Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

problema Etico

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentecarlomariamanenti, Foto Utentedimaios

0
voti

[1] Re: problema Etico

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 19 apr 2017, 1:14

Già mi pare strana la classificazione delle sub-routines per le quali si definirebbero livelli di sicurezza e quindi di visibilità e accessibilità, a meno che non si tratti di qualche scheda "gialla" ma anche in tal caso il codice dovrebbe essere consultabile (insieme agli schemi); però è facile ch'io sia in errore.

UtenteCancellato ha scritto:(...) ora mi chiede di craccare la password relativa ad un lavoro fatto da altri (...)
se è materiale in suo possesso, di sua proprietà (del tuo cliente), ritengo ci possa fare quel che gli pare, anche sbloccare la protezione avvalendosi di chi è in grado di farlo: in tal caso tu.
Potrebbe però occuparsene anche un terzo soggetto come un dipendente, un collaboratore o altri.
In sostanza non rilevo una violazione, però se ne scoprono tante, quindi potrei aver scritto una stupidaggine.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
20,6k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6130
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[2] Re: problema Etico

Messaggioda Foto Utenteluigiceccato » 20 apr 2017, 0:18

Stai parlando di SIL o Misra per caso?
Avatar utente
Foto Utenteluigiceccato
20 1
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 19 nov 2016, 16:44

0
voti

[3] Re: problema Etico

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 20 apr 2017, 1:09

UtenteCancellato ha scritto:ma torniamo invece alla domanda che ho proposto, non pensi che comunque la forzatura di una password sia comunque una violazione ?
se il software sul quale si agisce è proprietà del cliente non rilevo nulla d'improprio, a maggior ragione se è il cliente stesso che muove la richiesta.
A mio avviso non costituisce violazione il gesto in sè che invece dovrebbe essere caratterizzato dal e nel contesto.
Per te, a mio modo di vedere, l'agire non sarebbe subordinato rispetto ad accordi intercorsi (in essere o meno) tra il tuo cliente e l'altro suo fornitore.
Poi tutto può essere.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
20,6k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6130
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino


Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti