Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Quanto inquina un'auto elettrica?

Urbanistica, paesaggio, clima, inquinamento, biodiversità...

Moderatore: Foto Utenteadmin

1
voti

[71] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 20 dic 2018, 16:38

brabus ha scritto:Nella Germania centrale il diesel (meglio se di grossa cilindrata; in azienda abbiamo appena comprato una flotta di 4.0) è duro a morire: fare quasi 1000km in un giorno, con una media di 160 km/h è attualmente impratico per un veicolo elettrico (escluse Tesla varie).

Verissimo, per le flotte aziendali può essere difficile rinunciare al diesel.
A parte poche auto aziendali di sede centrale per spostamenti urbani, il grosso della flotta è per noi costituito da diesel (anche se per la maggior parte sono dei più modesti 1.6 l, da cui l'invidia per la controparte tedesca :mrgreen: ), con percorrenze medie annuali sul centinaio di migliaia di km.
Per altre aziende invece, che operano in ambiente urbano (es. le municipalizzate) potrebbe essere molto più facile passare all'elettrico, ancora di più all'ibrido.

Riguardo all'utilità, è il compratore che decide cosa è "utile" per lui e prevedo che tantissimi riterranno utile avere un'autonomia elevata e saranno disposti a spendere di più per averla.
In un ottica di V2G avere una batteria con elevate prestazioni potrà consentire di rientrare dei costi di "inutilizzo" della batteria...
Avatar utente
Foto Utentefpalone
11,0k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2187
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[72] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 21 dic 2018, 15:22

brabus ha scritto:Nella Germania centrale il diesel (meglio se di grossa cilindrata; in azienda abbiamo appena comprato una flotta di 4.0)
coi soldi delle tasse non si ripulisce l'aria. Idealmente, se un veicolo inquina troppo se ne vieta la produzione e la commercializzazione, punto e basta --> è esattamente ciò che si è fatto negli scorsi decenni con le normative Euro3-4-5-6.
Le imposte aggiuntive tentano solo di accorciare i tempi; io non ci casco, mi tengo il mio diesel Euro 3 e aspetto il crack.

In Germania non si puo più entrare nelle citta con le macchine diesel e la gente e decisamente arrabbiata perché una volta danno l'incentivo sui diesel e dopo poco diventano fuorilegge e ti costringono a cambiare macchina, purtroppo non tutta la Germania sta allo stesso livello per es: a Monaco le persone hanno uno stipendio di tremila euro mentre a Berlino poco più di mille. E' chiaro che anche la le persone non hanno la possibilità di cambiare macchina ogni due tre anni. Sono d'accordo con Foto Utentebrabus questo sistema sta per crollare e quindi si arrampicano sugli specchi, se fosse così come affermano dovrebbero fermare tutti i camion e gli aerei. Questo è un sistema squilibrato, vogliono mungere le vacche 5 volte al giorno e pretendono che così facendo aumentano la produzione.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
3.094 3 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1840
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[73] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 21 dic 2018, 15:37

elektronik ha scritto: [...] mentre a Berlino poco più di mille.


come no...
https://www.averagesalarysurvey.com/berlin-germany
Avatar utente
Foto Utentefpalone
11,0k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2187
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[74] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 27 feb 2019, 15:06

Ode o demonizzazione del diesel, elogio dell'elettrico o inganno dell'inquinamento delocalizzato ?
Un accenno nella televisione generalista, dalla puntata di Fuori TG del 19/02/2019.
Dubbi che portano ad ulteriori domande ed inevitabilmente allargano la questione interessando altre tematiche.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
21,7k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6223
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[75] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 27 feb 2019, 16:10

brabus ha scritto:Solo in quel momento avrò bisogno di cambiare macchina e lo farò.

Non ho letto tutto il thread e non so se quello che sto per dire sia già stato discusso, ma il tuo post, specialmente la frase che ho citato, mi fa chiedere se inquini di più cambiare auto spesso, con le conseguenze ambientali che può avere un ricondizionamento o una rottamazione di un'auto e il corrispettivo inquinamento della produzione dell'auto nuova che hai acquistato, al posto di quella vecchia, piuttosto che accontentarsi di una tecnologia non ottima, ma che non comporti questi oneri, fino al fine vita naturale dell'auto vecchia.

La natura non rottama il nonno perché il nipote è tecnologicamente più avanzato, mi viene da pensare...
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
75,4k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8965
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

2
voti

[76] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto Utentebrabus » 27 feb 2019, 16:33

Foto UtentePietroBaima, a mio vedere il ragionamento è corretto e si può applicare a tutti i beni di consumo.
Io difendo da sempre il "right to repair"; spesso il costo delle mie riparazioni supera quello dell'acquisto di un bene nuovo di zecca:

- Per riparare il mio veicolo ho già investito più del doppio del suo valore di mercato, ma hey... funziona ancora benone e continuerò a effettuare riparazioni fintantoché non saranno strutturali (e.g. ruggine).
- Ho riparato molti telefoni cellulari (compreso il mio) investendo più soldi rispetto all'acquisto di un nuovo modello. Mi hanno aiutato i miei clienti: vivo in Austria, dove la cultura della riparazione è ben radicata e gli individui spendono volentieri qualche soldo in più pur di riavere il proprio cellulare e non uno nuovo. È una questione di principio.

Attualmente (2019), giunti al fine vita, gli oggetti semplicemente spariscono. Treni carichi di auto usate dirette verso l'Est Europa, container pieni di cellulari destinati a discariche cinesi, televisori abbandonati vicino ai cassonetti.
Quando ci disfiamo di un oggetto, questo cessa istantaneamente di esistere, nella nostra testa... ma non per l'ecosistema!

