Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

controllo automatico resistenza contatti relè

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] controllo automatico resistenza contatti relè

Messaggioda Foto Utentegabrieleli » 21 giu 2018, 16:25

Salve a tutti, mi chiamo gabriele e lavoro in un'azienda di automazioni.
A lavoro per essere sicuro che i rele che utilizzo siano corretti e senza problemi, devo misurare prima l'impedenza del contatto.
Volevo sapere, se si poteva fare un circuito, in modo tale che se l'impedenza del contatto è entro i 5 ohm, si accende un led. Altrimenti il led rimane spento.
Oppure in contrario, non importa.
Come posso procedere?

Grazie mille
Gabriele
Avatar utente
Foto Utentegabrieleli
10 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 giu 2018, 13:48

0
voti

[2] Re: controllo impedenza rele automatico

Messaggioda Foto Utentegabrieleli » 21 giu 2018, 16:28

pensavo di polarizzare un transistor, in modo tale che se una resistenza è nel limite tra 0 e 5 ohm, il transitor si chiude (o si apre)
Avatar utente
Foto Utentegabrieleli
10 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 giu 2018, 13:48

0
voti

[3] Re: controllo impedenza rele automatico

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 21 giu 2018, 16:54

Potresti misurare la resistenza dei contatti come caduta di tensione quando attraversati da una data corrente.
Una R di 5 ohm mi pare alta. sono relè miniatura ?
Che valore di corrente nei contatti?
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.190 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2411
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[4] Re: controllo impedenza rele automatico

Messaggioda Foto Utentegabrieleli » 21 giu 2018, 17:07

Ciao marco,
di solito con il tester misuro 0,4/1 ohm
mi hanno detto che per il funzionamento generale della scheda (è per questo che li misuro uno ad uno), il rele può arrivare ad un massimo di 5 ohm.
Ne ho trovati alcuni che arrivavano a 100 ma anche a 300 ohm.

Il circuito dovrebbe discriminare proprio quelli che hanno una resistenza elevata.
Il tutto dovrebbe essere fatto con componenti semplici, transistor resistenze, diodi, zener, led, ecc

Quello che suggerisci te è un'ottima strada, però mi fa capire che per misurare una tensione devo avere qualche componente particolare che forse io non ho.

Nei contatti passano tensioni tra 12 e 24 v.


Aggiungo che:
potrei misurarli con il tester, chiaramente.
I rele però, sono montati già su una scheda, e sono diversi.
Dovrei misurare i contatti da dai pin sui morsetti in uscita.
Qui perdo un sacco di tempo perché questi pin non sono tutti vicini, ma sparpagliati nelle morsettiere.
Se potessi collegare il ciurcuito che vorrei fare, alle morsettiere, ai vari rele, non dovrei far altro che inserire i morsetti e guardare i led per capire se tutto va bene
Avatar utente
Foto Utentegabrieleli
10 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 giu 2018, 13:48

0
voti

[5] Re: controllo impedenza rele automatico

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 21 giu 2018, 18:12

Sono perplesso sulle tue capacità / necessità.

Il titolo " controllo impedenza rele automatico " trae in inganno:
1) pensavo che tu volessi misurare l'impedenza della bobina. Misurare la rerssitenza non bastava?
2) cosa distingue un relè automatico da uno non automatico ? :-)


di solito con il tester misuro 0,4/1 ohm
di solito questa è la resistenza dei cavi/puntali del tester.

Credevo che tu volessi collaudare i relè prima di montarli, non verificare il funzionamento di schede sulle quali sono montati i relè.. anche se è possibile farlo.

Ne ho trovati alcuni che arrivavano a 100 ma anche a 300 ohm.
Capita con i relè vecchi, non adoperati per anni e/o lasciati in ambiente umido: i contatti normalmente aperti si ossidano e quando azionati presentano un resistenza di contatto elevata. Occorre applicare una tensione di 24 V con una ressitenza in seria di 2,2 kohm in modo che passando un corrente di 10 mA si brucia lo strato di ossido e riprendono a funzionare. E' a nche il motivo per il quale gli impianti elettronici industriali leggono i contatti con almeno 24 V e una corrente di qualche mA. Nelle centrali telefoniche adoperavano addirittura 48 o 60 V.

Se potessi collegare il circuito che vorrei fare, alle morsettiere, ai vari rele, non dovrei far altro che inserire i morsetti e guardare i led per capire se tutto va bene

allora vuoi realizzare una specie di banco di collaudo per un tipo di cartelle a relè.
Non dovrebbe farlo il progettista della cartella ?
Forse basta caricare i contatti con delle lampadine a filamento da 28 V 2 W 2/28= 100 mA (alimentate opportunamente), se si accendono, i contatti del relè N.O. chiudono bene.
Disegna con fidocadj lo schema elettrico di principio della cartella
Sentiamo altri pareri
O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.190 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2411
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

1
voti

[6] controllo automatico resistenza contatti rele

Messaggioda Foto Utentegabrieleli » 22 giu 2018, 8:28

Mi dispiace marco, non sono elettronico e forse ho utilizzato dei termini errati.

Mi hanno parlato di misurare l'impedenza, e così ho riportato.
Ho anche toppato nel titolo, rileggendolo.

Quello che devo fare è controllare la resistenza (impedenza) del contatto di un rele.
In alcuni casi prima di montarlo, in altri il rele è già montato.

Se durante la misura, trovo dei relè che non vanno bene, o li scarto oppure li devo sostituire.
In pratica si, un banco di collaudo per contatti di rele, che si accorga se la resistenza del contatto è troppo alta.

