Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dispositivo acceso con relè non eccitato

Progetti, interfacciamento, discussioni varie su questa piattaforma.

Moderatori: Foto UtenteMassimoB, Foto Utentexyz, Foto UtenteWALTERmwp

0
voti

[11] Re: Dispositivo acceso con relè non eccitato

Messaggioda Foto Utentedadothebest » 14 set 2017, 13:48

IlGuru ha scritto:Se ho capito bene:
Mischiare massa 220 e massa 12 V -> No buono

Non ho mica collegato le masse della 220 V e 12V insieme... la cosa ideale è far controllare ai relè la fase e il positivo mentre lasciare il neutro e il negativo in comune.
Avatar utente
Foto Utentedadothebest
24 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 nov 2013, 17:13
Località: Ascoli Piceno

0
voti

[12] Re: Dispositivo acceso con relè non eccitato

Messaggioda Foto UtentePaolino » 14 set 2017, 13:53

La cosa ideale è quella di mantenere i circuiti 12V e 230V separati. Da quanto scrivi sembra che in qualche modo siano mischiati.

Ciao.

Paolo.
"Houston, Tranquillity Base here. The Eagle has landed." - Neil A.Armstrong

-------------------------------------------------------------

PIC Experience - http://www.picexperience.it
Avatar utente
Foto UtentePaolino
31,9k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4153
Iscritto il: 20 gen 2006, 11:42
Località: Vigevano (PV)

0
voti

[13] Re: Dispositivo acceso con relè non eccitato

Messaggioda Foto UtenteIlGuru » 14 set 2017, 14:09

Se la situazione non è questa
Alimentazione.png
Alimentazione.png (4.77 KiB) Osservato 883 volte

ok
\Gamma\nu\tilde{\omega}\theta\i\ \sigma\epsilon\alpha\upsilon\tau\acute{o}\nu
Avatar utente
Foto UtenteIlGuru
3.737 1 9 13
Master
Master
 
Messaggi: 1144
Iscritto il: 31 lug 2015, 23:32

1
voti

[14] Re: Dispositivo acceso con relè non eccitato

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 14 set 2017, 15:49

Non intervengo per rispondere al problema ma guardavo la foto della scheda
1.- Non c'è la separazione richiesta tra 220 V e bassa tensione Secondo me non potresti collegare carichi a 220 V e a 12V
2.- Leggendo i commenti parlano di optoisolatori sul controllo Mi domando ma l'alimentazione è isolata ? Altrimenti gli optoisolatori possiamo anche toglierli
3.- Se metto un optoisolatore devo avere due zone del PCB chiaramente separate ad alimentaizone e ground diversi cosa che non vedo I componenti da i due lati degli opto sono tutti molto vicini
4.- perché mettere un optoisolatore quando c'è già il relè che separa controllo da carico.
5.- Il relè riporta sull'etichetta 220 V/10A Mi piacerebbe vedere le piste del PCB se sono state realizzate per correnti da 10A e mi piacerebbe leggere anche le specifiche dle morsetto.

Ogni elettricista installatore deve rilasciare un certificato di conformità degli impianti che realizza poi uno ci mette di queste cose, a mio avviso molto pericolose e fuori da ogni normativa.. Però è bello accendere la luce usando l'app dal cellulare...Senza considerare poi che gli euro pagati per la scheda sono veramente pochi ma per avere quel prezzo i giovani italiani non lavorano e i giovani cinesi chissà in che condizioni lavorano ... ma qui deraglio troppo dal discorso
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
1.979 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 986
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[15] Re: Dispositivo acceso con relè non eccitato

Messaggioda Foto Utentedadothebest » 15 set 2017, 14:21

IlGuru ha scritto:Se la situazione non è questa
Alimentazione.png

ok

Ovviamente la situazione non è quella, il neutro e il negativo non sono collegati insieme ma sono due circuito completamente separati.
luxinterior ha scritto:Non intervengo per rispondere al problema ma guardavo la foto della scheda
1.- Non c'è la separazione richiesta tra 220 V e bassa tensione Secondo me non potresti collegare carichi a 220 V e a 12 V
2.- Leggendo i commenti parlano di optoisolatori sul controllo Mi domando ma l'alimentazione è isolata ? Altrimenti gli optoisolatori possiamo anche toglierli
3.- Se metto un optoisolatore devo avere due zone del PCB chiaramente separate ad alimentaizone e ground diversi cosa che non vedo I componenti da i due lati degli opto sono tutti molto vicini
4.- perché mettere un optoisolatore quando c'è già il relè che separa controllo da carico.
5.- Il relè riporta sull'etichetta 220 V/10A Mi piacerebbe vedere le piste del PCB se sono state realizzate per correnti da 10A e mi piacerebbe leggere anche le specifiche dle morsetto.

Ogni elettricista installatore deve rilasciare un certificato di conformità degli impianti che realizza poi uno ci mette di queste cose, a mio avviso molto pericolose e fuori da ogni normativa.. Però è bello accendere la luce usando l'app dal cellulare...Senza considerare poi che gli euro pagati per la scheda sono veramente pochi ma per avere quel prezzo i giovani italiani non lavorano e i giovani cinesi chissà in che condizioni lavorano ... ma qui deraglio troppo dal discorso

Cosa ti fa pensare che non ci sia separazione tra 220 V e 12V? Tutta la scheda funziona a 5V, i 12V e i 220 V sono collegati solo ai relè in modo indipendente, non hanno nulla in comune tra loro se non arduino che controlla il tutto.
Questo più che altro è un esercizio per imparare sul campo un po' di elettronica ed informatica e dopo 2 anni di università (ingegneria elettronica) ho imparato più cose facendo questo progetto che non a lezione.

Forse non sono riuscito a spiegarmi bene certe volte ma non sono così ignorante da collegare insieme la 220 V e i 12V, oppure non controllare la portata e le piste dei relè, l'isolazione dei circuiti e tutte queste cose.

Ringrazio Foto Utenteegbit per avermi suggerito la soluzione al problema (descritta sopra), grazie di cuore!
Avatar utente
Foto Utentedadothebest
24 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 nov 2013, 17:13
Località: Ascoli Piceno

0
voti

[16] Re: Dispositivo acceso con relè non eccitato

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 15 set 2017, 17:59

Visto che vuoi imparare sul campo:
Osserva il retro dello stampato:
Un pin del contatto del relè si trova in mezzo ai pin della bobina poiché non c'è la separazione corretta tra bassa tensione e "alta tensione" hanno fatto lo scavo. Nulla di male tutto legittimo anche se a mio modesto avviso era meglio usare un relè dove la separazione tra pin contatto e pin bobina era garantita dalla costruzione. Ma questo significa usare relè più costosi e ingombranti ma...a norma.

Non metto in dubbio che tu sappia collegare e mantenere separati i vari carichi ma trascuri un dettaglio importante se metti un carico a 220 V su un relè e su quello vicino un carico a 5V per la normativa dovresti fare lo scavo tra i pin vicini dei due relè(vedi sopra). Potresti risolvere lasciando un relè inutilizzato tra carico a 220 V e carico a bassa tensione.

Che poi più che un problema di normativa è un problema di sicurezza. uno pensa di mettere le mani su un circuito a 5V o 12V e a causa di un contatto non voluto (i pin i morsetti e i cavi sono a pochi mm di distanza) si ritrova i 220 dove non dovrebbero essere.

quanto alla larghezza delle piste da un calcolo molto conservativo a me risultano 3.6mm con spessore rame 70u (lo spessore normale è 35u) quindi se hanno lasciato spessore standard dovrebbero almeno raddoppiare la larghezza della pista. Fai tu le considerazioni finali. Vero è che la larghezza dipende anche dalla max temperatura di lavoro che prevedi per far lavorare il tutto (Con il limite dei 70°C per il PCB).

Tu studi ma a chi lavora girano le orecchie (sì sono una testa di ...) perché una scheda come quella che hai tu fatta come si deve e con garanzie di funzionare per quello che promette non costa 7euro e non ha nemmeno le dimensioni della tua scheda.
Concludo chiedendoti che senso ha mettere un optoisolatore collegato sia in ingresso che in uscita alla stessa tensione ? Guarda il PCB sotto l'opto c'è un'unica massa continua. Lo ritieni un progetto valido ?

Nulla da dire se consideri la scheda per quello che è un giocattolo con cui fare esperienza. Avrei parecchio da dire se con quella scheda gestisci la domotica in casa
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
1.979 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 986
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[17] Re: Dispositivo acceso con relè non eccitato

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 15 set 2017, 18:10

Ah siccome mi girano ancora ti invito a considerare le mie osservazioni dal punto di vista del progettista.
Quello che ha la responsabilità di garantire che le cose funzionino con tutta la sicurezza del caso.
Quello che deve fare qualcosa a prova di stupido, che continua a funzionare anche se usata in modo improprio e se non ce la fa più a funzionare non deve diventare un pericolo.
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
1.979 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 986
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

Precedente

Torna a Arduino

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti