Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Pompa incendio - salta interruttore enel

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[51] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utenteeliop » 19 apr 2018, 10:54

Nel primo messaggio ,arabino dice che la corrente nominale del motore è 152A, e la corrente di spunto con avviamento diretto è di 420A ,credo si sia confuso forse con la corrente di avviamento che è diversa da quella di spunto ,la quale ha una durata subtransitoria con un valore di solito assegnato pari a 12*In,ed è su questo valore che va calcolata la taratura magnetica dell'interruttore di protezione (presumendo che l'intervento dell'interruttore sia istantaneo all'avviamento) ,per poter misurare questa corrente devi avere a disposizione una pinza che memorizzi il valore di picco su un tempo di 10msec.
Avatar utente
Foto Utenteeliop
340 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 12 dic 2011, 23:16

0
voti

[52] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 19 apr 2018, 12:29

Forse ci sarebbe voluto un motore winding-part - In pratica nello stesso motore si hanno due avvolgimenti separati, viene alimentato solo il primo in fase di avviamento in modo da avere uno spunto minore perché il motore è "più piccolo", quando il motore è avviato viene alimentato anche il secondo avvolgimento che a questo punto ha una corrente di spunto inferiore perché il motore è già in rotazione.
Esistono in diversi rapporti di avviamento: 50/50 - 60/40 - 70/30 secondo l’esigenza di esercizio. Saluti a eliop.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.282 3 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 1554
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

0
voti

[53] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 19 apr 2018, 16:36

Qualcuno conosce le condizioni contrattuali?
Foto Utentefpalone hai qualche informazione?
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.643 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2168
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[54] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utenteeliop » 19 apr 2018, 17:15

Ciao Stefano ,ricambio i saluti!
Avatar utente
Foto Utenteeliop
340 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 12 dic 2011, 23:16

2
voti

[55] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentefpalone » 19 apr 2018, 17:18

dal punto di vista contrattuale no, ma per me non puoi imputare nulla al distributore, a meno che tu non abbia da loro avuto una esplicita garanzia di una massima corrente di prelievo. Nulla vieta di mettersi in contatto con il distributore per cercare di superare il problema, ma non credo che siano tenuti a farlo senza oneri: potrebbero risponderti che è necessario un diverso schema di connessione, imputando al titolare i costi (ad esempio la costruzione di una nuova cabina MT/BT).
Infatti secondo CEI 0-21 è normale che l'eliminazione dei guasti si faccia con le massime correnti (non ci sarebbe bisogno di dirlo...).

5.2.3 Eliminazione dei guasti
Le reti di distribuzione BT sono generalmente protette contro le sovracorrenti mediante dispositivi di protezione a massima corrente.
Il Distributore è comunque tenuto ad evitare le masse nell’impianto di rete per la connessione presso l’utenza. Il sistema di protezione della rete BT è strutturato e coordinato in modo da operare l’eliminazione di cortocircuiti in tempi correlati alle prestazioni delle apparecchiature di manovra e dei sistemi di protezione che la tecnologia rende disponibili.


peraltro, il distributore potrebbe anche utilizzare un limitatore:

7.3.1.2 Utenti passivi con potenza oltre 30 kW.
Generalmente, per richieste di potenza oltre i 30 kW, il Distributore rende disponibile una potenza pari al valore richiesto ed in questo caso non installa dispositivi di limitazione della potenza(20) (vedi Fig. 3 - Schema C e Fig. 5 – Schema A).
Il Distributore installa un contatore dell’energia elettrica in grado di rilevare il massimo valore della potenza prelevata. In caso di sistematici prelievi di potenza, determinati come potenza attiva massima prelevata su base quarto d’ora, eccedenti il livello della potenza disponibile, può procedere all’adeguamento contrattuale relativo alla medesima potenza disponibile.
(Delibera AEEGSI 292/06, art. 4 comma 2 lettera g). Normalmente, si considera come sistematico il superamento del livello della potenza disponibile, in prelievo, effettuato in almeno due distinti mesi nell’anno solare TIC.
Il Distributore ha facoltà di installare limitatori della potenza prelevata oltre la potenza disponibile tenendo in considerazione le esigenze di sicurezza della rete.


Se il distributore ti cambia le tarature bene, altrimenti insisto a dire che mi sembrerebbe sempre più semplice agire sul gruppo, facendolo modificare da una ditta in grado di marcarlo CE con soft-starter o inverter, ma pure con reattore serie... sarebbe sempre meglio dell'attuale situazione di non funzionamento.
Del resto ad oggi la responsabilità non è solo di chi ha collaudato il gruppo, ma anche della committenza e dei tecnici da essa deputati al funzionamento dell'impianto che, sapendo che il gruppo non funziona, se lo tengono così per "non perdere la certificazione" :^o

PS - mi autocensurerei
Mi fa schifo pensarla tecnicamente ma se nella linea di alimentazione della pompa inserisci tra contatore e quadro di alimentazione un reattore serie di limitazione della corrente per ridurre la corrente di corto circuito, da poche centinaia di , non modifichi il quadro certificato e forse risolvi il problema...
certo devi almeno farti dire dal distributore quanto è la massima corrente che puoi assorbire per dimensionare correttamente il reattore!
Avatar utente
Foto Utentefpalone
12,1k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

3
voti

[56] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentefpalone » 19 apr 2018, 19:30

A pensarci oggettivamente hai ragione, ma una reattanza di avviamento mi viene naturale pensarla integrata nel quadro di controllo della pompa in modo da poterla bypassare dopo n secondi per il funzionamento a regime permanante... Ma così ricadremmo nel problema di "modificare" quel quadro è perdere la certificazione. Mettendola fuori invece, non si modificherebbe il quadro, ma la reattanza rimarrebbe sempre inserita.
È vero che per quel poco tempo che lavora la pompa non ci si preoccupa certo di perdite e di potenza reattiva, ma pensarla sempre inserita invece che bypassabile non mi piace .
Poi per carità, è enormemente meglio di avere una pompa che fa scattare l'alimentazione.
Vista la difficoltà (o la diffidenza) nel far modificare il quadro mi sembra che questa sia una delle poche soluzioni percorribili.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
12,1k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[57] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utentearabino1983 » 23 apr 2018, 7:43

L'ENEL so che garantisce entro il 10% della potenza contrattuale.

fpalone ha scritto:Mi fa schifo pensarla tecnicamente ma se nella linea di alimentazione della pompa inserisci tra contatore e quadro di alimentazione un reattore serie di limitazione della corrente per ridurre la corrente di corto circuito, da poche centinaia di mΩ, non modifichi il quadro certificato e forse risolvi il problema...
certo devi almeno farti dire dal distributore quanto è la massima corrente che puoi assorbire per dimensionare correttamente il reattore!


Beh effettivamente....potrebbe starci.
Avatar utente
Foto Utentearabino1983
312 2 4 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1680
Iscritto il: 30 ott 2009, 18:28

2
voti

[58] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto UtenteMike » 23 apr 2018, 11:03

Certo che nel 2018 installare una reattanza quando puoi utilizzare un softstart fa ridere, credo che intendesse questo Foto Utentefpalone per autocensura :lol:
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14275
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[59] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utenteelettro » 27 apr 2018, 11:13

Mah...io adotterei un soft start...senza se e ma...ancher se ha un costo rilevante per il committente.
Voglio proporre un quesito, col beneficio del dubbio: E'possibile installare una nuova unità di servizio di fornitura come "altri usi" e riservarla solo per il sistema antincendio ed emergenza.??
In caso di incendio o principio o di cc causato dall'evento, questa fornitura rimane attiva sempre e garantisce il servizio..possible.?
Saluti. O_/ O_/ O_/
Avatar utente
Foto Utenteelettro
903 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[60] Re: Pompa incendio - salta interruttore enel

Messaggioda Foto Utenteattilio » 27 apr 2018, 12:44

In una situazione del genere il costo di un inverter o di un softstarter è del tutto irrilevante

Bisogna capire se Enel ha la possibilità di aumentare la potenza disponibile per consentire lo spunto

Da li valutare gli aspetti econonici tra le varie soluzioni
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,6k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8607
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 44 ospiti