Cos'è una cartella? un progetto?
difficile che qui qualcuno faccia qualcosa di nuovo... :(


22/6 modificato titolo MarcoD

L'idea che hai avuto, riguardo ad utilizzare delle lampade a filamento, non rende difficile l'interpretazione della luminosità riferita alla resistenza?
Sarebbe più semplice, acceso/spento
Credo..

PS. ho provato a cambiare il titolo mettendone uno piu attinente, ma non ho trovato il tasto modifica
Avatar utente
Foto Utentegabrieleli
10 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 giu 2018, 13:48

0
voti

[7] Re: controllo impedenza rele automatico

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 22 giu 2018, 8:44

Cos'è una cartella? un progetto?
Intendo una scheda elettronica a circuito stampato sulla quale sono montati i relè. Ma è solo una mia supposizione. Potrebbero essere relè montati su guida DIN.
Il termine impedenza è correto, ma se la corrente che li attraversa è continua (DC) allora si tratta solo di resistenza. Se la corrente fosse in alternata e di frequenza superiore a 10 MHz la componente reattiva dell'impedenza diverrebbe significativa, ma suppongo non sia il tuo caso.

Se non specifichi la corrente che attraversa i contatti dei relè, e le modalità di funzionamento, non posso aiutarti ulteriormente. Le lampade a filamento costiuiscono un carico significativo; puoi aumentarle a 20 W se si accendono, di solito si accendono bene.

Buone attività lavorative :-) O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.190 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2411
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

1
voti

[8] Re: controllo automatico resistenza contatti relè

Messaggioda Foto Utentegabrieleli » 22 giu 2018, 9:10

la cartella l'ho sempre chiamata semplicemente scheda elettronica
Grazie per la distinzione tra resistenza e impedenza

Nel mio caso dobbiamo parlare di resistenza
i rele chiudono esclusivamente segnali di tensione continua, 12 o 24 V dipende.
servono a "dire" ai plc collegati se c'è un errore, se una funzione è abilitata, o altri stati.

I rele sono montati su grosse schede, all'interno di chassies, e non su DIN.
Comunicano all'esterno tramite dei connettori.

Un dubbio, se utilizzo le lampade da te suggerito, non ho il problema di vederne una più luminosa dell'altra.. come faccio ad interpretare la luminosità che vedo con gli ohm misurati?
o addirittura di non riuscire a cogliere l'intensità corretta?

grazie mille
Avatar utente
Foto Utentegabrieleli
10 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 giu 2018, 13:48

0
voti

[9] Re: controllo automatico resistenza contatti relè

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 22 giu 2018, 16:15

In effetti il nome corretto è probabilmente scheda elettronica, ma ogni ditta ha il suo gergo:
cartelle, carte, carta madre, board printed board, stampato, ...

se utilizzo le lam... come faccio ad interpretare la luminosità che vedo con gli ohm misurati?
o addirittura di non riuscire a cogliere l'intensità corretta?
In effetti non riesci. Ma grosso modo vedi se una/le lampadine si accendono con intensità uguale.
Ma se il contatto non è ossidato, e se alla chiusura gli sono applicati 24 V con una corrente di almeno 5 mA,
la tensione/corrente puliscono il contatto "bruciando " lo strato di ossido e il contatto chiude con una resistenza inferiore all'ohm.
E' un fenomeno noto da decenni.

Quale è la corrente nominale sopportata dai tuoi relè ?
I relè sono sigillati o sono solo protetti da un coperchietto?

Quanto è la corrente di lettura dei contatti da parte del PLC? Sull'ingresso del canale digitale del PLC è presente un LED spia? Conosco poco i PLC, ma so che sono di qualità/costo/prestazioni molto diverse fra loro.

L'utilizzo di lampadine a filamento come carico è funzionale, ma rudimentale. Non conosco le capacità/responsabilità tecniche del tuo lavoro. Progettista junior ? installatore? collaudatore di impianto?

buone attività Gabriele,

Marco
O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.190 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2411
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[10] Re: controllo automatico resistenza contatti relè

Messaggioda Foto Utentegabrieleli » 2 lug 2018, 15:24

Ciao, scusa se risppondo solo adesso, ma faccio i turni e nell'altro reparto non c'è il computer.
Io mi occupo del montaggio e della riparazione di alcune schede.

Quanto è la corrente di lettura dei contatti da parte del PLC?

Sull'ingresso del canale digitale del PLC è presente un LED spia?

non lo so, ma i PLC collegati, "leggono" se il rele, o interruttore, è chiuso o aperto.

Il limite dei 5ohm, mi hanno detto che è per essere sicuri al 100% che funzioni tutto.
Nella realtà, il PLC funziona anche con una resistenza di 100ohm

Detto questo, ho bisogno di un qualcosa che mi faccia capire, se questa resistenza del contatto è sotto o sopra i 5 ohm. Non devo avere la problematica dell'indecisione se una lampada è più accesa o meno di un'altra.

La soluzione più banale, sarebbe quella di collegare un tester ai morsetti di ogni rele, e con un'occhiata vedere i vari valori misurati, ma in una scheda ci sono anche 25 rele... dove li metto 25 tester.. e poi ad averne 25.

Ecco che, nella mia ignoranza, pensavo di mettere il contatto del relè, in serie ad una resistenza e collegarla alla base di un transistor polarizzato. Così se la resistenza del contatto è bassa, il transistor conduce e accende un led. Nel caso fosse troppo alta, il transistor di apre e il led rimane spento.
Solo che, se fattibile, non lo so fare.
Avatar utente
Foto Utentegabrieleli
10 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 giu 2018, 13:48

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Foto Utentefumiplettro, Google Adsense [Bot] e 28 ospiti