Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentecarlomariamanenti, Foto Utentedimaios

0
voti

[1] Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentecemrossonero » 7 set 2018, 15:34

Buongiorno a tutti,
premetto di essere nuovo nel forum e di conseguenza poco pratico di questo strumento.
Volevo chiedere un consiglio a chiunque lavori nel campo del controllo o ne sia comunque un "esperto".
Studiando delle forme di controllo sensorless per motori trifase ad induzione mi sono imbattuto in una tecnica capace di estrapolare l'informazione relativa la posizione rotorica, analizzando le pendenza della corrente di alimentazione pilotata da un inverter. Tuttavia l'approccio necessita di un sensore di corrente, un convertitore A/D e un DSP.
Mi chiedevo se fosse possibile eliminare il sensore in corrente sfruttando solamente il convertitore anche per l''acquisizione del segnale. La soluzione che mi è venuta in mente è quella di usarlo per analizzare il segnale in tensione relativo alla fase statorica e ricostruire così l'andamento temporale della corrente mediante il modello matematico del motore stesso.
E' un'idea assurda o implementabile?
Vi ringrazio per il tempo dedicato, spero ci sia margine di discussione
Avatar utente
Foto Utentecemrossonero
5 2
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 set 2018, 15:13

0
voti

[2] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentemir » 7 set 2018, 15:45

Salve Foto Utentecemrossonero , e benvenuto in EY. :ok:
cemrossonero ha scritto:Volevo chiedere un consiglio a chiunque lavori nel campo del controllo o ne sia comunque un "esperto".

Premesso che non sono un "esperto" e non lavoro nel campo del controllo, mi chiedevo da semplice curioso, esattamente quale fosse l'obiettivo che ti interessa, quale grandezza (ammesso io abbia compreso) volessi controllare, perdona ma non mi è chiaro.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
58,2k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19805
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[3] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentecemrossonero » 7 set 2018, 16:03

Buongiorno,
gradisco l'interessamento e rispondo molto volentieri. L'obiettivo è rilevare la posizione del rotore a partire dall'acquisizione della corrente di alimentazione iniettata alle fasi statoriche mediante un'inverter a 6 stati.
Per riuscire a controllare il motore è fondamentale conoscere lo sviluppo temporale della corrente in fase di carica o scarica attraverso il circuito RL identificativo della singola fase.
La suggestione sta nell'eliminazione del sensore in corrente e utilizzo, se mai possibile, del solo convertitore A/D in grado di rilevare e spedire al DSP il segnale in corrente (o in tensione per poi ricostruire la corrente tramite il modello matematico) dove verrà elaborato con l'algoritmo di controllo.
Avatar utente
Foto Utentecemrossonero
5 2
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 set 2018, 15:13

0
voti

[4] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentemir » 7 set 2018, 16:07

cemrossonero ha scritto:L'obiettivo è rilevare la posizione del rotore a partire dall'acquisizione della corrente di alimentazione iniettata alle fasi statoriche mediante un'inverter a 6 stati.

Pur essendo stato chiaro, rinnovo la mia premessa, ovvero non sono un "esperto", e in quanto tale immaginavo che i controlli di posizione dell'asse di un motore (in genere su macchine e/o dispositivi) sia realizzato con azionamenti,trasduttori e motori dedicati.
A meno che non sfugga qualcosa.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
58,2k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19805
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[5] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentecemrossonero » 7 set 2018, 16:21

Non si preoccupi, la regolazione del motore tramite hardware dedicato è la normalità. La ricerca sta però studiando metodi alternativi ad encoder/resolver per minimizzare l'ingombro e il costo complessivo dell'azionamento.
La mia curiosità era semplicemente capire se un convertitore A/D fosse in grado di rilevare esso stesso un segnale di corrente variabile nel tempo, eliminando di fatto il sensore in corrente.

Edit mir. Per rispondere utilizza il tasto "rispondi" e non il tasto "cita". Grazie.
Ultima modifica di Foto Utentemir il 7 set 2018, 18:51, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Eliminato quote inutile.
Avatar utente
Foto Utentecemrossonero
5 2
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 set 2018, 15:13

0
voti

[6] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentemir » 7 set 2018, 18:55

cemrossonero ha scritto:La ricerca sta però studiando metodi alternativi ad encoder/resolver per minimizzare l'ingombro e il costo complessivo dell'azionamento.

Ok
cemrossonero ha scritto:capire se un convertitore A/D fosse in grado di rilevare esso stesso un segnale di corrente variabile nel tempo, eliminando di fatto il sensore in corrente.

Non posso aiutarti in merito, credo però che ci siano in questo forum-portale, persone molto preparate per farlo, ed ammesso che non siano ancora in ferie, :D ed abbiano voglia, risponderanno. ;-)
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
58,2k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19805
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[7] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 7 set 2018, 19:30

Sei sicuro che la tensione statorica sia (molto) influenzata dalla corrente statorica assorbita?
Quanto accurato pensi possa essere un modello matematico del motore?
Un sensore di corrente non dovrebbe essere troppo costoso.
A parte l' isolamento ( molto importante), per un sensore di corrente basta teoricamente inserire una resistenza nota in serie magari seguita da un amplificatore.
Occorre conoscere le tensioni e potenza del motore.
Il motore serve in un'asservimento di posizione o di velocità?
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
5.403 2 6 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1938
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[8] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentecemrossonero » 7 set 2018, 20:28

Buonasera Marco D.,
il modello matematico è lo strumento fondamentale nello studio intrapreso e concordo con lei riguardo il sensore di corrente. Lo schema utilizzato va a stimare la posizione rotorica e comunque da questa si può ricavare la velocità ricordando la loro relazione temporale (derivata di primo ordine) oppure l'equazione meccanica del motore a partire dalla coppia erogata.
L'utilizzo dell'A/D per rilevare il segnale in corrente credo sia più una mia suggestione che un'operazione intelligente ma tentavo comunque di capirne la sua possibilità implementativa.
Avatar utente
Foto Utentecemrossonero
5 2
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 set 2018, 15:13

0
voti

[9] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentecemrossonero » 7 set 2018, 20:31

Se posso permettermi allora le chiedo una gentilezza: essendo nuovo in questo forum, può reindirizzarmi in qualche topic utile?
Mi perdoni il disturbo, buona serata!
Ultima modifica di Foto Utentemir il 8 set 2018, 23:19, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Eliminato quote inutile.
Avatar utente
Foto Utentecemrossonero
5 2
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 set 2018, 15:13

0
voti

[10] Re: Rilevazione corrente statorica tramite convertitore A/D

Messaggioda Foto Utentemir » 8 set 2018, 23:26

cemrossonero ha scritto:può reindirizzarmi in qualche topic utile?

Nello specifico non direi, non ricordo di aver letto simili discussioni nel forum, relativamente ai convertitori A/D ci sono diversi thread come ad esempio questo oquesto ..c'è solo da cercare.

O.T. Nel rispondere ai topic, si utilizza il tasto "Rispondi", mentre il tasto "Cita" va utilizzato per citare solamente una parte di messaggio del topic che precede, se necessario, altrimenti diventa un inutile duplicare dei topic, e per qualcuno un lavoro di pulizia. ;-)
Grazie.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
58,2k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19805
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

Prossimo

Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti