Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Protezione da impulsi veloci

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[11] Re: Protezione da impulsi veloci

Messaggioda Foto Utentevenexian » 4 nov 2018, 12:58

Eccoci qui, aspettavo questo post.

boiler, perché non cancelli il thread?
Oppure puoi limitarti a far notare che io scrivo solo c@zzate e poi bloccarlo per impedire ogni replica.

boiler ha scritto:Non sarebbe stato necessario.

Di certo il test che ho fatto è inutile per te.
Ti assicuro che non lo è stato per me e per tanti altri che leggono queste pagine.
Non solo per la parte tecnica, anche per altre e più sottili motivazioni.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
5.633 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2016
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

2
voti

[12] Re: Protezione da impulsi veloci

Messaggioda Foto Utenteboiler » 4 nov 2018, 13:07

boiler, perché non cancelli il thread?

Non ne vedo il motivo.

venexian ha scritto:Non solo per la parte tecnica, anche per altre e più sottili motivazioni.

Credo che ci sia un refuso. Volevi forse scrivere
Non per la parte tecnica, anche solo per altre e più sottili motivazioni.


... ma di questo ce ne siamo accorti :ok:

Riguardo il bloccare il thread... si può fare... se la finiamo qui con la polemica e parliamo di tecnica non sarà necessario, altrimenti è subito fatto.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
14,1k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2374
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[13] Re: Protezione da impulsi veloci

Messaggioda Foto Utentevenexian » 4 nov 2018, 13:11

Nessun refuso.

boiler ha scritto:Riguardo il bloccare il thread... si può fare... se la finiamo qui con la polemica e parliamo di tecnica non sarà necessario, altrimenti è subito fatto.

Come dire che la polemica la puoi iniziare tu, ma gli altri non possono replicare altrimenti blocchi il thread.

Prego.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
5.633 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2016
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[14] Re: Protezione da impulsi veloci

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 4 nov 2018, 14:44

Il Thread è interessante, come pure il dispositivo testato e costruito.Quel che vorrei capire è che tipo di disturbi vuoi modellizzare in questo modo, da elettrico, i due più comuni, sono l'impulso di manora e di fulminazione normalizzati.
Per la fulminazione 1.2/50 us, il tuo rise time è almeno 100 volte più rapido
L'impulso di manovra 250/2500.

Non so invece come siano effettuati surge test sui circuiti elettronici...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.687 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1422
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[15] Re: Protezione da impulsi veloci

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 4 nov 2018, 15:44

venexian ha scritto:analizzate con la dovuta perizia

boiler ha scritto:concluderne che un trattore è piú veloce di una motocicletta
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.114 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2909
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

1
voti

[16] Re: Protezione da impulsi veloci

Messaggioda Foto Utentevenexian » 4 nov 2018, 16:41

JAndrea ha scritto:Il Thread è interessante, come pure il dispositivo testato e costruito.Quel che vorrei capire è che tipo di disturbi vuoi modellizzare in questo modo, da elettrico, i due più comuni, sono l'impulso di manora e di fulminazione normalizzati.
Per la fulminazione 1.2/50 us, il tuo rise time è almeno 100 volte più rapido
L'impulso di manovra 250/2500.

Non so invece come siano effettuati surge test sui circuiti elettronici...

In questo documento trovi le risposte che cerchi.

https://www.edn.com/Pdf/ViewPdf?contentItemId=4368466

I test 1,2/50 us non rappresentano un metodo valido per il test di immunità da scarica ESD. Gli impulsi hanno fronti 'sub-nanosecond' e in quel documento vedrai che sono molto simili a quelli utilizzati nel test che ho descritto in questo thread.

Limitarsi a quanto prevede la normativa, sia in materia di 'surge' sia di 'ESD' non mette al sicuro da questi eventi. Ancora di più in ambienti particolarmente 'dannati' come quelli nei quali grandi bobine di laminato plastico vengono srotolate velocemente. Pur con tutti gli accorgimenti possibili, le scariche elettrostatiche sono continue e si infilano dappertutto.

Posto un particolare di una scheda di controllo utilizzata in questi ambienti dove si vedono diversi anelli di guardia (le piste orizzontali) su entrambi i lati dello stampato, con le linee di segnale che entrano dall'alto e proseguono verticalmente verso il basso. Ci sono VDR, R serie, C in parallelo, ma nonostante questo, nei casi di ESD particolarmente intense, a valle si trovano ancora impulsi rapidissimi che scavalcano tutte le protezioni.

PCB.jpg
PCB.jpg (44.62 KiB) Osservato 331 volte

Non posso ovviamente dare maggiori dettagli essendo materiale di un cliente, ma credo sia sufficiente a rendere l'idea.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
5.633 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2016
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

8
voti

[17] Re: Protezione da impulsi veloci

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 5 nov 2018, 18:18

venexian ha scritto:Oppure puoi limitarti a far notare che io scrivo solo c@zzate e poi bloccarlo per impedire ogni replica.


Provvedo subito, come da tua richiesta. Prima pero` lasciami dire che hai fatto proprio un buon lavoro. ma sfortunatamente inutile.

Rispondendo come fai di solito, posso dire che anch'io leggo un pochino di inglese, e nella bibbia della Motorola sugli zener, citata da te, questo comportamento non c'e`. Anzi, non ho neanche dovuto leggerla, mi e` bastato guardare le figure per non vedere quei picchi.

Pensi di saperne di piu` di tutti gli ingegneri che hanno scritto quella guida? Ricorda che, a detta tua, non sai molta elettronica, sei un ingegnere meccanico.

Sulla validita` del confronto ti sono gia` stati fatti notare alcuni punti. Aggiungo che usi il transistor oltre i suoi dati massimi: la corrente di picco nel tuo circuito sembra essere di 600mA, mentre sul datasheet e` di 500mA soltanto. E poi mandare in valanga un transistor non e` una buona cosa, ma secondo te, non essendoci scritto sul datasheet, vuol dire che si puo` fare.

Gia` che c'ero ho fatto anch'io un esperimento in laboratorio, prendendo i primi due componenti che ho trovato, non hanno proprio la stessa tensione, ma la differenza di comportamento c'e` ben evidente. Chissa` che cosa sono i due dispositivi?

20181105_125310.jpg

20181105_125214.jpg


E` ovvio che ti consideri il mago delle protezioni, quello che puo` dire la parola finale sull'ESD, che puo` spiegare come stanno le cose a tutti gli ingegneri che scrivono i datasheet, ma hai mancato il bersaglio.

La domanda originale era come proteggere gli ingressi del microprocessore, cosa che non c'entra nulla con le scariche ESD. La ragione la sai bene anche tu: la protezione da scariche elettrostatiche non e` fatta solo da uno zener o da un TVS, devono essere tutta la scatola, le connessioni, gli schermi... progettati correttamente, e di solito e` un mal di pancia notevole.

Sei andato su scariche molto veloci, con le quali, barando solo un pochino, si riesce a fare venire fuori i risultati che si vogliono. Io sono rimasto a frequenze molto piu` basse, ho dovuto barare un po' di piu` :-)

Vuoi far vedere che sei il meglio? Prego, fai pure, ma puo` darsi che ti si faccia notare che dici fesserie.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
101,6k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18116
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 35 ospiti