Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Differenziale alla base del montante

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike

0
voti

[11] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utente6367 » 26 ago 2017, 17:50

Goofy ha scritto:Per questo ritengo che, nei condomini, sarebbe buona cosa che ogni impianto avesse a monte un differenziale, selettivo e coordinato con l'impianto di terra, accessibile per le verifiche periodiche da parte di personale incaricato dal condominio.


In effetti in diversi paesi è così. Mi viene in mente Francia, Spagna, Belgio... (almeno negli impianti nuovi).

Ricordiamoci che in molti casi il differenziale da 30 mA viene messo come protezione "addizionale" (circuiti prese, circuiti bagno, in pratica restano fuori in ambito domestico i carichi fissi come boiler, condizionatori, ecc).

Cosa è la protezione addizionale?
L’uso di interruttori differenziali, con corrente differenziale nominale d’intervento non superiore a 30 mA, è riconosciuto come protezione addizionale contro i contatti diretti in caso di insuccesso delle altre misure di protezione o di incuria da parte degli utilizzatori

Dunque, se è in aggiunta alle altre misure di protezione avrebbe senso che il differenziale per la protezione addizionale fosse diverso da quello per la protezione dai contatti indiretti per intervenire anche in caso di guasto di questo.

In realtà né la norma IEC né quella CEI chiedono tutto ciò, ma in alcuni paesi è così.
Alcuni si riferiscono alla "true additional protection".
Avatar utente
Foto Utente6367
16,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[12] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utente6367 » 26 ago 2017, 17:53

Goofy ha scritto:Non sarei così assolutista, ci potrebbero essere casi in cui il 500 mA è troppo basso o troppo alto.


In Francia la resistenza di terra non può essere superiore ai 100 ohm.

PS
Interessante come alcune regole - vere o finte - in alcuni paesi siano degli imperativi essenziali per la sicurezza mentre in altri paesi sono del tutto sconosciuti.
Avatar utente
Foto Utente6367
16,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[13] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteelettro » 27 ago 2017, 10:15

Io a casa mia l'ho installato, quello con id 0,3A tipo S associato al C32A 6kA, ma mi è capitato di vederlo intervenire assieme ad uno isatantaneo da 0,03A tipo AC. Ho scoperto dalle curve di intervento che, il ritardo intenzionale è assicurato solo con correnti superiori ai 300mA, ed in alcuni casi può intervenire in cocomitanza con il modello istantaneo con id 0,03A. Ho verificato più volte, avevo un alimenetatore in laboratorio con un problema, e così ho scoperto questo aspetto.
Saluti.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
823 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2747
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[14] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utente6367 » 27 ago 2017, 12:14

Mi sai fare un esempio concreto (corrente differenziale = ...) di scatto concomitante?
Avatar utente
Foto Utente6367
16,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[15] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utente6367 » 27 ago 2017, 16:16

UtenteCancellato ha scritto:sotto i 300 il selettivo non scatta proprio


In realtà la soglia minima di intervento è compresa tra 150 e 300 mA.
Avatar utente
Foto Utente6367
16,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[16] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 28 ago 2017, 8:39

Sotto i 300 mA non scattano (prove fatte venerdì)
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
774 1 3 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 879
Iscritto il: 1 gen 2015, 17:04

0
voti

[17] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto UtenteMike » 28 ago 2017, 9:41

I condomini in effetti sono una cosa particolare, condividono lo stesso impianto di terra e la loro sicurezza è interdipendente dalla efficacia dei rispettivi differenziali. Probabilmente a livello statistico non c'è una casistica tale da ritenere necessario installare un differenziale di rincalzo alla base di ogni montante.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
50,5k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14223
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[18] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utente6367 » 28 ago 2017, 11:25

atomorama ha scritto:Sotto i 300 mA non scattano (prove fatte venerdì)


Non so come tu abbia fatto queste prove ma a 300 mA deve scattare (altrimenti è guasto).

Difficile che intervenga a 300 mA e non a 299 mA.
Normalmente vengono tarati attorno a 200-250 mA.
Avatar utente
Foto Utente6367
16,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[19] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 28 ago 2017, 12:46

6367 ha scritto:
atomorama ha scritto:Sotto i 300 mA non scattano (prove fatte venerdì)


Non so come tu abbia fatto queste prove ma a 300 mA deve scattare (altrimenti è guasto).

Difficile che intervenga a 300 mA e non a 299 mA.
Normalmente vengono tarati attorno a 200-250 mA.


Mi son spiegato male, chiaro che vicino alla soglia scatta.

Se ho una corrente di 30 mA no invece.
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
774 1 3 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 879
Iscritto il: 1 gen 2015, 17:04

0
voti

[20] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteelettro » 28 ago 2017, 15:59

Riguarso il mio intervento e la mia somma sorpresa nel constatare l'azione congiunta di due differenziali in configurazione verticale con tipo S ed istantaneo, mi dedicai alla presa visione di alcuni documenti, tra cui questa curva che posto.
C'e' una zona di corrente di dispersione che è praticamente sovrapponibile tra i due modelli, di fatto ho constatato di persona questa facoltà statisticamente limitata ma probabile.
Allegati
diff_curve_selettivita.gif
Curve a confronto
Avatar utente
Foto Utenteelettro
823 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2747
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 32 ospiti