Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Statcom

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentemario_maggi, Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentefpalone

0
voti

[1] Statcom

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 17 set 2018, 16:48

Da quanto ho capito gli STATCOM forniscono continuamente una potenza reattiva variabile in risposta alle variazioni di tensione, supportando così la stabilità della rete.

Se per esempio sulla rete ho diversi buchi di tensione e installassi in ingresso all'utenza da proteggere un sistema di questo genere potrei scordami dei buchi di rete? Durante il buco di tensione chi fornisce la potenza attiva ai miei carichi se tale sistema eroga solamente potenza reattiva?

A fronte di un guasto lato rete (corto circuito) il sistema vedrebbe la tensione scendere in tal caso come si comporterebbe? Contribuirebbe ad alimentare il guasto causando una diminuzione della tensione lato carico?

Grazie mille
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
115 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 307
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

1
voti

[2] Re: Statcom

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 set 2018, 17:08

Sì, gli STATCOM forniscono potenza reattiva, variabile secondo quello che chiedi al loro sistema di controllo.

loganwolverine ha scritto:Se per esempio sulla rete ho diversi buchi di tensione e installassi in ingresso all'utenza da proteggere un sistema di questo genere potrei scordami dei buchi di rete?

Con solo uno statcom non credo riusciresti ad avere un effetto apprezzabile: a grandi linee, lo STATCOM riuscirà a risollevare la tensione di un valore pari, in per unità, al rapporto tra la sua potenza nominale e la potenza di corto circuito della rete a cui è collegato:

\Delta V_{p.u.}=\frac{Q_n}{S_{cc}}

Esistono dispositivi con schemi appositi, sempre basati su ponte a IGBT, ma che integrano anche componenti passivi (induttori, condensatori) per ridurre il buco di tensione; vengono chiamati Dynamic Voltage Restorer (DVR).
loganwolverine ha scritto:Durante il buco di tensione chi fornisce la potenza attiva ai miei carichi se tale sistema eroga solamente potenza reattiva?

Se il dispositivo eroga solo potenza reattiva è la rete che deve fornire potenza attiva; chiaramente questo è possibile solo se la tensione residua di rete non è nulla.

loganwolverine ha scritto:A fronte di un guasto lato rete (corto circuito) il sistema vedrebbe la tensione scendere in tal caso come si comporterebbe? Contribuirebbe ad alimentare il guasto causando una diminuzione della tensione lato carico?


In caso di corto circuito in rete lo STATCOM tenderebbe ad iniettare potenza reattiva sulla/e fase/i guasta/e, per sostenere la tensione. In questo senso contribuirebbe alla corrente di guasto, causando un aumento della tensione lato carico.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
14,9k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2819
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[3] Re: Statcom

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 19 set 2018, 11:58

Grazie per la risposta, volevo chiederti informazioni aggiuntive in quanto tali sistemi (STATCOM) non li conosco.
Se ipotizzassi uno stabilimento allacciato alla rete elettrica RTN tramite una sottostazione primaria, e tale stabilimento avesse un gruppo di cogenerazione (turbina) da quanto ho inteso se installassi in ingresso un sistema STATCOM dimensionato correttamente potrei, in linea teorica, scordarmi dei buchi di tensione corretto?

Se sulla linea RTN dovesse avvenire un corto circuito gli utenti attivi tenderebbero ad alimentare tale guasto e, a seconda di quanto tempo impieghino le protezioni lato rete ad isolare tale guasto sulla rete si verificherebbe un buco di tensione con profondità e durata variabile in funzione del tempo in cui le protezioni riescano o meno ad isolare il guasto corretto? Nel tempo in cui perdura il guasto se la protezione di interfaccia non è abbastanza veloce a "scollegarsi" dalla RTN può accadere che la turbina perda il passo e lo stabilimento perda così l'alimentazione. In tale condizione come si comporterebbe un sistema del genere? (STATCOM).

Con UPS rotanti (+gruppo diesel) DRUPS so che riescono a disaccoppiare lato rete da lato monte e poter funzionare in isola senza problemi, sul fatto di poter funzionare in isola ovviamente senza l'ausilio del volano (per compensare piccole variazioni di frequenza dovuto ad attacco/stacco di carichi) e del generatore diesel so bene sia infattibile, ma sul discorso della protezione lato carico da buchi di tensione dici che tali sistemi sono paragonabili??

Grazie.

Ciao. O_/
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
115 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 307
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

2
voti

[4] Re: Statcom

Messaggioda Foto Utentefpalone » 19 set 2018, 17:52

No, con uno STATCOM difficilmente risolverai il problema dei buchi di tensione. Devi puntare ad un DVR, che ha alcune cose in comune con lo STATCOM, ma non tutte.
Quando sulla RTN si verifica un corto, la protezione di interfaccia non deve necessariamente scollegarsi, anzi: nella gran parte dei casi il gruppo rimarrà collegato e le protezioni di rete interverranno per risolvere il guasto prima dell'intervento delle protezioni di gruppo.
Tralasciamo per ora il caso di avere una sola linea in antenna che collega l'impianto e di avere un guasto proprio su questa linea , anche perché in questo caso puoi fare ben poco.
Un guasto in rete per provocare la perdita di passo di un gruppo di generazione dovrebbe durare per un tempo nettamente superiore al normale tempo di eliminazione del guasto in AT (nell'ordine dei 100 ms per guasti risolti in 1° gradino).
Avatar utente
Foto Utentefpalone
14,9k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2819
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma


Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti