Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

64-8; V5

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[91] Re: 64-8; V5

Messaggioda Foto Utentecalmo » 8 mag 2019, 21:08

ciao goofy
ora ti dico quello che penso io:

1) La rinuncia a R4 è possibile anche in caso di ospedali o rischio di esplosione per come l'ho sempre interpretata io.

in un ospedale la rinuncia espressa dal rischio "4" può essere certamente fatta, ma la rinuncia si può ritenere valida per quanto concerne i luoghi diciamo ordinari, ad esempio camere di degenza, ambulatori di tipo "1", locali di uso generale, ecc. laddove la rottura di un apparecchio elettrico non può causare la morte di nessuno.
Premesso quanto sopra, per quanto concerne invece le sale operatorie, e tutti gli ambulatori di tipo 2 in generale, si è sempre costretti a valutare il rischio economico R4 realizzando la protezione puntuale dalle sovratensioni per il rischio "4" perché in questo caso il rischio "4" è legato al rischio "1" e cioè non ci si può permettere che delle sovratensioni danneggino degli apparecchi elettrici vitali, in questa eventualità è necessario quindi procedere al dimensionamento delle protezioni finalizzate alla protezione degli utilizzatori elettrici vitali.

2) Il calcolo della frequenza di danno lo fa in automatico il software, lo lascio inserito in relazione ma non leggo neppure i risultati e non lo considero.

Per gli ospedali valgono le stesse considerazioni del punto 1) la frequenza di danno (anche se di fatto spesso e volentieri non si soddisfa neanche applicando tutte le misure.......) la devi sempre considerare per ambulatori di tipo 2 (idem per luoghi con pericolo di esplosione ecc.).
Per quanto concerne i restanti locali e gli altri luoghi in generale, la frequenza di danno si intende sempre riconducibile al rischio "4" e per tale motivo essendo una valore introdotto dalla guida CEI 81-29 e non dalla 81-10 io preferisco formalizzare anche in questo caso la rinuncia espressa a questo parametro.
Anche io durante il calcolo non tengo in considerazione il risultato relativo alla frequenza di danno tranne per i casi di cui sopra.

3)
IN CASO DI SINISTRO COME POTREBBE PENSARLA UN MAGISTRATO ??

è ovvio che il magistraro e il CTU a seconda della sua competenza, possono pensarla a loro modo ma avrei voluto capire come la pensate voi in merito.
In breve quello che vorrei capire è se la sola valutazione del rischio effettuata in base alla norma CEI 81-10 si può considerare sufficiente, come del resto è stato fino a marzo 2019.
Avatar utente
Foto Utentecalmo
213 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 272
Iscritto il: 3 ott 2007, 12:55

2
voti

[92] Re: 64-8; V5

Messaggioda Foto Utentelillo » 9 mag 2019, 9:09

ciao,
Foto Utentecalmo ha scritto:Premesso quanto sopra, per quanto concerne invece le sale operatorie, e tutti gli ambulatori di tipo 2 in generale, si è sempre costretti a valutare il rischio economico R4

non la vedo proprio così, ma credo di aver intuito quello che intendi.
il rischio R4 si riferisce al rischio economico, dove tu devi quantificare in termini economici una perdita.
è complesso e a dirla tutta non servono solo conoscenze tecniche ma bisogna avere anche una certa capacità in termini di perizia economica, stime dei costi, ammortamenti, ecc...

in caso di locale di gruppo 2, ai rischi parziali soliti, si somma la componente Rm, che tiene conto dei rischi relativi ai danni agli impianti interni, ovvero il rischio legato all'eventuale avaria di apparecchiature a causa del LEMP.
questo non significa valutare economicamente il rischio, ma solo tenere in considerazione che in un locale di gruppo 2, l'eventuale avaria di un apparecchiatura è da considerarsi ai fini della valutazione del rischio R1, in quanto l'avaria di un polmone artificiale metterebbe in pericolo di vita il paziente, mentre l'avaria del frigorifero a casa nostra no.
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,4k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3244
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

3
voti

[93] Re: 64-8; V5

Messaggioda Foto UtenteMike » 9 mag 2019, 9:37

iosolo35 ha scritto:Sono proprio contento di rivederti Foto UtenteMike, ci dai la tua opinione sulla V5 in merito al tema SPD che abbiamo affrontato? :D


Grazie Foto Utenteiosolo35! In merito alla variante V5 e a altre varianti, vedo pochi contenuti tecnici o scientifici ma principalmente "burocrazia". Detto questo, il mio approccio è questo:
1. valuto il rischio con l'unica norma tecnica che ha competenza in merito
2. ovviamente se gli SPD servono a ridurre il rischio R1 li prevedo a progetto
3. se il committente rinuncia alla valutazione del rischio R4 degli SPD me ne sbatto, perché se non glie ne frega nulla a lui del danno economico, io men che meno.
4. se non si fa la valutazione del rischio, il progettista o installatore applica la V5 e quindi si installano SPD come se piovesse per far felice la lobby degli SPDisti :mrgreen:
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,3k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14144
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[94] Re: 64-8; V5

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 9 mag 2019, 11:59

calmo ha scritto:ciao goofy
ora ti dico quello che penso io:


Io la penso come Lillo, sottoscrivo il suo intervento
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.087 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1923
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[95] Re: 64-8; V5

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 9 mag 2019, 12:42

Mike ha scritto:.. se non si fa la valutazione del rischio, il progettista o installatore applica la V5 e quindi si installano SPD ....

Grazie Foto UtenteMike, quindi nel caso di un appartamento, privo di progetto e valutazione fatti da noi professionisti, vedo molto difficile che l'elettricista faccia la valutazione rispettando le regole della V5, cosa possiamo consigliare all'installatore di installare sempre gli SPD? Mi sempre una grossa forzatura ed un dispendio di denaro inutile.
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
41,5k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3332
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[96] Re: 64-8; V5

Messaggioda Foto Utentecalmo » 9 mag 2019, 13:22

lillo ha scritto:ciao,
[..]



come immagino hai già capito quando parlavo di rischio 4 non intendevo la valutazione economica ma volevo dire appunto che in caso di ambulatori di tipo 2 è necessario effettuare la protezione delle apparecchiature elettriche vitali per forza e quindi applicare le misure di protezione e il dimensionamento puntuale delle protezioni fino all'utilizzatore così come facciamo quando operiamo per la protezione relativa al rischio 4.
In breve in questi locali la protezione dell'apparecchiatura vitale deve essere fatta per forza applicando i medesimi provvedimenti che si usano quando si vuole ottemperare alla protezione dal rischio 4, in altri locali generici tale protezione sarebbe finalizzato solo a un fatto economico per cui il cliente può rinunciare sia alla valutazione che alla protezione dal rischio 4.




Mike ha scritto:
iosolo35 ha scritto:Sono proprio contento di rivederti Foto UtenteMike, ci dai la tua opinione sulla V5 in merito al tema SPD che abbiamo affrontato? :D


Grazie Foto Utenteiosolo35! In merito alla variante V5 e a altre varianti, vedo pochi contenuti tecnici o scientifici ma principalmente "burocrazia". Detto questo, il mio approccio è questo:
1. valuto il rischio con l'unica norma tecnica che ha competenza in merito
2. ovviamente se gli SPD servono a ridurre il rischio R1 li prevedo a progetto
3. se il committente rinuncia alla valutazione del rischio R4 degli SPD me ne sbatto, perché se non glie ne frega nulla a lui del danno economico, io men che meno.
4. se non si fa la valutazione del rischio, il progettista o installatore applica la V5 e quindi si installano SPD come se piovesse per far felice la lobby degli SPDisti :mrgreen:


adesso ci siamo, questo volevo sentire
Avatar utente
Foto Utentecalmo
213 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 272
Iscritto il: 3 ott 2007, 12:55

0
voti

[97] Re: 64-8; V5

Messaggioda Foto UtenteMike » 9 mag 2019, 16:54

iosolo35 ha scritto: cosa possiamo consigliare all'installatore di installare sempre gli SPD? Mi sempre una grossa forzatura ed un dispendio di denaro inutile.


Infatti, metterli a caso o non metterli è in ogni caso sbagliato. Soluzioni? Se l'installatore non è in grado di valutare questo aspetto che si affidi a qualche professionista di fiducia.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,3k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14144
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 34 ospiti