Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

E=hf

Leggi e teorie della fisica

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtentePietroBaima, Foto UtenteIanero

0
voti

[1] E=hf

Messaggioda Foto UtenteIanero » 30 set 2016, 17:04



In un conduttore gli elettroni sono legati debolissimamente ai propri nuclei, ma in ogni caso c'è bisogno di una certa quantità di energia (anche minima) per farli spostare nel metallo stesso.
Nel disegno l'elettrone si deve spostare da sinistra verso destra di una quantità a, per farlo avrà bisogno di una energia E.
Gli occorrerebbe quindi (se la meccanica quantistica non vale solo quando si parla di un singolo atomo, ma in generale di ogni fenomeno fisico microscopico) una "spinta" fornita da un'onda con frequenza f=E/h.
Eppure, il processo di conduzione avviene (cioè vedo che scorre corrente) anche in un circuito in continua (f=0).



Non riesco a spiegarmelo.
Qualcuno mi aiuta per favore?
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.494 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3947
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

1
voti

[2] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteeAlucarD » 30 set 2016, 19:58

1 mela + 1 mela = 2 mele
1 mela + 1 pesca = 1 mela + 1 pesca

la relazione di Albert-ino ti dice quanta energia deve avere un fotone (capace di interagire con un singolo elettrone) per rompere il legame tra elettrone e atomo

in che modo il fatto che tu possa farlo in altri modi renderebbe falsa quella relazione :mrgreen:
E l’uomo si addormentò e nel sogno creò il mondo
Avatar utente
Foto UtenteeAlucarD
1.210 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 4 lug 2014, 11:01

5
voti

[3] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteDirtyDeeds » 30 set 2016, 20:05

Ianero ha scritto:ma in ogni caso c'è bisogno di una certa quantità di energia (anche minima) per farli spostare nel metallo stesso.


Sì, ma non per quello che pensi tu ;-) In realtà la descrizione della conduzione in un metallo e l'origine della resistenza è una faccenda un po' complicata.

Ianero ha scritto:Gli occorrerebbe quindi (se la meccanica quantistica non vale solo quando si parla di un singolo atomo, ma in generale di ogni fenomeno fisico microscopico) una "spinta" fornita da un'onda con frequenza .


Uh, perché? La conduzione può avvenire senza transizioni di stato. Inoltre, in generale, si possono avere transizioni di stato senza la necessità di avere un'interazione elettromagnetica. La meccanica quantistica, anche nel caso di un singolo atomo, non dice che per ottenere una transizione c'è bisogno di un'onda elettromagnetica.
It's a sin to write sin instead of \sin (Anonimo).
...'cos you know that cos ain't \cos, right?
You won't get a sexy tan if you write tan in lieu of \tan.
Take a log for a fireplace, but don't take log for \logarithm.
Avatar utente
Foto UtenteDirtyDeeds
55,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7013
Iscritto il: 13 apr 2010, 16:13
Località: Somewhere in nowhere

0
voti

[4] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteGidl » 30 set 2016, 20:25

Posso sapere da dove proviene la domanda e l'impostazione?
Sono legate a qualcosa che stai studiando?
Avatar utente
Foto UtenteGidl
435 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 18 set 2016, 13:05

0
voti

[5] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteIanero » 1 ott 2016, 8:54

Sì, ma non per quello che pensi tu ;-) In realtà la descrizione della conduzione in un metallo e l'origine della resistenza è una faccenda un po' complicata.


Non per compensare gli "urti"?


Uh, perché? La conduzione può avvenire senza transizioni di stato.

Giusto, questa è già una bella risposta, grazie :-)

Inoltre, in generale, si possono avere transizioni di stato senza la necessità di avere un'interazione elettromagnetica. La meccanica quantistica, anche nel caso di un singolo atomo, non dice che per ottenere una transizione c'è bisogno di un'onda elettromagnetica.

Un esempio?

Però in ogni caso posso girare la stessa domanda al contrario: in continua il generatore impone potenziale costante, per cui lavora a f=0. Questo non dovrebbe quindi implicare che non è in grado di trasferire energia in generale? In altre parole da E=hf non dovrei concludere che una "perturbazione" fisica (acustica, elettromagnetica) che avviene a f=0 ha energia nulla?

Grazie :-)

Gidl ha scritto:Posso sapere da dove proviene la domanda e l'impostazione?
Sono legate a qualcosa che stai studiando?


Sto seguendo il corso di Meccanica Quantistica.
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.494 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3947
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

0
voti

[6] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteGidl » 1 ott 2016, 11:05

Secondo me hai fatto un po' di confusione.
Visto che stai seguendo un corso di QM, vedi se ci capisci qualcosa da qui : http://home.deib.polimi.it/ielmini/pdf/ESS09_I.pdf
Avatar utente
Foto UtenteGidl
435 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 18 set 2016, 13:05

0
voti

[7] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteIanero » 14 ott 2016, 15:39

Ripropongo il problema semplificandolo.

Nel vuoto (unidimensionale), ho una carica q e un campo costante E.
La carica parte da ferma e dopo un certo tempo raggiunge un certa velocità v.

Ovvero:

mv=q\mbox{E}\Delta t

La meccanica quantistica dice che questa variazione di energia deve essere scrivibile come:

\frac{1}{2}mv^{2}=h\nu

\nu cosa rappresenta a questo punto? La frequenza dell'onda di De Broglie associata alla particella che è stata accelerata?
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.494 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3947
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

1
voti

[8] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteDirtyDeeds » 14 ott 2016, 16:42

Ianero ha scritto:La meccanica quantistica dice che questa variazione di energia deve essere scrivibile come:

\frac{1}{2}mv^{2}=h\nu


Ma no, la meccanica quantistica non dice assolutamente quella roba lì. Ti hanno veramente insegnato questo?! #-o Chiamiamo anche Foto UtentePietroBaima, così si spaventa anche lui! :mrgreen:
It's a sin to write sin instead of \sin (Anonimo).
...'cos you know that cos ain't \cos, right?
You won't get a sexy tan if you write tan in lieu of \tan.
Take a log for a fireplace, but don't take log for \logarithm.
Avatar utente
Foto UtenteDirtyDeeds
55,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7013
Iscritto il: 13 apr 2010, 16:13
Località: Somewhere in nowhere

0
voti

[9] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtenteDirtyDeeds » 14 ott 2016, 17:06

Foto UtenteIanero, esattamente che cosa avete visto di meccanica quantistica? Che libro di testo utilizzate?
It's a sin to write sin instead of \sin (Anonimo).
...'cos you know that cos ain't \cos, right?
You won't get a sexy tan if you write tan in lieu of \tan.
Take a log for a fireplace, but don't take log for \logarithm.
Avatar utente
Foto UtenteDirtyDeeds
55,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7013
Iscritto il: 13 apr 2010, 16:13
Località: Somewhere in nowhere

0
voti

[10] Re: E=hf

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 14 ott 2016, 18:11

DirtyDeeds ha scritto: Chiamiamo anche Foto UtentePietroBaima, così si spaventa anche lui! :mrgreen:

Spaventato! :shock:

Mi unisco alla richiesta relativa al libro di testo o appunti.
Non puoi applicare quella formula alla MQ!

Ciao,
Pietro.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
78,9k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9800
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

Prossimo

Torna a Fisica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti