Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Circuiti e campi elettromagnetici

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteKirchoff » 11 set 2018, 10:55

Ho alcuni dubbi su come procedere correttamente per risalire alla corrente di questo circuito con generatore in CA.
La tensione è nota(e pari a Vs=10cos(100t)) così come i valori di resistenze, capacità e induttanza(che non riporto per brevità) mentre Is è sconosciuta
A tal fine, dopo aver sostituito i componenti con le relative impedenze e le forme d'onda di tensione e corrente con i relativi fasori, dovrei calcolarmi la corrente; la parte del circuito che mi crea problemi, è quella costituita dai due rami in parallelo collegati al generatore pilotato.
Avevo pensato di eseguire il parallelo tra le relative impedenze di R2 e L, ma quel generatore pilotato "in mezzo" ai due rami non so come vada trattato(si trascura, si shifta, lo si lascia lì e si procede diversamente...)


P.S.
L'idea generale che avevo(forse sbagliata) era quella di realizzare il parallelo tra resistore e induttore per poi avere tutte le impedenze degli elementi circuitali in serie e ricavare facilmente la corrente dividendo Vs per la somma delle impedenze

Avatar utente
Foto UtenteKirchoff
0 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 set 2018, 20:47

0
voti

[2] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 11 set 2018, 11:08

Hai studiato?
Il ragionamento non è corretto in nessun punto della tua analisi.
Inoltre, visto che stai trattando generatori pilotati, sei in una fase abbastanza avanzata della materia: mi spieghi come mai non hai chiaro il concetto di parallelo e serie? Questo è grave.
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
7.694 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2326
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

1
voti

[3] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto Utentelillo » 11 set 2018, 11:09

ciao e benvenuto.
l'idea che esponi non mi sembra esatta.
il circuito si risolve con Millman in pochi passaggi.
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,0k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3073
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

1
voti

[4] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 11 set 2018, 11:30

... o anche via Ahmes, a partire da una falsa Is. :-)
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
51,5k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12281
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[5] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 11 set 2018, 11:34

Inutile parlare di Millman o Ahmes, qui dobbiamo partire dal significato di bipoli in serie e bipoli in parallelo.
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
7.694 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2326
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[6] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteKirchoff » 11 set 2018, 11:49

Scusatemi, sono stato impreciso...intendevo dire che in assenza del generatore pilotato avrei eseguito il parallelo tra le impedenze di resistore e induttore per poi risalire alla corrente nel circuito, ma stando così le cose non sapevo come procedere..conoscendo solo teoricamente millman.
Avatar utente
Foto UtenteKirchoff
0 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 set 2018, 20:47

0
voti

[7] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteIanero » 11 set 2018, 11:52

Ma purtroppo c'è, dunque non resta che usare le leggi di Kirchhoff (con due h).
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
6.779 5 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 3365
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

0
voti

[8] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto Utentelillo » 11 set 2018, 11:55

ok, assodato che senza generatore pilotato il problema sarebbe elementare.... dobbiamo risolvere il problema in presenza del generatore pilotato.
Kirchhoff ha scritto:conoscendo solo teoricamente millman.

se lo conosci teoricamente...lo conosci, quindi scrivi l'equazione.
se può esserti d'aiuto:
https://www.electroyou.it/lillo/wiki/re ... di_Millman
poi vediamo come fare per quel generatore pilotato.

PS: credo che il correttore automatico renda k i r c h o f f...untaggable :lol:
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,0k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3073
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[9] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 11 set 2018, 17:44

Stai pensando a come risolvere l'esercizio?
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
7.694 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2326
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[10] Re: Parallelo tra impedenze in regime sinusoidale

Messaggioda Foto UtenteKirchoff » 17 set 2018, 22:26

Considerando Millman so che la tensione in un circuito binodale con n rami in parallelo, è pari al rapporto tra la somma delle correnti di CC di ciascun ramo e la somma delle conduttanze eventualmente presenti negli n rami.
Potrei quindi metterlo in pratica assumendo che i nodi in cui convergono i 3 rami del mio circuito, siano il punto A e il punto B.
Detto ciò, passo alla rappresentazione fasoriale del circuito di partenza, sostituendo gli elementi circuitali con le relative impedenze e le forme d'onda dei generatori con i rispettivi fasori (ho eseguito la serie resistore condensatore):

Se tutto questo è corretto, procederei andando a calcolare le correnti di CC e le impedenze inverse(conduttanze) di ogni ramo, per poi andare ad eseguire il rapporto tra le due rispettive sommatorie.
Aspetto riscontri per eventuali correzioni
Avatar utente
Foto UtenteKirchoff
0 2
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 set 2018, 20:47

Prossimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti