Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

cromare stampa 3d

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[11] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utentelodovico » 30 set 2018, 0:06

capito, Foto Utentevenexian
era un'idea per fare piu belli i pezzi stampati in 3d, e poi pensavo di stamparne qualcuno per abbellire la mia auto :mrgreen:
diciamo allora che non mi interessa un effetto specchio professionale e perfetto, ma un simil effetto specchio...
Foto Utenteabusivo, ho trovato questi primer:
https://www.stampa3d-forum.it/post-produzione-stampa-3d-1/

interessante tecnica per lisciare i pezzi stampati...:
Avatar utente
Foto Utentelodovico
1.659 2 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1779
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

0
voti

[12] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 30 set 2018, 10:02

lodovico ha scritto:...ho trovato questi primer...

Esatto, hai capito bene!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
8.825 4 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 4924
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[13] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utentelodovico » 30 set 2018, 20:01

si anche qui c'e' un mondo, come sempre...
a proposito il cinese su alibaba mi ha detto che mi puo fornire una tonnellata di nitrato d'argento a 43.000 euro + sped... :mrgreen:
ma forse non me ne serve cosi tanto... :D
Avatar utente
Foto Utentelodovico
1.659 2 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1779
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

1
voti

[14] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utenteboiler » 1 ott 2018, 11:16

Ho sempre detto che bisognerebbe avere una patente per scrivere in internet :evil:

L'operazione descritta in [7] funziona.
L'adesione non è delle migliori, ma il problema non è questo.
Si tratta della reazione di Tollens, i cui resti detonano spontaneamente se la concentrazione supera una soglia critica. Non mi pare ne venga fatta menzione nel testo... mi sembrerebbe un dettaglio importante... ?%

Se dovessi farlo io, mi farei fare la stampa direttamente in acciaio inox da un terzista (le stampanti 3D da hobby hanno una qualità non proprio eccelsa e non possono stampare metallo).

A dipendenza della finitura che offre il terzista potrebbe essere necessaria una lavorazione ulteriore da parte tua (lucidatura con paste diamantate, lucidatura elettrolitica).


Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
14,7k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2522
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

1
voti

[15] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utentealdofad » 1 ott 2018, 11:27

sul pezzo stampato in abs spruzzo il primer trasparente per vernice, poi metto in fretta il pezzo dentro la sabbiatrice e con una pistolata di compressore sollevo una nuvola di alluminio in polvere impalpabile. Dopo circa tre passate il pezzo sembra effettivamente di metallo ma non con l'effetto lucido cromato che cerchi tu
Avatar utente
Foto Utentealdofad
843 4 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 689
Iscritto il: 21 gen 2014, 1:07
Località: Treviso

0
voti

[16] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utentelodovico » 1 ott 2018, 11:41

boiler ha scritto:Ho sempre detto che bisognerebbe avere una patente per scrivere in internet :evil:

L'operazione descritta in [7] funziona.
L'adesione non è delle migliori, ma il problema non è questo.
Si tratta della reazione di Tollens, i cui resti detonano spontaneamente se la concentrazione supera una soglia critica. Non mi pare ne venga fatta menzione nel testo... mi sembrerebbe un dettaglio importante...

Boiler

...beh , se e' vero, direi di si , grazie per l'informazione!
a questo punto mi potresti dettagliare un po di piu l'osservazione, es indicare qual'e' la soglia critica di concentrazione, e rispetto a cosa?
(immagino che per argentare un piccolo pezzo occorra una quantita veramente minima di nitrato, dell'ordine di un grammo...)


sull'altro metodo, grazie per il suggerimento, ma volevo esplorare le possibilita offerte dalla stampa 3d per il 'mio esperimento'
grazie ancora!

aldofad ha scritto:sul pezzo stampato in abs spruzzo il primer trasparente per vernice, poi metto in fretta il pezzo dentro la sabbiatrice e con una pistolata di compressore sollevo una nuvola di alluminio in polvere impalpabile. Dopo circa tre passate il pezzo sembra effettivamente di metallo ma non con l'effetto lucido cromato che cerchi tu

grazie, molto interessante!
anche qui mi interesserebbe qualche dettaglio in piu...
Avatar utente
Foto Utentelodovico
1.659 2 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1779
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

1
voti

[17] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utenteboiler » 1 ott 2018, 12:10

lodovico ha scritto:a questo punto mi potresti dettagliare un po di piu l'osservazione, es indicare qual'e' la soglia critica di concentrazione, e rispetto a cosa?


Dipende... Ad esplodere è l'azoturo d'argento che si forma e la soglia dipende molto dalle caratteristiche geometriche del contenitore (è un solido che precipita sul fondo e se se ne accumula troppo in un punto può innescare la detonazione).

