Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Urbanistica, paesaggio, clima, inquinamento, biodiversità...

Moderatore: Foto Utenteadmin

0
voti

[1] Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 apr 2018, 17:06

Ciao a tutti,

apro questo 3d per esporre alcuni dubbi e considerazioni su un argomento che ha implicazioni ambientali oltre che economiche e strategiche: il mix energetico sul quale si basa la produzione di energia elettrica.

Rileggendo la mia bolletta infatti mi è venuto un dubbio al quale magari Foto Utentefpalone o altri sapranno dare risposta.

Inoltre vorrei raccogliere in questo 3d l'evoluzione del mix energetico nazionale per capire in che direzione andiamo, e quale eventuale effetto avrà la diffusione di nuove tecnologie come pompe di calore (PdC) per il riscaldamento, veicoli elettrici ma anche (dal lato produzione) l'aumento o la riduzione della quota di energia da rinnovabile.

Ecco quindi due tabelle estratte dalla mia bolletta; ho cambiato da poco gestore e comunque fino a qualche anno fa il mix non era riportato in bolletta. Le rinnovabili sono intorno al 40% ma le tabelle dicono anche altro

Nel biennio 2013-2014:
MIX2013_14.jpg


e in quello 2015-16:
MIX2015_16.jpg


Le prime domande:
1) la tabella a destra sul mix nazionale è ufficiale come spero? E' possibile avere i valori degli anni precedenti?
2) la presenza del nucleare mi fa dedurre che dentro il mix è considerata sia l'energia prodotta in Italia che quella prodotta all'estero giusto?

3) il mix dell'azienda EON è differente, anche gli altri fornitori indicano il "loro" mix in bolletta?
4) ipoteticamente sommando tutti i mix dei fornitori dovremmo ricalcare il mix nazionale?

E infine una domanda personale. Io da quest'anno pago l'energia poco di più per averla da rinnovabili, sicuramente questo mi ha fatto guadagnare un bellissimo logo in bolletta :mrgreen: :
fig001.jpg
fig001.jpg (3.47 KiB) Osservato 784 volte


ma oltre alla soddisfazione grafica, guardando gli andamenti negli anni del mix di EON mi vengono in mente alcuni dubbi e domande che non voglio esplicitare subito per non condizionarvi troppo (anche se magari si è capito dove voglio andare a parare); per ora la domanda è:

5) la mia scelta "da rinnovabili", pagata di tasca mia, come va a influenzare le decisioni EON e il suo mix aziendale?

Spero ne venga fuori una discussione interessante
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[2] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utentegabrisav » 17 apr 2018, 18:24

Io non capisco come fanno a garantirti che la corrente che usi sia interamente da fonte rinnovabile, mentre il tuo vicino, che ha un contratto " normale " usa corrente prodotta da una centrale a carbone.

Per il resto non so cosa rispondere ;-)
Avatar utente
Foto Utentegabrisav
966 2 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 13 set 2015, 18:26
Località: Borgosatollo (Bs)

0
voti

[3] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 apr 2018, 18:41

In pratica è la mia domanda 5...

Un modo ci sarebbe, tipo certificati verdi, ma volevo appunto saperne di più, spero ci sia qualcosa di ufficiale al riguardo
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

3
voti

[4] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utentefpalone » 17 apr 2018, 19:29

Ciao Foto Utenterichiurci,
Per quanto riguarda i dati storici li trovi qui, a partire dalla fine '800 ad oggi...
Per le altre domande mi informo un po'. Credo che nel mercato libero, se chiedi energia rinnovabile il tuo fornitore ti "ribalta" una quota dell'energia di rinnovabile che acquista a sua volta da produttori.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[5] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 apr 2018, 20:17

Foto Utentefpalone, visto che hai capito la domanda la spiego meglio per chi non avesse afferrato: se io pago qualcosa in più per averle da rinnovabili non lo faccio per soddisfazione morale, ma per contribuire nel mio piccolo ad aumentare la quota. Visto che spesso si dice che costano di più mi sembra sensato.

Bene se pago devo ricevere il "prodotto", mi aspetterei che EON debba AGGIUNGERE quote di rinnovabili in base alle richieste come la mia.

Invece vedo che EON negli ultimi anni ha ridotto la quota di rinnovabili.

Insomma se mi rigira solo una quota delle rinnovabili che AVEVA GIA', tra l'altro riducendone la percentuale sul totale, mi sembra che mi stia prendendo per i fondelli.

Se riesci ad informarti...mi sembra che l'opzione "energia da rinnovabili" la abbiano in tanti fornitori
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[6] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 apr 2018, 21:23

Non stiamo parlando di produttori di energia, ma di distributori, che comprano energia e la rivendono ai loro clienti... e poi magari in parte possono costruire o comprare qualche centrale per aumentare il business e diventare anche produttori.

Quello che chiedo (a chi lo sa, non mi interessano opinioni personali) è se esiste qualche regolamentazione.

Per imitarti faccio un esempio numerico: EON vende xx kWh, di cui yy tradizionali e zz da rinnovabili.

Se Richi e tanti altri chiedono di avere solo rinnovabili, EON dovrebbe (per rispettare il contratto) ridurre i contratti con produttori da centrali tradizionali e aumentare quello da produttori rinnovabili, semplicemente conteggiando i kWh che richi e tutti i verdisti consumano annualmente.

Viceversa se qualcuno disdice l'opzione, EON potrebbe tornare (per quei kWh) a comprare da fonti fossili, se è vero che sono più convenienti.

Si può fare, basta un foglio excel, i consumi ormai sono tutti noti alla frazione di kWh...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[7] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utenteattilio » 17 apr 2018, 21:30

richiurci ha scritto:mi sembra che mi stia prendendo per i fondelli.

Non è che ti sembra...

Tra l'altro ragiona per assurdi... e per numeri... sarò scarso in economia ma i conti non mi tornano se ipotizzo una situazione realistica

Comunque il logo è figo... come le buste della spesa "bio" :mrgreen:
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,3k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8385
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[8] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 apr 2018, 22:58

Ho trovato in rete vari link ai "certificati verdi", non più emessi dal 2012.

La domanda, alla quale (forse) risponderà fpalone è come vengono gestiti, da società come EON, i clienti che pagano un sovrapprezzo per avere energia da fonti rinnovabili, visto che è una opzione che mi hanno offerto un anno fa circa.

Vado a informarmi su un gestore che offriva SOLO energia rinnovabile,almeno sulla carta, prima di cambiare non vorrei finire in un'altra fregatura verde solo con il logo (ammesso che questa di EON sia una fregatura)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6722
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[9] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 18 apr 2018, 0:33

richiurci ha scritto:(...) Bene se pago devo ricevere il "prodotto", mi aspetterei che EON debba AGGIUNGERE quote di rinnovabili in base alle richieste come la mia.

Invece vedo che EON negli ultimi anni ha ridotto la quota di rinnovabili.

Insomma se mi rigira solo una quota delle rinnovabili che AVEVA GIA', tra l'altro riducendone la percentuale sul totale, mi sembra che mi stia prendendo per i fondelli. (...)
perché ?
Non è possibile che in assoluto, malgrado tu chieda un contratto del genere, siano in diminuzione quelli che richiedono il medesimo trattamento ?
Oppure, non è possibile che malgrado siano in aumento quelli che fanno richiesta d'un contratto come il tuo, risultino aumentare percentualmente gli altri cioè quelli che vogliono un contratto "convenzionale" ?
In tal caso il distributore, pur aumentando in percentuale l'acquisto dell'energia rinnovabile, aumenterebbe ancor più l'acquisto di quella "convenzionale": in percentuale (in assoluto) la diminuzione dell'acquisto di quella rinnovabile sarebbe solo apparente.
O no ?

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
20,9k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5874
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

4
voti

[10] Re: Mix energetico nazionale, aziendale e personale

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 apr 2018, 9:25

richiurci ha scritto:come vengono gestiti, da società come EON, i clienti che pagano un sovrapprezzo per avere energia da fonti rinnovabili

Fino a qui la risposta è semplice: la società che ti vende l'energia a sua volta deve approvvigionarla, sul mercato oppure direttamente da un'altra branch societaria (EON ad esempio ha anche un ramo produzione, da fonti rinnovabili e non).
Se a te, come ad altri tot clienti, vende energia rinnovabile, dovrà approvvigionarsi di energia rinnovabile sufficiente per fornirla a tutti i tot clienti.
Al tempo stesso continuerà ad approvvigionare e vendere energia "mista" per tutti gli altri clienti, secondo la maggiore convenienza o comunque secondo sue strategie.
Può quindi accadere che l'energia rinnovabile approvvigionata sia calata, per motivi più svariati: ad esempio EON ha venduto tutto il nucleo idroelettrico di Terni a ERG nel 2015.
Per contro, se tutti i clienti EON (come di qualsiasi altra società) comprassero solo energia rinnovabile, EON sarebbe costretta ad acquistare solo energia rinnovabile.
Tu, acquistando energia rinnovabile da EON, nel tuo piccolo, li obblighi ad acquistare almeno tot MWh/anno di energia rinnovabile. Magari la avrebbe comprata lo stesso per convenienza economica, ma questo non è realisticamente possible saperlo.



art.96
l'offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, è valutata sulla base di criteri oggettivi, quali gli aspetti qualitativi, ambientali o sociali, connessi all'oggetto dell'appalto.
[...]
d) la compensazione delle emissioni di gas ad effetto serra associate alle attività dell'azienda calcolate secondo i metodi stabiliti in base alla raccomandazione n. 2013/179/UE della Commissione del 9 aprile 2013, relativa all'uso di metodologie comuni per misurare e comunicare le prestazioni ambientali nel corso del ciclo di vita dei prodotti e delle organizzazioni


Molte amministrazioni, ma anche tante aziende, utilizzano come criterio di punteggio tecnico la CO2 emessa nel ciclo vita (LCA). Quindi per un'azienda utilizzare energia da fonti rinnovabili può essere un vantaggio (alla fine economico) in fase di gara.
Ci sono quindi società che trattano solo energie rinnovabili, ad esempio questa, e forniscono una certificazione per la tracciabilità dell'energia prodotta.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
9.425 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1925
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

Prossimo

Torna a Ambiente

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite