Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

3
voti

[1] Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utentefpalone » 21 feb 2018, 11:19

Ciao a tutti,
colgo l'occasione fornita da questa notizia per aprire un topic che raccolga i progetti di accumulo elettrochimico su reti di trasmissione o sub-trasmissione.

Nello specifico il progetto di ENEL è interessante perché mi risulta il primo di grande taglia (22 MW) basato su batterie litio-titanato; queste batterie, dalle elevatissime prestazioni in termini di C-rate e di durabilità (oltre 10'000 cicli) sono state raramente utilizzate per via del loro costo molto elevato.
Sembrerebbe che ora i costi siano scesi attorno ai 1000 €/kW :shock: , che mi pare veramente poco!
Purtroppo queste news difficilmente riportano il costo complessivo dell'impianto, ma in genere solo quello del contratto. Comunque mi sembra ci sia un drastico abbassamento dei prezzi, tanto da rendere l'impianto redditizio nel mercato della PCR (regolazione primaria di frequenza) della zona Tedesca/Austriaca.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

1
voti

[2] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utenteplanaremagico » 14 mar 2018, 12:30

Ciao, iniziative di questo genere sono un bel passo verso un sistema distribuito di produzione dell'Energia Elettrica. Una miriade di piccoli e medi impianti fotovoltaici ed eolici (a me piacciono più i primi, soprattutto per il loro limitato impatto ambientale) e sistemi di accumulo grandi e piccoli in grado di stoccare l'energia prodotta di giorno. Il settore si evolve con ritmi incredibili, ne vedremo ancora delle belle.
Anche nel residenziale si stanno diffondendo i sistemi di accumulo e si evolvono anche loro in modo rapido, sia per quanto riguarda la potenza erogata, la capacità, l'affidabilità (e quindi gli anni di garanzia).
Forse un giorno, per quanto questo oggi possa sembrarci impossibile, spariranno le centrali termoelettriche e gli elettrodotti, i distributori come Enel provvederanno soprattutto a stoccare e distribuire l'energia, meno a produrla. Sembra fantascienza ma.... chissà?! So che in Germania vengono offerti degli incentivi a tutti i possessori di sistemi di accumulo se rendono sempre disponibile, al distributore di energia, una parte della loro carica (indipendentemente che venga utilizzata o meno dal distributore). Questo sembra che abbia contribuito enormemente alla diffusione dei sistemi di accumulo in quel Paese.
Avatar utente
Foto Utenteplanaremagico
47 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 13 lug 2009, 0:36

0
voti

[3] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utentevenexian » 14 mar 2018, 13:03

Come mai la taglia viene espressa in termini di potenza e non di energia?
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.963 1 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1647
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[4] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utenteplanaremagico » 14 mar 2018, 13:19

venexian ha scritto:Come mai la taglia viene espressa in termini di potenza e non di energia?

Hai ragione, la potenza erogata ha una sua importanza ma in genere quando si fa riferimento agli accumulatori ha senso parlare soprattutto di energia, è probabile che sia un refuso, qualche volta mi è capitato con il correttore ortografico... gli sta antipatica l'h :D
Avatar utente
Foto Utenteplanaremagico
47 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 13 lug 2009, 0:36

2
voti

[5] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utentefpalone » 14 mar 2018, 17:02

No, non è colpa del correttore, volevo proprio dire €/kW: nei servizi di rete di tipo power-intensive, come ad esempio la regolazione primaria di frequenza che dovrà performare l'impianto di ENEL descritto in [1], la potenza nominale diventa il fattore dimensionante per l'impianto di accumulo. Inoltre nel mercato tedesco in cui lavorerà il progetto ENEL la remunerazione settimanale del servizio di riserva primaria è espressa in €/MW; viene quindi più naturale ragionare in termini di potenza.
Invece, per impianti di tipo energy-intensive (tipo le batterie sodio-zolfo in Sud Italia od in Texas ), bisogna sicuramente pensare sia in termini di energia che di potenza; tuttavia le prospettive di sviluppo dei sistemi energy-intensive in Europa sono molto limitate. La maggior parte delle installazioni sarà di tipo power-intensive, almeno nel medio periodo.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[6] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utenteplanaremagico » 14 mar 2018, 18:31

fpalone ha scritto:... nei servizi di rete di tipo power-intensive, come ad esempio la regolazione primaria di frequenza che dovrà performare l'impianto di ENEL descritto in [1], la potenza nominale diventa il fattore dimensionante per l'impianto di accumulo.


Buono a sapersi, grazie per la precisazione.
Avatar utente
Foto Utenteplanaremagico
47 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 13 lug 2009, 0:36

0
voti

[7] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utentefpalone » 15 mar 2018, 12:37

Un progetto pilota per un accumulo ad idrogeno potrebbe partire a breve sull'isola di Giannutri. Sarebbe già dovuto partire ma è stato fortemente rallentato dai soliti problemi autorizzativi :roll: .
Per applicazioni power-intensive nel medio periodo non ci sarà convenienza economica per l'idrogeno, ma per applicazioni energy-intensive (accumuli giornalieri o settimanali) su piccola scala, come appunto nelle isole non interconnesse, ci sono delle buone prospettive in vista.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[8] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 15 mar 2018, 13:19

Ciao Fpalone,

ma quindi i 1000€/kW sono riferiti all'impianto?

Anche io avevo inteso fossero riferiti alle batterie e quindi dovessero essere in kWh
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[9] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utentefpalone » 15 mar 2018, 15:35

La notizia sul sito di EGP riporta:
Enel, attraverso la controllata per le rinnovabili Enel Green Power Germany (EGP Germany), ha firmato un accordo con l’operatore eolico tedesco ENERTRAG AG e la società svizzera di soluzioni di accumulo energetico Leclanché SA per la costruzione e gestione di un impianto a batterie a ioni di litio da 22 MW a Cremzow, nello stato del Brandeburgo. Si tratta del primo impianto di storage di Enel in Germania, e i lavori di costruzione richiederanno un investimento di circa 17 milioni di euro

quindi il costo apparente è di poco inferiore agli 800 €/kW.
Purtroppo queste notizie che vengono divulgate attraverso i canali aziendali non hanno (ovviamente) tutte le informazioni sui contratti, quindi non so dire se coprono tutti gli oneri dell'impianto (fornitura delle batterie, dell'inverter, del BOP, lavorazioni civili, montaggi, commissioning, garanzie, manutenzione...) o solo le forniture.
A naso quel prezzo mi sembra un po' basso per essere omnicomprensivo, visto l'uso di batterie LTO; se così fosse vorrebbe dire che anche il prezzo delle batterie è significativamente diminuito.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[10] Re: Sistemi di accumulo elettrochimico grid scale

Messaggioda Foto Utentevenexian » 15 mar 2018, 16:48

E' possibile sapere un impianto da 1 kW quanti kWh di batterie utilizza?
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.963 1 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1647
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

Prossimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti