Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Saturazione induttore

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utenteg.schgor

4
voti

[11] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 31 gen 2017, 0:48

Qualcosa del genere?

LSAT.png
LSAT.png (11.08 KiB) Osservato 1620 volte


LTspice, induttore non lineare. Fatta ad occhio con due tangenti iperboliche. Se usi matlab per ottimizzare il fit non lineare puoi fare decisamente meglio
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

4
voti

[12] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteSandroCalligaro » 31 gen 2017, 0:51

Abbiamo scritto un articolo sull'auto-identificazione (da parte del drive) delle caratteristiche di flusso di un motore a riluttanza, usando un modello abbastanza semplice (3 parametri, adatto alla regressione lineare). Il test è proprio del tipo ad onda quadra (generata da un controllore ad isteresi).
Conoscendo a priori la resistenza (che è "facile" da identificare), si può effettuare un fitting della curva flusso stimato (integrale di v-R*i) vs. corrente.
Se ti interessa fammi sapere.

Simulare una cosa del genere in Simulink (come blocchi,non circuitalmente) è molto semplice.
Ultima modifica di Foto UtenteSandroCalligaro il 31 gen 2017, 0:55, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto UtenteSandroCalligaro
2.256 4 5
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 954
Iscritto il: 6 ago 2015, 19:25

0
voti

[13] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteCarloCoriolano » 31 gen 2017, 0:52

Ho guardato il thread da spettatore, e come tale mi comporto. Mi sorge una domanda, per pura curiosita`. Perche` l'induttore satura gia` a 7 A? Voglio dire, evidentemente satura perche` si spinge corrente oltre le sue capacita` progettuali. Non e` che l'impulso di tensione e` troppo elevato? O fornito per troppo tempo?
Avatar utente
Foto UtenteCarloCoriolano
1.436 3 4 7
---
 
Messaggi: 1024
Iscritto il: 24 mag 2016, 13:08

1
voti

[14] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 31 gen 2017, 1:00

Evidentemente si`, flusso troppo elevato oppure errore di progetto.

La salita "dolce" dopo i 7A fa pensare a un materiale tipo polvere o qualcosa del genere.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[15] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteInventor » 31 gen 2017, 9:45

Diciamo che l' obbiettivo è proprio quello di determinare l' andamento di L in funzione della corrente I. Ovvero, dato un induttore con L non nota e R ricavabile tramite un multimetro determinare sia il valore nominale che l 'andamento in funzione della corrente.
Ho visto che ci sono vari modi per determinare questo andamento(http://meettechniek.info/passive/inductance.html ) , uno dei quali vede proprio l' analisi del transitorio con un gradino. Dite che non è il modo ottimale?
Dove trovo l’ induttore non lineare in LTSpice?
Avatar utente
Foto UtenteInventor
45 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 164
Iscritto il: 22 feb 2009, 13:28

2
voti

[16] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteSandroCalligaro » 31 gen 2017, 13:35

La risposta al gradino va bene (come potrebbero andare bene altri stimoli, ma questo è particolarmente comodo), però per conto mio
- data l'inevitabile presenza di rumore di misura, spesso conviene integrare piuttosto che derivare, anche se nel tuo caso ci sono tanti campioni (mi pare) e poco rumore. - integrando si pone il problema dell'offset, che però può essere risolto visto che la tua elaborazione è offline, se si misura sia la salita che la discesa a zero della corrente.
- conoscendo la resistenza, conviene separare il contributo di tensione induttivo da quello resistivo, e ricavare il flusso
- nel caso di un induttore non-lineare ci sono almeno due definizioni di induttanza: apparente (rapporto tra flusso e corrente) e induttanza "differenziale" o "tangenziale" (rapporto d flusso / d corrente). Entrambe naturalmente possono descrivere la stessa curva di magnetizzazione, ma ovviamente sono più o meno convienti per scopi diversi. Quale delle due ti serve stimare?
Avatar utente
Foto UtenteSandroCalligaro
2.256 4 5
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 954
Iscritto il: 6 ago 2015, 19:25

0
voti

[17] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteInventor » 31 gen 2017, 13:45

Si, ho letto di queste definizioni in un articolo del CERN http://cds.cern.ch/record/1361317/files/ATS%20Note%202011-047%20TECH%20Inductance%20measurement%20of%20resistive%20magnets.pdf?version=1.
Infatti nel mio script in matlab utilizzo la definizione di induttanza differenziale (pag 5 formula 13 dell'articolo).
Diciamo che vorrei ricreare la situazione misurata con un simulatore in modo da capire l'andamento dal punto di vista teorico.
Poi si, posso scegliere il metodo migliore per ottenere L, o derivando o integrando...per ora ho scelto il più immediato, giusto per vedere se effettivamente porta al risultato "giusto".
Sto provando a capire come modellare questa non linearità con LTSpice, ma non trovo nessuna guida utile :?
Avatar utente
Foto UtenteInventor
45 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 164
Iscritto il: 22 feb 2009, 13:28

0
voti

[18] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteInventor » 1 feb 2017, 14:30

Ho inserito su LTSpice la formula flux={L*Is}*tanh(x/{Is}), che is intende per flux?
Avatar utente
Foto UtenteInventor
45 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 164
Iscritto il: 22 feb 2009, 13:28

1
voti

[19] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 1 feb 2017, 14:34

Flux e` la variabile di stato "flusso" dell'induttore, prodotto L*I, ed e` anche dato dall'integrale dell'induzione B integrata sulla superficie attraverso cui "passa" il flusso.

Se l'induttore e` lineare L e` costante e il flusso sale linearmente con la corrente. Se invece si mette una relazione non lineare, ad esempio la tangente iperbolica, si vede che il flusso sale piu` adagio della corrente e questo modella l'induttanza che diminuisce.

Hai trovato gli esempi nelle librerie LTSpice?
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[20] Re: Saturazione induttore

Messaggioda Foto UtenteInventor » 1 feb 2017, 14:44

Quindi in sostanza il flux dovrebbe resistuire un valore di L che diminuisce all'aumentare della corrente, giusto?
No, non ho trovato esempi. Potresti gentilmente scrivermi la tua formula del flux?
Is=corrente di saturazione...ovvero?
Avatar utente
Foto UtenteInventor
45 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 164
Iscritto il: 22 feb 2009, 13:28

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti