Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Inverter in "serie" 12v-220v monofase - 380 V trifase

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] Inverter in "serie" 12v-220v monofase - 380 V trifase

Messaggioda Foto Utentemarcoruscica » 23 lug 2017, 12:01

Dovendo alimentare un motore (per pompa) trifase 2.2 kW ed avendo disponibile tensione 12v da sistema di batterie una soluzione, tra quelle possibili, mi sembrerebbe mettere un inverter 12v-220v da 3 kW (5 o 6 di picco per lo spunto) e a valle un convertitore/trasformatore 220vmonofase - 380 V trifase di pari potenza. Sapete se sorgono problemi con questa configurazione?
Avatar utente
Foto Utentemarcoruscica
0 2
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 23 lug 2017, 11:55

1
voti

[2] Re: Inverter in "serie" 12v-220v monofase - 380 V trifase

Messaggioda Foto UtenteJackd » 24 lug 2017, 13:52

Se stiamo parlando di prodotto serio, e non di cinesaglia, e con serio intendo prodotto che duri negli anni lavorando come minimo le classiche 10h al giorno continuative, con forma onda uscita come da mamma enel,
con protezioni, filtri, e tutte le sue cosine fatte a dovere, stiamo parlando di un investimento importante.

Andando contro i miei stessi interessi, ti consiglio di optare per un gruppo elettrogeno a combustibile.

In ogni caso non è del tutto errato il tuo pensiero, se lo prendiamo come idea di carattere generale.
Qualche anno fa abbiamo fatto un sistema analogo, si partiva da un pacco di batterie a 48V e si doveva erogare 380 V trifase 50Hz.

Nella pratica si è dovuto fare uno stadio elevatore portando la tensione dal NOMINALE 48V a circa 500V che "potrebbe essere paragonabile al tuo 12-220V " NOTARE BENE le virgolette, che è poi stata usata come bus di alimentazione per il convertitore di frequenza vero e proprio, nel quale oltre all'elettronica di controllo, ci sono i vari filtri ed un trasformatore trifase realizzato su misura, per poter compensare perdite e la scarica della batteria.

Ora, facciamo un conto veloce a mente, semplifichiamo più del dovuto, nel tuo caso con 2.2Kw di carico continuativo, mettendo in conto le varie perdite non mi stupirei di trovare una corrente prossima ai 250A nei 12V.

Io non sono pratico di batterie, ma se la pompa deve restare in moto molto tempo, qui ti serve un bel pacco di batterie, se però devi mettere più batterie, sarebbe da valutare la possibilità di poterle collegare in serie, in modo di innalzare la tensione e ridurre la corrente.
Ma qui cedo a chi è in grado di spiegare per bene i limiti delle batterie come le correnti massime di scarica ecc.., concetti dei quali non son patico.
Avatar utente
Foto UtenteJackd
570 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 15 set 2014, 19:10
Località: Padova

0
voti

[3] Re: Inverter in "serie" 12v-220v monofase - 380 V trifase

Messaggioda Foto UtenteSandroCalligaro » 24 lug 2017, 15:20

Diciamo che la soluzione elevatore (boost) + inverter "normale" potrebbe essere anche praticabile, ma rimane il problema del pacco batterie enorme.
In ogni caso, anche avendo a disposizione un pacco batterie adeguato, sei sicuro che una soluzione con motore a bassa tensione (12 V) non possa essere più conveniente?

con forma onda uscita come da mamma enel

Se il motore è recente (cioè con isolante adatto all'uso sotto inverter), non ne vedo la necessità.
Un inverter per controllo motore costa molto di meno (non ha i filtri di uscita e tendenzialmente la frequenza di commutazione è inferiore), e non ha controindicazioni particolari.
Avatar utente
Foto UtenteSandroCalligaro
2.276 4 5
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 960
Iscritto il: 6 ago 2015, 19:25

0
voti

[4] Re: Inverter in "serie" 12v-220v monofase - 380 V trifase

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 24 lug 2017, 15:21

marcoruscica,
che tipo di pompa è, volumetrica (a lobi, a ingranaggi o a pistoni) oppure centrifuga? Le esigenze di potenza istantanea delle diverse pompe sono molto diverse!
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, convertitori DC/DC, soluzioni originali per la qualità dell'energia
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
16,2k 3 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3520
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

0
voti

[5] Re: Inverter in "serie" 12v-220v monofase - 380 V trifase

Messaggioda Foto Utentemarcoruscica » 24 lug 2017, 18:52

E' una centrifuga sommersa posta a 105 metri di profondità. Per questo mi pare poco praticabile la soluzione a 12 v inquanto dovrei fare viaggiare correnti notevoli fino a 100 metri di profondità.
Avatar utente
Foto Utentemarcoruscica
0 2
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 23 lug 2017, 11:55


Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti