Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Una curiosità sulla programmazione oggi.

Linguaggi e sistemi

Moderatori: Foto UtentePaolino, Foto UtenteMassimoB

0
voti

[61] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 7 nov 2018, 13:18

wruggeri ha scritto: Dissento assolutamente: il nozionismo produce pappagalli, non persone competenti.


Penso che ci voglia una via di mezzo o, se si vuole, un nozionismo evoluto in due fasi: nella prima "si copia" e si memorizzano le cose come stanno, nella seconda (inevitabilmente più lunga) ci si impegna a capire perché le cose stanno come stanno e non in un altro modo. Credo che venexian intendesse questo tipo di nozionismo che, a differenza di quello dei pappagalli, resiste nel tempo e non finisce nel cesso appena superato l'esame.

Ianero mi ha preceduto in modo molto più sintetico. :ok:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5564
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[62] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto Utentevenexian » 7 nov 2018, 13:26

Le nozioni stanno alla base di tutto. Se non si conosce la sintassi di un linguaggio, non si può scrivere un programma, come se non si conosce la sintassi di una lingua, non si è in grado di parlarla.

Il nozionismo da solo non serve a nulla. Se si conosce la sintassi del C, ma non si sa cosa programmare, tale nozionismo è inutile. Tanto quanto il conoscere il turco, ma non avere nulla di cui parlare con un eventuale interlocutore di tale lingua.

Il problema è che oggi si tende a sottovalutare il nozionismo, e l'università produce degli ingegneri che sono come piacevoli edifici privi di fondamenta. Tanto, tanto, tanto studio finalizzato solo ai 'crediti' e al pezzo di carta finale. Se poi le nozioni non si sono apprese, è un fatto considerato secondario.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
5.628 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2015
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[63] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 7 nov 2018, 13:32

venexian ha scritto: Se poi le nozioni non si sono apprese, è un fatto considerato secondario.


Ecco, questa è una cosa che mi deprime: a quel livello ci arrivo pure io che non ho neppure finito il professionale...
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5564
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[64] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto Utentespeedyant » 7 nov 2018, 14:12

Se il saper programmare fosse direttamente proporzionale alla quantità di libri nella propria biblioteca, io avrei riscritto windows 10 da zero e meglio... :D

Che poi la complessità di un software necessiti di processi di semplificazione ci può stare, mi viene però in mente la famosa battuta: nove donne incinte non fanno un bambino al mese!
Son quello delle domande strane!
Avatar utente
Foto Utentespeedyant
3.136 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 2203
Iscritto il: 9 lug 2013, 18:29
Località: Torino

3
voti

[65] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 7 nov 2018, 14:18

speedyant ha scritto:nove donne incinte non fanno un bambino al mese!


E perché no? :mrgreen: È tutta questione di programmare i tempi di avvio! :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5564
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[66] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 7 nov 2018, 14:59

Ecco, con l'articolazione più specifica che avete elaborato concordo: è chiaro che le nozioni servono, ma è indispensabile che esse siano anche analizzate e comprese. Il "nozionismo" che io combatto, per capirci, è quello della gente che impara a memoria il teorema di Perron-Frobenius (già che si parlava di algebra lineare... :mrgreen: ) e non si chiede cosa voglia dire, o quello del programmatore che una volta copiò tre-quattro snippet da StackOverflow e da allora si ostina a riproporli ovunque in modo bovino.
Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non dirò una parola sulla politica e sul M5S, del quale aspetto solo l'estinzione.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
4.250 1 6 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 817
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

0
voti

[67] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 7 nov 2018, 16:22

Sulla scuola, la conoscete la famosa battuta "la scuola è inutile salvo nei casi in cui è superflua". La riprendeva Feynman già negli anni 60 nella prefazione alle sue lezioni di fisica; vedi per esempio http://www.feynmanlectures.caltech.edu/I_91.html

Se si prende tutto il paragrafo di Feynman, è illuminante, soprattutto perché chi parla è uno dei grandi fisici del novecento ed un insegnante senza pari in un testo di fisica diventato leggendario:

"The question, of course, is how well this experiment has succeeded. My own point of view—which, however, does not seem to be shared by most of the people who worked with the students—is pessimistic. I don’t think I did very well by the students. When I look at the way the majority of the students handled the problems on the examinations, I think that the system is a failure. Of course, my friends point out to me that there were one or two dozen students who—very surprisingly—understood almost everything in all of the lectures, and who were quite active in working with the material and worrying about the many points in an excited and interested way. These people have now, I believe, a first-rate background in physics—and they are, after all, the ones I was trying to get at. But then, "The power of instruction is seldom of much efficacy except in those happy dispositions where it is almost superfluous.” (Gibbon)"

Ciò non scusa ovviamente corsi scadenti fatti da insegnanti incompetenti.

Sulla programmazione, per certe cose è inevitabile utilizzare librerie e codice scritto da altri. In linea di principio, cerco però evitare di usare codice di cui non ho un'idea più o meno chiara di come funzioni. Da non professionista della programmazione, certe librerie non ho scrupoli ad usarle (come la già citata STL oppure LAPACK o FFTW3), per altre mi riservo il lusso di evitarle. Se ho voglia ed il problema mi interessa, me le riscrivo da me, altrimenti mi cerco altro da fare :cool:
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
24,8k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3441
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

1
voti

[68] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 7 nov 2018, 17:39

Foto UtenteDarwinNE, tu non sei un programmatore ma, in un certo qual modo, un artista! ;-)

Agli artisti si scusa tutto! :D
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5564
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[69] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 7 nov 2018, 18:53

Grande Foto UtentePiercarlo
Il Conte di Montecristo

è tempo perso...
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
7.260 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2172
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[70] Re: Una curiosità sulla programmazione oggi.

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 7 nov 2018, 19:02

:oops: :oops: :oops: Troppo buoni ^_^
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
24,8k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3441
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

PrecedenteProssimo

Torna a PC e informatica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti