Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Oscilloscopi, finestre, fft

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[21] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utenteobiuan » 26 giu 2016, 13:38

guzz ha scritto:ma l'oscilloscopio non visualizza il segnale nel dominio del tempo?
lo strumento che visualizza il contenuto in frequenza è l'analizzatore di spettro, o sbaglio?


un oscilloscopio che fa la FFT si comporta di fatto come un analizzatore di spettro...o almeno ci prova. Non si comporta quindi da oscilloscopio, quindi da un punto di vista strettamente formale hai ragione :)
_______________________________________________________
Gli oscillatori non oscillano mai, gli amplificatori invece sempre

Io HO i poteri della supermucca, e ne vado fiero!
Avatar utente
Foto Utenteobiuan
5.824 2 10 12
Master
Master
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 23 set 2013, 23:45

0
voti

[22] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utenteguzz » 26 giu 2016, 13:45

dai miei ricordi dell'esame di misure elettroniche, o come lo chiamavano da me misure per l'automazione, gli oscilloscopi e gli analizzatori di spettro sono due cose ben diverse...

a meno che non si parli degli oscilloscopi digitali che in base alle schede che ci metti fanno tutto quello che vuoi...
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.487 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2059
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

1
voti

[23] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utentegotthard » 26 giu 2016, 13:52

Mi sento di suggerire il libro Digital-Time Signal Processing, Alan V. Oppenheim and Ronald W. Schafer.

Offre solide basi sull'elaborazione digitale dei segnali, e potrai trovare ben spiegate queste cose.

PS: C'è la versione tradotta, ormai datata, anche in italiano, ma ti consiglio caldamente quella americana. È fatta molto meglio ed è più completa (comprende più argomenti).
...\frac{\mathrm{d} p}{\mathrm{d} t}=JCM... :!:
Avatar utente
Foto Utentegotthard
4.606 2 5 9
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1358
Iscritto il: 5 lug 2013, 14:01

0
voti

[24] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utenteobiuan » 26 giu 2016, 14:01

guzz ha scritto:a meno che non si parli degli oscilloscopi digitali che in base alle schede che ci metti fanno tutto quello che vuoi...


Foto Utenteguzz l'ho scritto proprio qua sopra! :)
_______________________________________________________
Gli oscillatori non oscillano mai, gli amplificatori invece sempre

Io HO i poteri della supermucca, e ne vado fiero!
Avatar utente
Foto Utenteobiuan
5.824 2 10 12
Master
Master
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 23 set 2013, 23:45

0
voti

[25] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utentespeedyant » 26 giu 2016, 19:39

Che lo strumento "nativo" per le misure nel dominio della frequenza sia l'analizzatore di spettro credo sia "palese".
Il senso del post credo si riferisca alle funzioni di analisi presenti anche nel più scarso degli oscilloscopi digitali, tipo il mio atten da 25Mhz o i più blasonati rigol, per non citare hp/keysight o simili.
Son quello delle domande strane!
Avatar utente
Foto Utentespeedyant
3.421 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 2392
Iscritto il: 9 lug 2013, 18:29
Località: Torino

0
voti

[26] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 28 giu 2016, 1:03

Ho chiarito il mio dubbio.

Pensavo che la serie di foutier discreta e la trasformata di fuorier discreta fossero due cose diverse. Invece da quanto ho capito sono la stessa cosa.
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
593 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 498
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

1
voti

[27] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utenteguzz » 28 giu 2016, 9:42

da quello che ricordo serie e trasformata di fourier sono strettamente legate, la serie (applicabile solo a segnali periodici) è un caso particolare della trasformata (che è invece applicabile a tutti i segnali)
Almeno l'itagliano sallo...
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.487 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2059
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

0
voti

[28] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 28 giu 2016, 12:28

Beh si più o meno, a parte la forzatura del "applicabile a tutti i segnali" :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
593 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 498
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

0
voti

[29] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utenteobiuan » 14 lug 2016, 16:05

Fabio992 ha scritto:Invece da quanto ho capito sono la stessa cosa.



obiuan ha scritto:La differenza fra la serie e la traformata è che la trasformata è meno restrittiva nelle condizioni di applicabilità: la serie di fourier infatti converge uniformemente alla funzione originiale se e solo la la funzione originale è periodica. La trasformata, ipotizzando in pratica che una funzione non periodica può essere vista come una periodica con periodo infinito, abbatte questa limitazione.
_______________________________________________________
Gli oscillatori non oscillano mai, gli amplificatori invece sempre

Io HO i poteri della supermucca, e ne vado fiero!
Avatar utente
Foto Utenteobiuan
5.824 2 10 12
Master
Master
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 23 set 2013, 23:45

0
voti

[30] Re: Oscilloscopi, finestre, fft

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 15 lug 2016, 10:05

Non c'è nessuna forzatura, la serie di Fourier è un modo di rappresentare un segnale tramite una somma di funzioni sinusoidali. Puoi calcolarne i coefficienti prendendo il "pezzo di segnale" che ti interessa e nel calcolo supponi che sia periodico; in quell'intervallo il risultato sarà simile al segnale originale.

L'oscilloscopio non calcola la serie di Fourier perché

- ha un costo computazionale elevato (ogni coefficiente richiede l'integrazione del prodotto tra il segnale e una sinusoide)

- non è di interesse mostrarne il risultato sullo schermo dell'oscilloscopio, l'espressione dei coefficienti è più utile dal punto di vista analitico che "visivo".

La FFT è un metodo veloce per calcolare la DFT.
La DFT è la trasformata di Fourier di un segnale campionato, che è quello che hai in un oscilloscopio digitale.

L'oscilloscopio calcola la FFT perché l'algoritmo è di facile implementazione e riduce considerevolmente il numero di calcoli rispetto all'applicazione della definizione.
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
3.672 3 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1294
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 30 ospiti