Per evitare problemi la miscela di nitrato d'argento ammoniacale va preparata al momento dell'uso e non stoccata. I resti vanno ridotti completamente con un reagente adeguato (può essere la soluzione di glucosio usata in precedenza), l'argento che precipita va poi filtrato e lavato per togliere resti di soluzione.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
14,7k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2522
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[18] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utentelodovico » 2 ott 2018, 17:26

grazie Foto Utenteboiler,
dunque, giusto per avere un'idea, quanto ha rischiato il tipo che ha girato questo video? :D

e poi come si fa a sprecare cosi 10 grammi di materiale, con quello che costa! ? (ed inquina)
Avatar utente
Foto Utentelodovico
1.659 2 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1779
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

1
voti

[19] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utenteboiler » 2 ott 2018, 17:29

lodovico ha scritto:dunque, giusto per avere un'idea, quanto ha rischiato il tipo che ha girato questo video? :D


a) Non so quantificare il rischio in %
b) dopo aver sentito mezzo secondo di un cretino che urla "bella ragazzi" ho dovuto chiudere il video per motivi di salute

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
14,7k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2522
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[20] Re: cromare stampa 3d

Messaggioda Foto Utentelodovico » 2 ott 2018, 18:53

capisco Foto Utenteboiler, grazie comunque :-)

scusa se approfitto, ma mi servirebbe ancora qualche informazione sul metodo indicato nell'articolo, di cui riporto il testo direttamente qui:
Una regola da osservare tassativamente durante il lavoro impone di operare in assenza di polvere e con una temperatura ambientale non inferiore ai 25 gradi. Ma veniamo alle prime fasi del “come si fa”. Dopo aver staccato lo specchio dalla cornice, lo si appoggia capovolto sul piano di lavoro su cui avrete steso in precedenza una coperta. Si procede quindi a togliere l’argentatura rimasta e la vernice che la ricopre. Si passa la superficie dapprima con uno straccio imbevuto di acetone, quindi, per rimuovere l’argento si ricorre ad un tampone di cotone imbevuto con alcune gocce di acido nitrico. Va da se che un’elementare norma di prudenza impone l’uso di robusti guanti di gomma, in modo da evitare che la cute possa venire a contatto con l’acido.

Si passa quindi ad un’accurata pulizia della parte trattata, da effettuare con acqua distillata e quindi con alcol. Solo quando la superficie è completamente asciutta si può procedere all’argentatura vera e propria. In un recipiente (meglio di vetro in quanto resiste meglio agli acidi rispetto alla plastica) si versa un litro di acqua distillata a 40-50 gradi e in essa si sciolgono 10 grammi di sale di Seignette, chiamato anche sale di Rochelle (tartrato doppio di sodio e potassio) e 0,25 grammi di nitrato d’argento. In un secondo recipiente si sciolgono in un litro d’acqua distillata, 5 grammi di nitrato d’argento. Si versa quindi dell’ammoniaca. Questa dapprima assume uno stato solido e precipita sul fondo del recipiente, poi si scioglie: si cesserà di aggiungere ammoniaca quando il precipitato è sciolto del tutto. Si uniscono quindi tra di loro i due composti e si mescola fino a che avranno raggiunto la perfetta omogeneità.

A questo punto, con del normale stucco per vetrai si realizza un bordo tutto intorno al cristallo, in modo da trattenere il liquido. Si versa quindi una piccola parte del preparato sul cristallo e si distribuisce con uniformità su tutta la superficie utilizzando una pelle scamosciata perfettamente pulita. Si passa poi a versare l’intero preparato.

Ci vuole circa un’ora perché l’argento precipiti del tutto, dopo di che si può eliminare il liquido rimanente per poi provvedere ad un’accurata pulizia con acqua distillata. Attendere la completa essiccatura senza muovere il cristallo.

Appare a questo punto la rinnovata pellicola d’argento che deve essere protetta con uno strato di gommalacca (6 grammi disciolti in 300 cc di alcol) e, quando anche questa si sarà completamente asciugata, si provvede a verniciare con una mano di comune vernice colorata. Tutte le dosi dei vari componenti sono per una superficie di un metro quadrato: per superfici più limitate i componenti dovranno essere utilizzati in proporzione.

ho questi 3 dubbi , principalmente:

1)
Una regola da osservare tassativamente durante il lavoro impone di operare in assenza di polvere e con una temperatura ambientale non inferiore ai 25 gradi.

perche' il limite minimo di 25 gradi? se i gradi fossero 15 cosa cambierebbe?

2)
Si versa quindi dell’ammoniaca. Questa dapprima assume uno stato solido e precipita sul fondo del recipiente, poi si scioglie: si cesserà di aggiungere ammoniaca quando il precipitato è sciolto del tutto

non ho capito quanta ammoniaca serve, in che forma, e non mi e' chiaro il procedimento: si versa nel contenitore dove sono stati disciolti i 5gr di agno3? fino a quando?

3)
Tutte le dosi dei vari componenti sono per una superficie di un metro quadrato: per superfici più limitate i componenti dovranno essere utilizzati in proporzione.

cio' significa che per una superficie di un decimetro quadrato , ad esempio un pannellino da 5cmx20cm mi serviranno soli 0.05 gr di nitrato sciolti in 10cc di acqua?

ancora grazie per l'assistenza (ormai l'avrete capito, nulla mi fermera' dal tentare l'esperimento da piccolo chimico :mrgreen: )
O_/
Avatar utente
Foto Utentelodovico
1.659 2 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1779
Iscritto il: 24 feb 2014, 12:54

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti