Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET superiori

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds

0
voti

[21] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 16 ott 2018, 16:40

EcoTan ha scritto:Doppio salto mortale senza rete: la pompa si può scaricare e la rigenerazione si può disturbare.


Non capisco cosa vorresti sapere. Guarda il pdf allegato per capire di cosa si sta parlando.
Allegati
INFINEON_manuale_bootstrap.pdf
(654.7 KiB) Scaricato 19 volte
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
2.277 1 6 11
Master
Master
 
Messaggi: 332
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

0
voti

[22] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 16 ott 2018, 16:43

La mia non era una domanda bensì una asserzione. Forse non era molto chiara ma non importa, ho già detto che si trattava di una semplice impressione.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.262 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3089
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[23] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 16 ott 2018, 17:05

esisnc ha scritto:...Intanto allego la AN-978 di IR dove sono esposti i principi di funzionamento dei driver-boostrap.

Grazie Foto Utenteesisnc, non la conoscevo, interessante.

Non hai indagato per capire quali possano essere le differenze fra le varie aree geografiche che potrebbero giustificare le differenze di comportamento evidenziate? Temperatura ambiente diversa, umidità o altro?
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
30,9k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5970
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

4
voti

[24] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 16 ott 2018, 20:03

venexian ha scritto:Quello di evitare che qualcuno ti possa dare ascolto e pensare che uno dei più comuni, collaudati, efficienti e affidabili circuiti possa essere mal visto solo perché un progettista incapace non è stato in grado di utilizzarlo come avrebbe dovuto.


Vedi caro venexian io non ti conosco e non so quanto tu possa essere preparato in campo elettronico, o quanta esperienza tu possa vantare, però non mi sono mai permesso in questa discussione di darti dell'incapace quindi per buona educazione dovresti fare altrettanto, se hai esperienze consolidate e conoscenze da condividere fatti avanti altrimenti sappi che i tuoi silenzi ti rendono migliore giustizia delle tue parole......
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
2.277 1 6 11
Master
Master
 
Messaggi: 332
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

-1
voti

[25] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto Utentevenexian » 16 ott 2018, 22:28

Io non so neppure se sia tu il progettista di quegli inverter o se tu sia un tecnico che ripara mandrini come ti sei descritto più sopra. Il mio parere non cambia nei due casi, è un parere sulle tue affermazioni (*), non sul tuo lavoro.

Io non sono ingegnere elettronico, ma sono in grado di fare valutazioni di merito comparando il lavoro di centinaia di ingegneri che progettano e producono circuiti integrati che poi vengono prodotti in decine o forse centinaia di milioni di pezzi e che funzionano perfettamente in tante apparecchiature che usiamo tutti i giorni, sul trapano da hobbista come sulla macchina per la TAC o sull'aeroplano preso il giorno prima, contro l'affermazione del riparatore di mandrini (o forse il progettista del singolo inverter) che si erge a giudice e scrive che il lavoro svolto dai primi non vale nulla solo perché a lui le apparecchiature si guastano.

E' il rasoio di Occam: sono tutti gli altri a essere incapaci o è il singolo progettista che non è in grado di utilizzare correttamente quei dispositivi? Io dico che è il singolo, tu dici che sono tutti gli altri.

Bene, abbiamo entrambi espresso il nostro parere. Io non voglio convincere te, se tu vuoi convincermi del contrario devi portare motivazioni sonanti con numeri inequivocabili. Io sono sempre pronto a cambiare parere davanti ai numeri.

(*) L'affermazione è quella di evitare di utilizzare gli high side driver con bootstrap perché inaffidabili e proni ai guasti imprevedibili.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
5.942 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2107
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

2
voti

[26] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 17 ott 2018, 10:20

BrunoValente ha scritto:Non hai indagato per capire quali possano essere le differenze fra le varie aree geografiche che potrebbero giustificare le differenze di comportamento evidenziate? Temperatura ambiente diversa, umidità o altro?


Ho visto anni fa una serie di morie di inverter su macchine spedite in una specifica nazione. Le stesse macchine in giro per il resto del mondo invece vivevano benissimo.

Non era stato possibile fare delle analisi specifiche del problema, c'era solo il sospetto che fosse dovuto al particolare modo di distribuire la trifase, con due soli cavi :-)
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
102,7k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18288
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[27] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto Utentemarioursino » 17 ott 2018, 11:13

IsidoroKZ ha scritto:c'era solo il sospetto che fosse dovuto al particolare modo di distribuire la trifase, con due soli cavi :-)


Ne unisci due così si sommano, poi quando arrivi li sdoppi!
Avatar utente
Foto Utentemarioursino
3.531 3 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1239
Iscritto il: 5 dic 2009, 4:32

0
voti

[28] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto Utenteesisnc » 17 ott 2018, 13:08

Preciso meglio le informazioni che ho scritto in questa discussione.
Ho detto che le apparecchiature che ho progettato (riscaldatori ad induzione con semiponte risonante serie con IC driver bootstrap - alimentazione monofase 230 V) sono state testate in fabbrica, in Italia, con ciclo di burn-in on/off per 24 ore per una settimana ed hanno funzionato tutte regolarmente. Le macchine spedite in Australia (Perth e Adelaide) dopo poco si sono guastate in buona parte, cosi' come quelle mandate nel nord U.K. con le stesse modalità.
Le altre mandate in altri posti hanno avuto un ciclo di vita normale, anche in considerazione del fatto che sono state usate senza troppi riguardi in ambiente industriale ostile. Alcune sono tornate dopo anni per essere revisionate, massacrate e sporche di ogni cosa, ma sostanzialmente non guaste.
Quindi la mia affermazione è relativa all'affidabilità della particolare tipologia circuitale in relazione all'ambiente d'impiego e non al mancato funzionamento dei driver IC a bootstrap in senso assoluto.

BrunoValente ha scritto:Non hai indagato per capire quali possano essere le differenze fra le varie aree geografiche che potrebbero giustificare le differenze di comportamento evidenziate?


Quelle sopra dette sono le informazioni sulle aree geografiche "disgraziate".

IsidoroKZ ha scritto:Ho visto anni fa una serie di morie di inverter su macchine spedite in una specifica nazione. Le stesse macchine in giro per il resto del mondo invece vivevano benissimo.


Grazie Isidoro per il tuo contributo, anche a me avevano confermato la stessa circostanza patita da un altro utilizzatore di IC driver bootstrap costruttore di caricabatterie......anche se la cosa non mi solleva piu' di tanto perche' mi lascia nell'ignoranza per quanto riguarda la comprensione del fenomeno.
Avatar utente
Foto Utenteesisnc
2.277 1 6 11
Master
Master
 
Messaggi: 332
Iscritto il: 24 feb 2009, 12:12

3
voti

[29] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto Utenteelfo » 17 ott 2018, 13:39

esisnc ha scritto:Le macchine spedite in Australia (Perth e Adelaide) dopo poco si sono guastate in buona parte, cosi' come quelle mandate nel nord U.K. con le stesse modalità.

Prendi quello che scrivo come un ragionamento ad alta voce.

- Australia e U.K sono due paesi del Commonwealth: c'e' una qualche analogia tra le reti elettriche dei due paesi?

- Non so quanto sia importante capire - anche in termini economici - la causa del guasto.
Quello che mi e' venuto in mente leggendo "Australia" e' di provare a chiedere un preventivo per una consulenza tecnica a Rod Elliott di https://www.sound-au.com/ che - anche se il sito e' prevalentemente audio - ha scritto di Energy e Switching Power Supply.

Se c'e interesse tecnico ed economico tra le due parti potresti inviargli un modulo per un test in loco (Australia, Sydney).
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.374 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1006
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[30] Re: Alimentazione isolata a +18V per Driver dei MOSFET super

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 17 ott 2018, 21:49

marioursino ha scritto:
IsidoroKZ ha scritto:c'era solo il sospetto che fosse dovuto al particolare modo di distribuire la trifase, con due soli cavi :-)


Ne unisci due così si sommano, poi quando arrivi li sdoppi!

:( Per favore me la potete spiegare meglio che non l'ho capita?
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
30,9k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5970
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 31 ospiti