Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Fotovoltaico e CEI 0-16

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[11] Re: Fotovoltaico e CEI 0-16

Messaggioda Foto Utentee7o7 » 1 set 2017, 17:35

premesso che ho davvero una modestissima esperienza di queste cose,
al tuo posto recupererei il regolamento di esercizio dove trovi indicato
qual era l'SPI, che mi pare non possa essere l'Abb perché manca l'ingresso
per la massima tensione omopolare.

Il rincalzo sotto i 400kW non mi pare sia necessario.

Mi si dica se sbaglio che così imparo qualcosa...
Ultima modifica di Foto Utentee7o7 il 1 set 2017, 17:56, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utentee7o7
227 1 3 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 10 ott 2011, 17:14
Località: Veneto

1
voti

[12] Re: Fotovoltaico e CEI 0-16

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 1 set 2017, 17:47

Beh,,,piu che il regolamento di esercizio bisognerebbe recuperare lo schema del progettista , un impianto di quel tipo dovrebbe obbligatoriamente essere progettato da professionista iscritto all'albo. Quindi un progetto ci deve essere ,ma viste le premesse non sono molto ottimista. Però non è che ci vuole molto studio ....il SEB va collegato alla bobina di minima (o alla bobina del teleruttore) del dispositivo di interfaccia. I fili che entrano nel contatto del relè ABB andranno nel contatto R1 del SEB. Ma prima verificare schema
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,7k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2800
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[13] Re: Fotovoltaico e CEI 0-16

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 2 set 2017, 7:32

MASSIMO-G ha scritto: Nel tuo caso mi sembra di ricordare che il rincalzo non sia obbligatorio (ma dovrei guardare non ricordo) ma se lo vuoi fare comunque non c'è problema.


Confermo
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.963 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[14] Re: Fotovoltaico e CEI 0-16

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 2 set 2017, 7:34

iaki ha scritto:Non capisco perché ci fossero i 2 apparati comunque, cosa ne pensi?


Che uno dei due è stato aggiunto per mettere una pezza, alla meno peggio (che poi tanto meno peggio non è), ad una situazione che non si sapeva gestire.

Se non hai esperienza a riguardo e se c'è di mezzo anche il GSE, come probabile, sarebbe il caso che coinvolgessi un professionista di fiducia, con esperienza specifica, che ti dia una mano.
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.963 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[15] Re: Fotovoltaico e CEI 0-16

Messaggioda Foto Utenteiaki » 4 set 2017, 8:29

Ok, grazie dei consigli, purtroppo lo schema di progetto è del tutto sbagliato.
il lavoro è stato fatto da una di quelle società nate e morte sulla scia del conto energia.
Con progetto completamente sbagliato, frutto di copia e incolla, ed esempio l'indicazione della potenza dei moduli nella relazione tecnica riporta 3 potenze diverse, il numero cambia di pagina in pagina, l'ubicazione dell'impianto anch'essa sbagliata, e tante altre cose.
Hanno fatto un collage senza rileggere, percui sulla carta c'è tutt'altro che nella realtà.
Avatar utente
Foto Utenteiaki
5 2
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 21 mar 2008, 9:51

0
voti

[16] Re: Fotovoltaico e CEI 0-16

Messaggioda Foto UtenteFraHD » 6 set 2017, 14:21

Ciao Iaki, dico anche io la mia anche se credo che ormai ogni buddio è stato chiarito:

Il cliente è considerato autoproduttore MT?

Per considerarlo auto-produttore dovrebbe generare e consumare l'energia prodotta in regime di autoconsumo, ma credo che la tua domanda sia orientata a sapere se è soggetto a CEI 0-21 o CEI 0-16.
Quindi come già detto, se ha una cabina di trasformazione in MT allora viene considerato come utente in MT soggetto a CEI 0-16.

Se è un autoproduttore MT, la protezione di interfaccia ABB CM-UFS è idonea?

No, la vecchia ABB CM-UFS era idonea solo alla vecchia DK5940 - 50 e via.
Quello che mi fa strano è come mai se allacciato nel 2012, sull'impianto è presente quel cimelio in quanto ( se ricordo bene) già nel 2012 era in vigore la CEI 0-21.
Lasciando da parte il fatto che ci sia quella "cosa" su un impianto MT.

Come mai sono presenti sia il DIA4N che l'ABB CM-UFS?

La spiegazione più ovvia e logico è che rimbalzandogli l'ABB, abbiano sopperito installando "di facciata" un dispositivo idoneo alle CEI 0-16 allora vigente, lasciando in realtà inalterato l'impianto.

I teleruttori devo essere 1 o 2?

Il DDI ( dispositivo di interfaccia) deve essere unico e lavorare a mancanza di tensione. Dove previsto deve esserci un secondo dispositivo "di rincalzo" in caso di mancata apertura.

Aggiungo anche che qualora vengano modificate tali strumentazioni (protezioni) a livello teorico debba essere stipulato un nuovo regolamento di esercizio e reso tutto conforme alla nuova norma di riferimento in vigore.
Il che significa sicuramente aggiornare il SW della DIA4N.

Spero di non aver detto castronerie e di esserti stato d'aiuto.
Avatar utente
Foto UtenteFraHD
30 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 12 lug 2017, 11:55

Precedente

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti