Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Led 220 V on Chip

Caldaie, climatizzatori, isolamento termico, impianti di illuminazione e di insonorizzazione

Moderatori: Foto Utentepaolo a m, Foto UtenteDarioDT, Foto UtenteGuerra, Foto UtenteMassimoB

1
voti

[11] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 4 feb 2018, 0:32

Sono d'accordo, a parte i dubbi sulle potenze reali.

Meglio più LED meno potenti, per distribuire calore ma anche l'emissione di luce.

Ammesso siano realistici 50W a LED ci illumini i monumenti :mrgreen:

Elemet ha preso quello da 3 comunque
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
28,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7780
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[12] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 4 feb 2018, 12:17

Mi sta venendo voglia di provarli ... :mrgreen:

E allora facciamo qualche considerazione; da questo altro venditore si capisce qualcosa di più:
https://it.aliexpress.com/item/LED-COB- ... x8QAvD_BwE

a parte quello da 5W che non ha driver evidente, gli altri sembrano avere lo stesso numero di LED, e aumentano la potenza aumentando la corrente fornita ad essi.
E' evidente quindi che è assolutamente meglio usare quelli con taglio di potenze inferiori, a meno di usare degli ottimi, e costosi, radiatori
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
28,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7780
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[13] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto UtenteyVega » 4 feb 2018, 14:56

Correggetemi se sbaglio.. ma vorrei condividere qualche considerazione a voce alta per capire se sto sbagliando o meno...

Tutti i modelli e la stessa verifica iniziale indicata a inizio di questo post, evidenziano che questi led hanno comunque tutti grandi temperature da dissipare.
Forse sono fuorviato da dove ne vedo le principali applicazioni in cui ho bisogno di un buon rapporto tra emissione di luce, consumo e tempo in cui rimangono accesi.

Saper di dover dissipare 70 gradi significa:
- avere led che da un lato aprono nuovi orizzonti con i loro ingombri ridottissimi, ma quel che si riduce davanti finisce per aggravarsi dietro dovendo usare dissipatori sempre più "importanti".
- la dispersione in calore non lascia trasparire una grandissima efficienza
- mi ritroverei uno scalda vivande o stufetta dietro al led e d'estate un "anti-condizionatore" se li utilizzo in casa
- se penso ai led dove la luce deve rimanere accesa a lungo, mi ritrovo a dover gestire il problema di dissipare il calore in chiave ancora più grande per il numero di ore. Mi spiego meglio: immaginiamo di sostituire una luce da esterno sul vialetto di casa o del condominio, l'intero supporto, ammesso che potesse contenere un dissipatore adeguato, può non essere idoneo a gestire oltre 3mila ore l'anno questi range di temperatura così tanto più alti. Figuriamoci un'applicazione in casa.. (già i termostati lasciano un rigo grigio sul muro con il tempo).

Questi led sono accattivanti anche per me, ma mi lasciano ancora perplesso preferendo le generazioni precedenti un po' meno performanti in tutto, ma sicuramente più gestibili...
correggetemi se sbaglio..
Avatar utente
Foto UtenteyVega
20 2
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 30 dic 2017, 16:39

2
voti

[14] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 4 feb 2018, 16:41

sbagli!

Ne ho comprati un po', da ben 20W per provarli e da 5 come quelli di inizio 3d.

Questi LED non devono "dissipare 70°C", non si dissipano gradi ma W, quella è solo la T limite consigliata.

E' strano che dichiarino tali potenze, perché 20W a LED equivalgono a più di 100W incandescenza, quindi li misurerò...

Ma la potenza da dissipare è molto meno. Un LED da 20W illumina ALMENO come una lampadina da 100W, ma la lampadina dissipava in calore circa 90", il LED ne dissiperà 2-3.

Il problema è solo che quei W vengono dissipati su una piccola area e quindi ci vuole un buon radiatore, ma mica serve un radiatore enorme (a meno che non si voglia provare i LED da 50W e oltre...)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
28,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7780
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[15] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto UtenteyVega » 4 feb 2018, 17:19

Hai ragione, mi sono espresso male.
La mia considerazione faceva riferimento al fatto che anche il led da pochi W sale presto di temperatura, chiaramente perché era senza dissipatore, ma ipotizzando di usarlo per un'illuminazione che rimane accesa molte ore, credo richiederebbe un dissipatore non troppo minimale rendendone problematico l'adattamento.
Da provare per fare qualche confronto..
Avatar utente
Foto UtenteyVega
20 2
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 30 dic 2017, 16:39

1
voti

[16] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 4 feb 2018, 17:23

no, la salita rapida è solo legata al lamierino sottile su cui sono montati, che presuppone di essere attaccato a un radiatore.

Vale per qualsiasi componente, prova a usare un TO220 senza radiatore e fargli dissipare anche solo 1W...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
28,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7780
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[17] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto UtenteyVega » 4 feb 2018, 17:32

Vero..
sono fuorviato dal riferimento di led da 20w (una 15ina effettivi) che con driver esterno scaldano pochissimo anche con raffreddamento alla buona, montati su faretto diventa irrisorio anche se tenuto acceso 24 ore..
Li proverò prima o poi anch'io.. ;-)
Avatar utente
Foto UtenteyVega
20 2
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 30 dic 2017, 16:39

1
voti

[18] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 4 feb 2018, 17:34

che LED sono? 15W misurati? O magari "equivalenti incandescenza"?

Pensa che anni fa avevo accrocchiato un faretto montandoci dentro LED plastici da 8mm e 0,3W cadauno e si rompevano per temperatura solo perché la dissipazione avveniva attraverso i pin...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
28,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7780
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[19] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 5 feb 2018, 9:43

richiurci ha scritto:Se riesci misura quanto assorbono da rete con un wattmetro (meglio ancora se misuri anche il fattore di potenza).

essendo circuito raddrizzato ritengo sia difficile con normale strumento effettuare misure reali di corrente, perlomeno deve essere un true RMS, e magari di qualità.

Foto UtenteyVega ho realizzato qualche lampada a led, con alimentazione switching da 25W, ed ora sto realizzando 50W, funzionamento ottimo, ti posso assicurare che al giorno d'oggi la cosa più difficile è ottenere la dissipazione del calore dei led, anche perché una lampada LED da 50W deve dissipare quasi tutti i 50W in calore, restando sotto ad i 70°!

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.319 3 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2652
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

1
voti

[20] Re: Led 220 V on Chip

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 5 feb 2018, 10:13

lele ma che dici? Secondo te una lampada LED è inefficiente come una a incandescenza? La gran parte dei 50W viene emessa come LUCE, quindi NON è da dissipare, per fortuna direi!

Il problema resta, ma si tratta di dissipare pochi W...a meno che non chiudi il LED in un contenitore opaco che trasformi pure la radiazione luminosa in calore :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
28,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7780
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

PrecedenteProssimo

Torna a Termotecnica, illuminotecnica, acustica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti