Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Pompa incendio - salta interruttore enel

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[11] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utenteattilio » 9 apr 2018, 14:06

Ma quali protezioni intervengono? La fornitura è in BT?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,3k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8385
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

3
voti

[12] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentefpalone » 9 apr 2018, 14:50

Non darei per scontato che l'MTTF di un contattore sia così superiore rispetto a quello di un soft-starter.
A parità di produttore, la schneider riporta oltre 10 anni per un contattore e oltre 50 per un soft-starter...
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

-1
voti

[13] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentearabino1983 » 9 apr 2018, 15:25

paolo a m ha scritto:Mi pare che avessero suggerito un soft starter. Un soft starter non è un inverter.

Solita cosa... sempre di apparecchiatura elettronica si tratta.
Avatar utente
Foto Utentearabino1983
272 2 4 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1545
Iscritto il: 30 ott 2009, 18:28

0
voti

[14] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentearabino1983 » 9 apr 2018, 15:26

attilio ha scritto:Ma quali protezioni intervengono? La fornitura è in BT?


Scatta l'interruttore in cabina enel...
si purtoppo chi ha progettato, ha sbagliato a non richiedere una fornitura più grande.
Avatar utente
Foto Utentearabino1983
272 2 4 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1545
Iscritto il: 30 ott 2009, 18:28

0
voti

[15] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentearabino1983 » 9 apr 2018, 15:29

fpalone ha scritto:Non darei per scontato che l'MTTF di un contattore sia così superiore rispetto a quello di un soft-starter.
A parità di produttore, la schneider riporta oltre 10 anni per un contattore e oltre 50 per un soft-starter...


Ma nessuno ha mai parlato di contattori a monte....
Per quelli che stanno nel quadro del gruppo, sono garantiti dal costruttore... se non parte la pompa perché non va il contattore ne risponderà il costruttore.
Se non parte la pompa perché una sovratensione ha sciupato l'elettronica del soft start ne risponde il progettista che ha voluto far mettere l'apparecchiatura a monte della pompa.
Avatar utente
Foto Utentearabino1983
272 2 4 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1545
Iscritto il: 30 ott 2009, 18:28

3
voti

[16] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentefpalone » 9 apr 2018, 15:54

Chiaramente non ha il minimo senso installare un soft-starter e mantenere l'avviamento stella - triangolo (con i relativi contattori) in cascata; se metti il soft starter (ma anche il DOL, aumentando la potenza disponibile) devi togliere i contattori ed il controllo che realizzano lo stella-triangolo: "baratti" l'affidabilità dei contattori e relativi relais con quella del soft-starter.

Più che andare a "sensazione" ti consiglio però di fare un'analisi, magari sommaria, dell'affidabilità del sistema, perché i risultati potrebbero essere diversi da quelli che credi.
E' chiaro che il progettista (sei tu?) si assume la responsabilità di progettare un impianto a regola d'arte.
Non è detto (io non la penso così) che oggi la regola dell'arte sia rappresentata da un sistema di avviamento stella triangolo. Diverso è il discorso della "responsabilità" percepita... anche se non capisco per quale motivo se non funzionasse l'avviamento stella triangolo sarebbe colpa del produttore (e non del progettista che ha adottato un sistema così fatto), mentre se non va l'avviatore statico (immaginando di utilizzare un prodotto realizzato a regola d'arte) sarebbe colpa del progettista...

Ad ogni modo la questione ha poche soluzioni: se non vuoi togliere lo stella-triangolo, non ti rimane che pagare per un aumento di potenza.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[17] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentearabino1983 » 9 apr 2018, 16:06

No non sono il progettista incaricato, la ditta mi che ha in manutenzione l'ambiente mi ha chiesto un parere.
Io capisco la fattibilità tecnica e anche l'affidabilità del sistema.
Ma non posso dire di andare a modificare il circuito di comando di un gruppo antincendio che te lo vendono collaudato così com'è... con l'avviamento stella triangolo a bordo.
perché decadrebbe ovviamente la garanzia e quindi le colpe, in caso di malfunzionamento, ricadrebbero su chi ha fatto la modifica.
fpalone ha scritto:Non è detto (io non la penso così) che oggi la regola dell'arte sia rappresentata da un sistema di avviamento stella triangolo.

Sono d'accordo... ma il gruppo lo hanno collaudato e certificato così.
fpalone ha scritto:anche se non capisco per quale motivo se non funzionasse l'avviamento stella triangolo sarebbe colpa del produttore (e non del progettista che ha adottato un sistema così fatto), mentre se non va l'avviatore statico (immaginando di utilizzare un prodotto realizzato a regola d'arte) sarebbe colpa del progettista...

perché non è (almeno previa conferma...sto chiedendo direttamente a lovato e ti ringrazio della segnalazione), certificato per tale impiego. Nel senso, visto che non mettiamo magnetotermici sulla linea che alimenta la pomp incendi, tanto meno ci metterei un dispositivo elettronico che per una sovratensione puo' guastarsi.
Avatar utente
Foto Utentearabino1983
272 2 4 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1545
Iscritto il: 30 ott 2009, 18:28

0
voti

[18] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto UtentePanella » 9 apr 2018, 19:03

La soluzione con softstarter probabilmente non risolverebbe comunque il problema.
Ok la storia che è meglio dell'obsoleto stella-triangolo ma anche con un softstarter non si può ridurre la corrente di spunto alla nominale del motore, come minimo la macchina assorbe 2In allo spunto e probabilmente con quella corrente la linea si aprirebbe lo stesso, con l'incognita del possibile stallo della pompa se la coppia è troppo bassa.
Quindi più che softstarter direi inverter, ma non è applicabile nel tuo caso dove non si vuole che toccare il gruppo.
Potresti far azionare la pompa con un motore diesel ma direi che è decisamente complicato e poco fattibile con impianto già installato, anche a voler cercarsi rogne direi questa soluzione che non è applicabile per via del gruppo.
Forse l'unica soluzione che rimane è chiedere un aumento di potenza.
Avatar utente
Foto UtentePanella
607 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 134
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27

0
voti

[19] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utenteelettro » 9 apr 2018, 20:38

Premetto che anche io non sono un esperto di questo campo specifico, ma come al solito noto che chi il committente, il progettista e i produttori delle macchine più onerose in termini di servizio richiesto non dialogano tra loro. Il committente deve limitare le spese, il rpogettista deve accontentare tutti, chi monta l'antincendio non si preoccupa della continuotà del servizio.
Fatto salvo che ormai che la pompa antincendio ha dentro di essa l'azionamento con il metodo ormai vetusto della famigerata tecnica "Stella/Triangolo", è il caso di valutare un UPS a GE che garantisce al sistema antincendio di procedere in autonomia sempre.
In caso di incendio serio, o di una espolsione a seguito di incendio..è facile avere una disgiunzione della fornitura, e non si può pretendere diversamente.
La pompa o sitema antincendio, deve essere attiva con qualsiasi evenienza, per questo..se il committente non vuole gestire una nuova fornitura, che comporta di certo una nuova cabina MT/BT a carico suo, ovvero l'ente distributore gli addebita gli oneri, è bene scegliere la strada del GE.
Un GE diesel della taglia dovuta dovrebbe risolvere, si tratta di scegliere l'area idonea e figurare una linea dedicata, considerando che egli dovrà lavorare o attivarsi anche con pompa in azionamento.
In questo modo la gestione dell'antincendio è assicurata,io ..prima di tutto ..opterei con una pinza Fluke ad una misura della reale corrente di azionamento di queste pompe, poi con i dati cercherei in rete un produttore di GE che ha un modello adatto a questo caso, poi soluzione e due conti da presentare al committente.
Semmai dovesse capitare qualcosa, ovvero un incendio e poi un black-out dei sistemi premessi, non so come possa andare a finire con una eventuale inchiesta conoscitiva di carattere penale, e a chi verranno corrisposte le responsabilità.
Poi, si potrebbe anche valutare cosa costa meno, se un GE installato o un nuovo gruppo pompa con soft-start, oppure di una nuova fornitura, ovvero cosa costa meno. Ma poi in caso i interruzione della alimentazione a seguito di incendio siamo sempre con lo stesso problema.
Quindi, meglio adeguarsi, parlo da persona non specializzata, ma non vedo altra soluzione pratica.O_/ O_/
Avatar utente
Foto Utenteelettro
828 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2719
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[20] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utenteelettro » 9 apr 2018, 20:40

Mi pare - a memoria - che, come disse Mike ...la protezione delle pompe antincendio non dovrebbe comprendere la parte termica per evitare un eventuale intervento non previsto ..mentre è corretta la sola protezione magnetica della linea di alimentazione.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
828 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2719
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 66 ospiti