  attrezzature  utilizzate  sono
conformi ai criteri definiti nelle norme di buona tecnica;
    b) per tensioni nominali non  superiori  a  1000  V  in  corrente
alternata e 1500 V in corrente continua:
      1) l'esecuzione di lavori su  parti  in  tensione  deve  essere
affidata a lavoratori riconosciuti dal datore di lavoro  come  idonei
per tale attivita' secondo le indicazioni della pertinente  normativa
tecnica;
      2) le procedure adottate  e  le  attrezzature  utilizzate  sono
conformi ai criteri definiti nelle norme di buona tecnica;
    c) per tensioni nominali superiori a 1000 V in corrente alternata
e 1500 V in corrente continua purche':
      1) i lavori su parti in tensione  sono  effettuati  da  aziende
autorizzate con specifico provvedimento  dei  competenti  uffici  del
Ministero del lavoro e della  previdenza  sociale  ad  operare  sotto
tensione;
      2) l'esecuzione di lavori su parti in tensione  e'  affidata  a
lavoratori abilitati dal datore di lavoro ai sensi  della  pertinente
normativa tecnica riconosciuti idonei per tale attivita';
      3) le procedure adottate  e  le  attrezzature  utilizzate  sono
conformi ai criteri definiti nelle norme di buona tecnica.
  2. Con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza  sociale,
da adottarsi entro dodici mesi dalla data di entrata  in  vigore  del
presente decreto legislativo, sono definiti i criteri per il rilascio
delle autorizzazioni di cui al comma 1, lettera c), numero 1).
  3. Hanno diritto al riconoscimento di cui al  comma  2  le  aziende
gia' autorizzate ai sensi della legislazione vigente.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.857 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1525
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

-1
voti

[20] Re: Lavorare sotto tensione

Messaggioda Foto Utentekyexim » 23 giu 2016, 13:04

Certo, in alcuni casi si fa, si è sempre fatto, per esempio, nella ricerca guasti dei TV a tubo, per le lavorazioni su impianti civili però non c'è ragione di farlo, si opera sempre senza tensione, personalmente poi ho sostituito prese sotto tensione ma non va bene.

Oltrettutto siamo su un forum tecnico dove non posso assolutamente consigliare operazioni che possano essere pericolose.
Avatar utente
Foto Utentekyexim
213 3
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 8 feb 2016, 13:46

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 40 ospiti