Certo, qualcuno può dire che il contributo RAEE serve proprio a chiudere il ciclo di vita di un prodotto, ma è effettivamente così oppure è il solito balzello a carico del cliente? I televisori ritirati finiscono comunque in discarica.

Non so se e quando questa tendenza si invertirà; probabilmente quando il riciclo inizierà ad essere più conveniente rispetto all'estrazione di nuove materie prime.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,8k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2461
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

3
voti

[77] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 27 feb 2019, 16:44

Sí, avevo letto tempo fa di un ricercatore all’imperial college di Londra che diceva proprio questo: un oggetto smette di inquinare, per noi, quando lo rottamiamo.

Faceva l’esempio delle buste di plastica biodegrabili, che, secondo lui, sono una presa per il q.
Questo perché si spende energia per produrle, piú di quella che si spende per le buste normali, poi il mais utilizzato per produrle é transgenico, le coltivazioni sottraggono area ad altre aree verdi e, per assurdo, quando si biodegradano, il fatto che non le vediamo piú non significa che gli additivi nocivi utilizzati per produrle non siano stati dispersi nell’ambiente.
Inoltre finiscono comunque in discarica o in mare e l’alternativa ecologica esiste giá da decenni: la busta di tela delle nostre nonne (io ne ho ancora qualcuna che tengo come ricordo)
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
75,4k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8965
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

1
voti

[78] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 27 feb 2019, 16:55

PietroBaima ha scritto:La natura non rottama il nonno perché il nipote è tecnologicamente più avanzato, mi viene da pensare...
Sono pienamente d'accordo con te. Ai governi non gli interessa nulla se un auto inquina oppure no quando ci sono dei guadagni, quando il mercato incomincia a vacillare allora devono mettere la tassa oppure devono vendere le macchine elettriche e così via e noi siamo i bacucchi che ci inghiottiamo tutto. L'energia viene prodotta ancora con le centrali nucleari e a carbone quella che cjhiamano pulita e pochissima ma visto che noi non vediamo lo sporco uscire dalla marmitta quella è energia pulita. Appena ci saranno sul mercato tutte auto elettriche e non si venderà più la benzina e il diesel, faranno delle prese speciali che tu non potrai mettere a casa e se la vuoi mettere verrà un incaricato a montartela con un contatore extra dove pagherai la corrende per caricare lea tua bella macchina ad un prezzo equivalente a quello della benzina o al diesel. Gli stati su tutta la terra abitata sono in bancarotta e quindi per battere cassa devono inventarsi sempre cose nuove, dimenticano che il mondo economico che in realta produce solo carta straccia e immondizia a preso il sopravvento sulla parte produttiva del pianeta, ecco perché un kg di immondizia costa più di un litro di latte. I condadini che sono quelli che producono qualcosa di tangibile che è l'unica cosa che ci permette di rimanere in vita muoiono di fame perché chi gestisce la finanza decide quando deve costare questo o quello. A breve ci sarà un crollo finanziario di quelli che non se ne mai visto sulla faccia della terra e i soldi non varranno più nulla, voglio vedere a chi venderanno queste cose superflue e futili, soprattutto quando mancheranno le cose da mangiare.
Ultima modifica di Foto Utenteelektronik il 27 feb 2019, 17:03, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
3.094 3 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1840
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

1
voti

[79] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto Utentebrabus » 27 feb 2019, 16:57

PietroBaima ha scritto:(...)
Faceva l’esempio delle buste di plastica biodegrabili, che, secondo lui, sono una presa per il q.
(...)


Vedo qui un interessante parallelo. Riflettiamo sulla seguente frase, pronunciata da un rappresentante dell'industria automobilistica svedese durante un congresso:

"Non vogliamo produrre auto più sicure. Vogliamo produrre auto che trasmettano solamente una maggior sensazione di sicurezza".

Se volessimo produrre auto più sicure, il dispositivo di controllo del tasso alcoolico sarebbe di serie, come pure gli allarmi che squillano se un bambino viene dimenticato in macchina (38 morti all'anno negli USA). I freni sarebbero più potenti, con sistemi di assistenza alla frenata più efficaci (invece vengono progettati per la versione di punta e poi ereditati dagli altri veicoli della Casa, con esiti imbarazzanti).

Allo stesso modo, nessuno è interessato a produrre oggetti a impatto ambientale realmente ridotto: l'importante è che l'idea imprenditoriale sia profittevole e che il consumatore sia appagato nel fatto di aver scelto un prodotto apparentemente "green".
I temi ambientali sono notoriamente i peggiori, dal punto di vista del ritorno commerciale.

L'unica forza in grado di imprimere un cambiamento è quella politica, tramite incentivi e bandi oculati; qui ci scontriamo tuttavia con analisi costi/benefici del tutto falsate.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,8k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2461
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

0
voti

[80] Re: Quanto inquina un'auto elettrica?

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 27 feb 2019, 17:23

rispondo prima all'OT sulle buste di plastica: in realtà lo scopo principale non era evidentemente il riciclaggio o il minor "costo" di produzione, ma la necessità di porre un freno al drammatico inquinamento in atto in mari, fiumi....credo ne abbiate già sentito parlare, il problema della plastica è la sua durata lunghissima, con impatto devastante su pesci e sulla catena alimentare.
Le buste biodegradabili eviteranno almeno questi accumuli, resta qualche dubbio sul fatto che il loro dissolvimento disperde microplastiche negli oceani, e sicuramente la miglior soluzione sono gli involucri riutilizzabili (io già da anni non uso sacchetti per fare la spesa ma i sacchettoni forniti dagli iper, sono ancora gli stesssi da più di 5 anni, forse dieci)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,0k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7360
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

PrecedenteProssimo

Torna a Ambiente

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite