Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impianti elettrici paciugati

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike

2
voti

[1] Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 6 ago 2018, 21:34

Ciao
http://www.ansa.it/campania/notizie/2018/08/06/si-appoggia-a-palo-e-muore-fulminato_bd735de6-0029-4b75-b1a5-daea72343d3d.html

Non scherziamo con la tensione! Tutti gli impianti devono essere fatti bene e mantenuti bene, con le necessarie protezioni.

Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, convertitori DC/DC, soluzioni originali per la qualità dell'energia
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
16,2k 3 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3511
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

3
voti

[2] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto Utentemir » 7 ago 2018, 9:31

I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
61,2k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20602
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

6
voti

[3] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto Utentelillo » 7 ago 2018, 10:55

benedetta manutenzione!
e benedetta regola dell'arte!
ieri ho bloccato un 3D di un altro hobbista che voleva alimentare non so cosa nel suo giardino.
la cultura della sicurezza elettrica, sempre più restrittiva nell'alveo legislativo e normativo, si rispecchia all'atto pratico in lassismo degli addetti ai lavori, e l'incoscienza di chi, a volte per risparmiare qualcosa, si avventura in fai-da-te improbabili.
vedo inveire contro arduino.
vedo sbroccare per circuitini elettronici che faranno cagare ma non fanno del male a nessuno.
ma non vedo la stessa grinta contro chi si improvvisa ciò che non è.
e non me ne voglia nessuno ma la sicurezza elettrica è al di sopra di qualsiasi filosofia elettronica.
personalmente ho un impegno personale per debellare queste situazioni: lavorativamente ormai non transigo su nulla.
sul Forum mi limiterò a non rispondere più a chi credo non abbia le qualifiche per operare.
Avatar utente
Foto Utentelillo
18,8k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3662
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

2
voti

[4] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto Utenteivano » 7 ago 2018, 22:42

quelle di mario maggi e di mir sono situazioni estremamente diverse.
quella di MAGGI e' una situazione in cui e' evidente la mancanza di adeguate protezioni sugli impianti, PERCHE'
ormai da anni e' obbligatorio il differenziale negli impianti di utente.
quella di MIR e' molto piu' complessa, in quanto e' un impianto di distribuzione pubblica dove per ovvi motivi il differenziale ad alta sensibilita in grado di salvare una persona in caso di contatto diretto' non viene installato in quanto sarebbe fonte di scatti intempestivi e disservizi.
anche' perche' nessuno deve entrare in contatto diretto con un cavo della distribuzione pubblica.
in casi del genere e' chi monta il ponteggio che deve evitare nel modo piu' assoluto di entrare in contatto coi cavi. in caso il rischio e' troppo elevato deve chiedere al distributore locale o di spostare i cavi o di disalimentarli per la durata dei lavori.
Avatar utente
Foto Utenteivano
881 1 3 4
Master
Master
 
Messaggi: 1053
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

2
voti

[5] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 8 ago 2018, 9:08

ivano,
ti ricordo che i differenziali proteggono esclusivamente da contatti verso terra, e non tra i due conduttori. Quindi salvano dalla maggior parte degli eventi, ma non da tutti.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, convertitori DC/DC, soluzioni originali per la qualità dell'energia
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
16,2k 3 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3511
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

1
voti

[6] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto Utenteivano » 8 ago 2018, 17:25

nel caso del lampione sul ponte c'e' poco da fare. il tizio ha toccato la fase entrata in contatto del ponte
e ha richiuso il circuito verso terra coi piedi, essendo una rete pubblica di distribuzione non e' possibile pensare a un differenziale che possa salvare una persona in condizioni simili.
quindi era chi ha montato il ponte che doveva valutare tutte le misure da prendere, purtroppo , leggerezze simili ne succedono troppe, vedasi i potatori di piante che restano folgorati per contatti per la media tensione.
ESTREMAMENTE DIVERSO IL CASO del ragazzo che ha toccato il lampione privato.
a livello elettrico e' successa la stessa identica cosa MA e sottolineo MA ,l'impianto e' una utenza , QUINDI DEVE essere protetta in modo adeguata contro i contatti indiretti, cosa che si identifica nello specifico caso.
probabilmente ( e succede anche al nord non solo al sud) c'e' chi ancora crede di risparmiare non adeguando i suoi impianti, tanto , dicono non e' mai successo nulla, poi quando succede si piange sulle vittime.
da notare che la quasi totalita' delle tragedie avvengono per contatto tra fase e terra , molto difficile che uno entri in contatto accidentale con due conduttori attivi , fatta eccezione per gli addetti ai lavori elettrici e in taluni casi chi tenta di far allacciamenti abusivi alla rete di distribuzione
Avatar utente
Foto Utenteivano
881 1 3 4
Master
Master
 
Messaggi: 1053
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

0
voti

[7] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto Utentelillo » 8 ago 2018, 18:16

sono d'accordo con le tue considerazioni anche se non conosciamo esattamente la dinamica dell'accaduto.
la mia esternazione si estende uscendo dall'ambito elettrico, e abbraccia l'operato generale, quindi anche quello della corretta esecuzione di un ponteggio, e dell'adeguata valutazione dei rischi nell'ambito del cantiere.
questi due argomenti sono da sempre, accompagnati da una quantità non indifferente carta.
Avatar utente
Foto Utentelillo
18,8k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3662
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[8] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto UtenteDavideDaSerra » 18 ago 2018, 0:12

A proposito di illuminazione pubblica. Da profano mi chiedo se un differenziale a riarmo automatico (magari modificato per fare un tentatico dopo 24h nel caso i primi falliscano) non bilancerebbe le esigenze di sicurezza, ok il doppio isolamento ma il rischio sono dell'idea che vada comunque mitigato, a quelle di disponibilità del servizio. Lo scatto intempestivo può esserci, ma il disagio è limitato al tempo di riarmo automatico.
Avatar utente
Foto UtenteDavideDaSerra
143 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 21 gen 2018, 18:41

0
voti

[9] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 18 ago 2018, 14:32

DavideDaSerra ha scritto:A proposito di illuminazione pubblica. Da profano mi chiedo se un differenziale a riarmo automatico (magari modificato per fare un tentatico dopo 24h nel caso i primi falliscano) non bilancerebbe le esigenze di sicurezza (...)
credo proprio di no.
Se interviene fa il suo lavoro, se interviene con frequenza, a maggior ragione, s'indaga sulle possibili cause.
Su queste non si dovrebbe soprassedere confidando nell'agevolazione d'un autonomo ripristino del servizio d'illuminazione.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6815
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[10] Re: Impianti elettrici paciugati

Messaggioda Foto UtenteDavideDaSerra » 18 ago 2018, 15:22

credo proprio di no.
Se interviene fa il suo lavoro, se interviene con frequenza, a maggior ragione, s'indaga sulle possibili cause.
Su queste non si dovrebbe soprassedere confidando nell'agevolazione d'un autonomo ripristino del servizio d'illuminazione.

Saluti


D'accordo sul principio. Il problema è che adesso questi non vengono installati per evitare gli scatti intempestivi, è per questo che l'automatico, secondo me, 'bilancia' le due esigenze. Quindi la scelta è tra avere qualcosa.... e non avere niente.
Avatar utente
Foto UtenteDavideDaSerra
143 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 21 gen 2018, 18:41

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 34 ospiti