Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Potenza dichiarata saldatore.

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto Utentelucaking » 4 ott 2018, 10:59

Ciao a tutti,
me lo chiedevo da tempo ma questa discussione me lo ha riportato alla mente.
Nel thread in questione si parla di questo saldatore a doppia potenza.
Non voglio qui entrare nel merito della scelta, quanto del fatto che di tale articolo vengano dichiarate le due potenze 20 e 130 watt.
Ne ho avuto uno simile il quale premendo il pulsate bypassava un diodo in serie all' alimentazione fornendo cosi piena potenza all' elemento riscaldante.
La mia domanda è: il diodo blocca metà delle semionde della tensione di rete, perché la potenza non si dimezza ma diventa circa un sesto?
Scaldandosi meno, la resistenza del saldatore non dovrebbe avere un valore ohmico minore e quindi (in proporzione) lasciar passare piu corrente che a piena potenza?
Spero di essermi spiegato, non dico correttamente ma quantomeno comprensibilmente. :D
Avatar utente
Foto Utentelucaking
834 2 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 779
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[2] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 4 ott 2018, 11:33

lucaking ha scritto:La mia domanda è: il diodo blocca metà delle semionde della tensione di rete, perché la potenza non si dimezza ma diventa circa un sesto?
Ho il tuo stesso dubbio.
Se dimezzo l'onda con un diodo avrò metà potenza, secondo il mio modesto parere.

anche nel caso in cui valutassi la deriva termica del componente resistivo del saldatore sarei propenso a credere che sarebbe minore la resistenza quando si raffredda, quindi la potenza sarebbe maggiore della metà con il diodo.

se invece il controllo è a parzializzazione d'onda cambia tutto.

Sentiamo se qualcuno può illuminarci.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.091 2 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2360
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[3] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto UtenteIlGuru » 4 ott 2018, 11:39

Ma la potenza dissipata da un componente passivo come una resistenza si calcola così:
P=\frac{V^2}{R}
\Gamma\nu\tilde{\omega}\theta\i\ \sigma\epsilon\alpha\upsilon\tau\acute{o}\nu
Avatar utente
Foto UtenteIlGuru
3.999 1 9 13
Master
Master
 
Messaggi: 1313
Iscritto il: 31 lug 2015, 23:32

0
voti

[4] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 4 ott 2018, 11:55

IlGuru ha scritto:Ma la potenza dissipata da un componente passivo come una resistenza si calcola così:
P=\frac{V^2}{R}

quindi?
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.091 2 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2360
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[5] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto UtenteIlGuru » 4 ott 2018, 12:06

Scusa ho letto male, avevo inteso se dimezzo la tensione.
\Gamma\nu\tilde{\omega}\theta\i\ \sigma\epsilon\alpha\upsilon\tau\acute{o}\nu
Avatar utente
Foto UtenteIlGuru
3.999 1 9 13
Master
Master
 
Messaggi: 1313
Iscritto il: 31 lug 2015, 23:32

0
voti

[6] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto UtenteTITAN » 4 ott 2018, 15:08

Ho visto anche io 20 - 130 W . Credo sia un errore perché con 130 W non lo tieni in mano quel saldatore.
Più facile sia 20 - 40 W.
Avatar utente
Foto UtenteTITAN
506 3 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 797
Iscritto il: 31 dic 2012, 20:22

0
voti

[7] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 4 ott 2018, 16:06

IlGuru ha scritto:Ma la potenza dissipata da un componente passivo come una resistenza si calcola così:
P=\frac{V^2}{R}

Me lo sono sempre chiesto anch'io, secondo me no: credo che il valore di tensione da prendere in considerazione sia il valore efficace dell'intero periodo e dimezzare la potenza. Se fosse la resistenza di uno scaldabagno, rimanendo accesa per la metà del tempo, fornirebbe la metà delle calorie all'acqua e impiegherebbe il doppio del tempo a raggiungere la temperatura rispetto ad una resistenza senza diodo. Ma è solo una mia idea, non so come sia la regola
Proverei a chiedere a Foto UtenteIsidoroKZ
(O. T. a casa ho una lampadina da 120V 2000W, se la alimento a 230V con un diodo si brucia? Mi scatta il magnetotermico?)


lucaking ha scritto:Scaldandosi meno, la resistenza del saldatore non dovrebbe avere un valore ohmico minore e quindi (in proporzione) lasciar passare piu corrente


Questo fenomeno invece credo che non sia rilevante alla temperatura del saldatore, diventa rilevante invece ai 2700K delle lampadine
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
958 2 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1185
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[8] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 5 ott 2018, 7:56

Sì, è giusto, con un diodo, se la resistenza non cambia, hai metà potenza.

La tensione efficace viene moltiplicata per radice quadrata di 0.5, quindi per 0.7 volte circa.

E probabilmente la lampadina si brucia perché la alimenteresti con una tensione efficace di circa 160 V.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
103,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18400
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[9] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 5 ott 2018, 8:21

IlGuru ha scritto:Scusa ho letto male, avevo inteso se dimezzo la tensione.
:ok:

SediciAmpere ha scritto:credo che il valore di tensione da prendere in considerazione sia il valore efficace dell'intero periodo e dimezzare la potenza.
Come chiarito da Foto UtenteIsidoroKZ, da prove fatte sui nostri apparecchi, il diodo dimezza l'onda, e la potenza risulta la metà.

Se invece dimezzo la tensione, per esempio passo da 220 a 110V la potenza sarebbe 1/4, senza diodo, (si dimezzerebbe sia la tensione che la corrente).

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.091 2 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2360
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[10] Re: Potenza dichiarata saldatore.

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 5 ott 2018, 21:22

IsidoroKZ ha scritto:E probabilmente la lampadina si brucia perché la alimenteresti con una tensione efficace di circa 160 V.

grazie
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
958 2 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1185
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 34 ospiti