Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizzato

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentefpalone, Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentemario_maggi

1
voti

[31] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto UtenteeAlucarD » 17 set 2016, 11:57

in breve, con il controllo in pulse width modulation, hai un'interruttore ed accendi e spegni il motore per un certo tempo, nell'istante in cui lo spegni, non può far altro che rallentare (o sei in discesa ? :mrgreen: ), lo stesso quando controlli LED
con meno corrente <=o=> tensione, minor campo magnetico, quindi minor interazione tra i magneti permanenti e l'albero :mrgreen:
E l’uomo si addormentò e nel sogno creò il mondo
Avatar utente
Foto UtenteeAlucarD
1.210 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 561
Iscritto il: 4 lug 2014, 11:01

1
voti

[32] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 set 2016, 12:08

SERTOM risponde in maniera teorica, leggendo curve che si riferiscono a tensione costante... il PWM non lo è...

Ma poi parla la realtà.

A parte che, per essere onesti, la mia Lambretta ha una certa riduzione. Ma ANCHE senza riduttore si può variare il raggio della ruota, e mettere una ruota piccola equivale a una ruota grande + riduttore.

Inoltre... qualsiasi sia il rapporto di riduzione se fosse vero quello che dice sertom nessun veicolo elettrico senza frizione si avvierebbe.

Invece... se dovessi applicare direttamente Vmax partirei a razzo, ma col PWM accelero fino a trovare la V media sufficiente ad avviare il rotore. Non vedo perché sertom non si convinca.

Ripeto, che il carrello parta è a mio avviso sicuro, i dubbi si devono avere su picchi di corrente ed efficienza.

Parallelo idraulico: la tensione equivale ad una "altezza" di bacino d'acqua. Mettiamo che ho un bacino a 3m, e servano 3V per sollevare l'acqua dal suolo di 3m.
Se applico 2,9V non riempio il bacino. Se invece applico 3V in PWM con duty cycle del 5% (V media 0,15V) il bacino si riempie eccome, anche se lentamente... O_/
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7608
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[33] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 17 set 2016, 14:40

richiurci ha scritto:Parallelo idraulico: la tensione equivale ad una "altezza" di bacino d'acqua. Mettiamo che ho un bacino a 3m, e servano 3V per sollevare l'acqua dal suolo di 3m.
Se applico 2,9V non riempio il bacino. Se invece applico 3V in PWM con duty cycle del 5% (V media 0,15V) il bacino si riempie eccome, anche se lentamente... O_/

Ad essere pignoli quello che dici è vero solo nel caso in cui i condotti di adduzione dell'acqua dalla pompa al bacino da riempire non avessero inerzia tale da smorzare le oscillazioni dovute alla PWM. Se le inerzie fossero molto elevate il bacino non si riempirebbe mai.

Ora, tu l'esperienza pratica l'hai maturata quindi non posso che fidarmi ciecamente delle tue affermazioni, perché io di pratica in questo settore ne ho fatta davvero poca :(
Però non mi sentirei di generalizzare questo discorso e renderlo applicabile a qualsiasi motore c.c., di qualsiasi potenza, geometria e caratteristiche varie (non che tu l'abbia fatto, anzi, tu ti riferivi sempre e solo a questa tipologia ben precisa di motori). Teoricamente, infatti, mi immagino si possa modellizzare un motore c.c. con elementi quali resistenze, capacità e induttanze. Se le inerzie relative alle ultime due fossero elevate, e la frequenza e il duty cycle della PWM di alimentazione avessero valori al di sotto/sopra di certe soglie, la PWM potrebbe risultare smorzata e trasformarsi in un segnale di alimentazione continuo di valori medi rispetto a quelli dinamici in ingresso.
Quindi, se per quanto riguarda i riscontri pratici relativi al motore in questione mi fido della tua esperienza e concordo con te su tutto, d'altra parte non mi sentirei di dare tutti i torni a Foto UtenteSerTom, poiché a seconda del sistema trattato il controllo in PWM potrebbe risultare abbastanza equivalente a un controllo a potenza media, a mio modestissimo parere.
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

1
voti

[34] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 set 2016, 17:01

ma no ascolta in fondo io sto solo dicendo che si può provare senza riduttore, SE uno vuole provare ad evitare la spesa.

Quando si parte da zero vengono fuori talmente tanti problemi pratici e teorici da risolvere...che l'ottimizzazione dell'efficienza (unica cosa per la quale serve il riduttore) la lascerei a un secondo momento.

Il bacino si riempirebbe, basterebbe abbassare a sufficienza la frequenza del PWM. Lo stesso coi motori: non si può usare una frequenza qualsiasi, di solito si viaggia tra 4 e 20 kHz.

Insomma... Sertom mi sembra contesti il fatto che un motore senza riduttore si avvii. Sembra sfugga il fatto che con un PWM se serve (e lo si fa) in avvio ci si avvicina molto a duty cycle del 100%...

D'altronde... esistono hub motor fatti per stare nei mozzi delle ruote delle moto, quindi senza riduzione ...

Però basta direi parlare di riduttore...c'è ben altro
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7608
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[35] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 17 set 2016, 17:08

Ma si, infatti, dato che ne ho la possibilità io faccio prima delle prove senza riduttore o comunque con la massima riduzione che riesco ad ottenere in modo rapido, semplice ed economico, con due pulegge ed una cinghia.
Poi se se ne sente davvero l'esigenza si valuta l'acquisto (la costruzione) di un riduttore, che comunque rappresenta una spesa (delle complicazioni) non indifferente.
A proposito, già che se ne parla, secondo voi come va scelta la frequenza della PWM? Per i progetti hobbystici senza pretese l'ho sempre scelta completamente a caso, ma vi risulta che esistano dei metodi ben precisi per definirla o comunque delle regole di massima?
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

1
voti

[36] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 set 2016, 17:26

la regola di massima è appunto tra 4 e 20 kHz, io partirei col classico 10 kHz.

Frequenze basse: maggior efficienza del PWM ma "vibrazioni" del motore, istabilità, fischio udibile

Frequenze alte: aumentano le perdite per commutazione nel PWM
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7608
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[37] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 18 set 2016, 17:26

Ottimo ti ringrazio! Allora parto da 10kHz e vedo un po' cosa succede :ok:
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

1
voti

[38] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 19 set 2016, 14:06

Confermo Foto UtenteTricka90 se ragioniamo a tensione costante, più carico applichi al motore, più questo produce coppia (e assorbe più corrente ... e quindi aumenta la potenza in entrata) e pari pari si riduce il numero di giri ... tutto questo fino al punto di stallo ... in cui il motore è fermo e la coppia è quella massima per quel valore di tensione.

Quando devi far partire il carrello parti proprio da questo punto (motore fermo) dove il motore sviluppa TOT coppia... se questa è sufficiente a vincere gli attriti statici .... ebbene il carrello si mette in moto.
Se la coppia non è sufficiente ... il carrello sta fermo.
I riduttori servono proprio a cambiare questi parametri in gioco ... meno giri e più coppia.
Su questo principio funzionano i cambi delle automobili ...
Mai provato a partire da fermo in 5a ?

Allora, se il motore fa 3000 giri e far fare alla ruota gli stessi 3000 giri non ha senso ... dov'è la difficoltà ad usare un riduttore ?

Comunque non hai risposto alla mia in [16] e senza sapere quei dettagli ... faccio fatica a dare rei consigli sensati.

Bye O_/ Ser.Tom
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.199 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1956
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

0
voti

[39] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 20 set 2016, 11:54

Ti chiedo scusa per aver dimenticato di risponderti.
Si tratta di un progetto di prova che sto portando avanti per un'azienda. Se avrà successo e si riuscirà a realizzarlo in modo economico e semplice verranno motorizzati tanti altri carrelli aziendali simili.
Un riduttore ad alto rapporto non è di semplice costruzione e nonostante l'azienda dovrebbe comunque riuscire a realizzarlo preferirei evitarglielo se possibile, dato che poi bisognerebbe costruirlo per ogni carrello futuro.
Un riduttore lo metteremo di sicuro ma semplice ed economico da costruire, quindi di rapporto non superiore a 5:1 penso.
Se poi il sistema non funziona si penserà ad un riduttore di rapporto maggiore.
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

1
voti

[40] Re: Motore elettrico e carica batterie per carrello motorizz

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 20 set 2016, 13:11

Ma allora, se deve essere un progetto industriale ... perché non rivolgersi a qualche produttore italiano di motoriduttori ? In termini di prezzo e qualità non abbiamo nulla da invidiare ai Cinesi ...
Che ne persi di Questo: http://www.elvi.it/motoriduttori-cc-diametro-77
oppure questo: http://www.amer.it/it/prodotti-c_15/motoriduttori.aspx
o questo: http://www.oslv.com/motoriduttore-76/104-1.html
A questi oggetti ci puoi applicare direttamente (o quasi) le ruote di trazione.
Ne metti 2, uno per ruota e ti risparmi pure il differenziale (o che "tiri" storto).

Te ne servono 2 per fare un prototipo ? Vai dallo sfasciacarrozze e prendi quello collegato ai tergicristalli.

Bye O_/ Ser.Tom
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.199 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1956
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

PrecedenteProssimo

Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite