Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Generatore impianto cogenerazione

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Generatore impianto cogenerazione

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 18 giu 2018, 9:05

Buongiorno,
vorrei chiedere un'informazione riguardante il collegamento ad una rete elettrica di un generatore di una turbina a gas.

Nell'immagine in allegato si può vedere lo schema unifilare del collegamento del generatore, mi chiedo se è corretto e quali potrebbero essere le criticità nel non inserire sul lato 6.3 kV un sezionatore+interruttore.

Ci sono controindicazioni oppure sarebbe un costo aggiuntivo inutile prevederli?

Grazie a tutti per le risposte.

Ciao O_/
Allegati
Im.jpg
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
115 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 307
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

1
voti

[2] Re: Generatore impianto cogenerazione

Messaggioda Foto UtenteMike » 18 giu 2018, 9:10

loganwolverine ha scritto:Ci sono controindicazioni oppure sarebbe un costo aggiuntivo inutile prevederli?

Nessuna controindicazione e pertanto è inutile.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

4
voti

[3] Re: Generatore impianto cogenerazione

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 giu 2018, 9:42

Nella soluzione con montante rigido perdi qualcosa in flessibilità e tempestività di eliminazione dei guasti; come progettista devi valutare se il costo di un interruttore di macchina (non è un normale interruttore) sia giustificato.
Con il montante rigido:
- in caso di guasto sul trasformatore elevatore, la corrente di guasto permane fino alla diseccitazione del generatore, con maggiore rischio di incendio del trasformatore.
- non è possibile spillare potenza dal montante durante la fase di avviamento del gruppo. Deve quindi essere previsto un trasformatore di avviamento collegato ad un montante diverso. Inoltre va verificata la capacità di interruzione dell'interruttore lato AT del trasformatore elevatore, per la presenza di correnti unidirezionali in caso di guasto ed eventualmente introdotto un ritardo intenzionale in apertura.
Più sali di potenza, e di tensione, più risulta conveniente l'installazione di un interruttore di macchina.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
14,9k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2819
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[4] Re: Generatore impianto cogenerazione

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 18 giu 2018, 9:47

fpalone grazie chiarissimo, molto esaustivo! :ok:
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
115 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 307
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

0
voti

[5] Re: Generatore impianto cogenerazione

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 18 giu 2018, 10:14

Rileggendo la tua risposta mi è venuto un dubbio #-o
- in caso di guasto sul trasformatore elevatore la protezione di massima corrente della cella 06 come si comporterebbe? Interverrebbe oppure bisogna aspettare la protezione che diseccita la macchina?
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
115 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 307
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

2
voti

[6] Re: Generatore impianto cogenerazione

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 giu 2018, 10:55

in caso di guasto interno al trasformatore le protezioni di macchina dovranno comandare l'apertura dell'interruttore della cella 06 (senza ritardo intenzionale) e la diseccitazione della macchina.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
14,9k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2819
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

2
voti

[7] Re: Generatore impianto cogenerazione

Messaggioda Foto UtenteCoulomb » 18 giu 2018, 16:42

Come ti ha già scritto Foto Utentefpalone la soluzione impiantistica è legata al costo dell'interruttore di macchina, su macchine piccole/medie diciamo fino a 40MVA si può adottare la soluzione con montante rigido.
Chiaramente questo non è obbligatorio ma non hai una grande utilità ad introdurre un ulteriore interruttore.
Il dimensionamento di un interruttore di macchina è poi abbastanza complicato, è opportuno però sapere che se non scelto correttamente non è in grado di aprire le correnti di guasto con conseguenti effetti disastrosi.
Il montante rigido ha il vantaggio che con un trasformatore di mezzo il contributo del generatore al guasto è limitato dal trasformatore e questo da una grossa mano nel dimensionamento degli interruttori del quadro al primario, dimensionamento che diventa generalmente meno critico anche per gli altri interruttori che in caso di guasto vedono il contributo sia del generatore che della rete.
La presenza del trasformatore permette poi di isolare elettricamente la rete a valle del trasformatore in caso di guasto a terra.
Parlando di protezioni, per guasto di fase interno alla zona protetta dovrebbe scattare in prima battuta la protezione del differenziale montante trasformatore+generatore.
La protezione differenziale è molto più sensibile in corrente delle varie funzioni di massima corrente ed è pensata proprio per scattare in condizione di guasto per valori di corrente e con tempi bassi al fine di limitare i danni ai componenti.
Per guasto di fase al primario del trasformatore nel caso l'evento determini elevate correnti di guasto sicuramente scatterà anche la funzione di protezione di massima corrente che se opportunamente tarata deve avere una soglia impostata in tempo base.
La protezione differenziale oltre a quanto ti hanno già scritto dotrebbe fare anche blocco turbina, inutile far girare una macchina su guasto anche se diseccitata .
Avatar utente
Foto UtenteCoulomb
710 4
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 190
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 26 ospiti