Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Protezione di interfaccia 59Vo

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

1
voti

[1] Protezione di interfaccia 59Vo

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 6 nov 2018, 17:00

Buongiorno,
ho un dubbio sulla taratura di questa "vecchia" protezione di interfaccia: i TV vengono presi dal lato alta tensione AT con rapporto 132000:√3/100:√3 la misura della tensione omopolare avviene non direttamente dal triangolo aperto bensì avviene tramite ricostruzione (riporto la formula dal manuale Vo=(Va+Vb+Vc):(√3).
Nei parametri da impostare ho inserito:

-Tensione nominale Vn: 57.8 V (in quanto la tensione di fase vista al secondario dovrebbe essere (132000/(√3)):K dove K=1320)
-Tensione nominale primaria TV di fase: 132000/√3=76300 V

Nel manuale (riportato in allegato) è scritto che la tensione nominale con misura ricostruita vale: Von=√3Vn

Ciò vuol dire che come valore di Von la protezione assume 100 V
Ipotizzando di settare la soglia di Vo>> 70% Von significa tararla a 70 V.

Se ad esempio una fase sull'alta tensione (centro stella a terra) dovesse andare a terra la protezione dovrebbe calcolare Vo=(Va+Vb+Vc):(√3)= 33 V (Va=0 ; Vb+Vc=57.8 CORRETTO??

Quindi la protezione, che dovrebbe scattare per valori di tensione Vo inferiori a 70 V interverrebbe.

Come l'ho settata è corretto?

Grazie mille
Allegati
Immagine2.jpg
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
107 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

0
voti

[2] Re: Protezione di interfaccia 59Vo

Messaggioda Foto UtentePanella » 8 nov 2018, 13:58

Se ad esempio una fase sull'alta tensione (centro stella a terra) dovesse andare a terra la protezione dovrebbe calcolare Vo=(Va+Vb+Vc):(√3)= 33 V (Va=0 ; Vb+Vc=57.8 CORRETTO??

No, la somma è vettoriale.
Quindi la protezione, che dovrebbe scattare per valori di tensione Vo inferiori a 70 V interverrebbe.

E' un relè di massima tensione omopolare, in condizioni normale la tensione omopolare è nulla.

Come l'ho settata è corretto?

Se non ricordo male si imposta una doppia soglia ma quello dipende dal regolamento di esercizio che si concorda con Terna.
Comunque la prossima volta provale le protezioni almeno ti levi ogni dubbio e dormi tranquillo. O_/
Avatar utente
Foto UtentePanella
697 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27

1
voti

[3] Re: Protezione di interfaccia 59Vo

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 8 nov 2018, 14:11

Si, sono due soglie Vo>10% Vres , Vo>>70% V res , ho sbagliato a scrivere se la tensione misurata dalla protezione fosse maggiore della soglia impostata (in questo caso 70 V) la protezione comanda l'apertura dell'interruttore.

Vo=(Va+Vb+Vc):(√3)= 33 V (Va=0 ; Vb+Vc=57.8 CORRETTO?? Hai ragione è vettoriale la somma infatti ho ipotizzato che, se una fase dovesse andar a terra, la somma delle altre due tensioni di fase Vb+Vc= 57.8 V (ogni tensione di fase vista al secondario sarà circa 33 V)

C'è un incongruenza nel manuale in quanto sul manuale c'è scritto:
-Tensione nominale primaria TV di fase - Il valore che io inserirei è 132000/√3=76300 V

mentre nelle pagine seguenti riporta solo la dicitura Tensione nominale primaria TV (quindi sarebbe 132000 V)

Siccome dovrei cambiare le soglie chi ha settato in precedenza le soglie avevano settato il valore 132000 V come tensione nominale primaria TV e come Tensione nominale Vn: 57.8 V (corretta secondo me (132000/(√3)):K dove K=1320)

DA QUI IL MIO DUBBIO SUL VALORE DA INSERIRE ALLA VOCE "Tensione nominale primaria TV".

Il calcolo fatto dalla protezione Vo=(Va+Vb+Vc):(√3) normalmente non sarebbe SOLO Vo=(Va+Vb+Vc)/3? la tensione omopolare l'ho sempre considerata così non so perché ci sia il radice di 3
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
107 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

1
voti

[4] Re: Protezione di interfaccia 59Vo

Messaggioda Foto UtentePanella » 8 nov 2018, 16:15

Vo=(Va+Vb+Vc):(√3)= 33 V (Va=0 ; Vb+Vc=57.8 CORRETTO?? Hai ragione è vettoriale la somma infatti ho ipotizzato che, se una fase dovesse andar a terra, la somma delle altre due tensioni di fase Vb+Vc= 57.8 V (ogni tensione di fase vista al secondario sarà circa 33 V)

La somma vettoriale di Vb e Vc è la concatenata quindi Vr=100V. Questa è la tensione residua in caso di guasto franco con neutro franco a terra.
Il calcolo fatto dalla protezione Vo=(Va+Vb+Vc):(√3) normalmente non sarebbe SOLO Vo=(Va+Vb+Vc)/3? la tensione omopolare l'ho sempre considerata così non so perché ci sia il radice di 3

Devi capire come funziona la protezione, ognuna ha il suo principo più o meno "legato" all'elettrotecnica, con mischioni vari di tensione residua e/o omopolare, quelle vecchie sono più ermetiche di quelle attuali.
Lascia per il momento perdere il valore primario da impostare sulla protezione perché per prima cosa è fondamentale che la protezione intervenga correttamente nei valori previsti, è questa infatti la sua funzione, le visualizzazione e altre cose sono secondari.

Ora supponiamo che tu voglia che la protezioni scatti al 10%Vr e al 70%Vr quindi rispettivamente 10V e 70V.
Ora se Vn del relè è 57.7V perché il TV di fase è 57.7V di secondario, la protezione si calcola Von=100V che è radice di 3 volte più grande.
La soglia del funzione Vo> è la protezione la calcola sulla Von, quindi supponiamo di impostare Vo>=10%Von=10V.
Questo valore impostato nella funzione omopolare, la tua protezione lo confronta con il valore che lui si calcola.
La protezione la Vo la calcola con la formula che comprende il radice di 3, quindi la protezione non scatta a 10V ma ad un valore di radice di 3 diverso, quindi attenzione.
Trovo strano e inquitante che il cliente per cui lavori ti faccia mettere mano alle protezioni AT senza fare test.
Ultima modifica di Foto UtenteMax2433BO il 8 nov 2018, 16:56, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Visto l'argomento spostato in "Impianti, sicurezza e quadristica"
Avatar utente
Foto UtentePanella
697 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27

1
voti

[5] Re: Protezione di interfaccia 59Vo

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 8 nov 2018, 18:25

Solitamente l’entrata della 59N (parlo della media tensione) arriva direttamente dal triangolo aperto dei TV , quindi la misura è diretta e non è calcolata con la somma vettoriale delle tre tensioni di fase. Presumo che in alta sia la stessa cosa anche se devo dire che non ho idea di come sono collegati i TV in alta tensione. Con la misura diretta se il gestore fornisce il valore secondario della tensione omopolare (in media è il classico valore di 5V ) e quella bisogna inserire. Se la grandezza non è calcolata ma arriva direttamente da un TV con avvolgimento apposito allora bisogna inserire il valore diretto , quella della foto è un Alstom FIR MX3VIR che in media in pratica si comportava come un classico NV10P. Però , ripeto, non so come sono collegati i TV in alta
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,4k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2583
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

1
voti

[6] Re: Protezione di interfaccia 59Vo

Messaggioda Foto Utenteloganwolverine » 9 nov 2018, 9:45

Grazie per la risposta, la protezione si trova nell'azienda in cui lavoro ma essendo "vecchia" non si ha memoria di chi l'abbia tarata, la questione è nata in quanto Terna ci ha fatto adeguare a nuovi valori e leggendo i dati che erano inseriti ho trovato questa ambiguità.

Di fatto la protezione svolge le seguenti funzioni di protezione: 81>, 81<, 27, 59Vo ; l'unica che appare strana è appunto quella relativa alla 59Vo, c'è da dire che, a parer mio, è quella meno importante dato che per guasto a terra di una fase sul lato AT interverrà prima la protezione 27 di minima tensione corretto?

La protezione prende i TV di fase lato AT dato che non erano disponibili i TV a triangolo aperto, per Terna è accettabile la ricostruzione interna.

Un dubbio:

Vo=(Va+Vb+Vc):(√3)= 33 V Va=0 ; Vb+Vc=57.8

Se fossimo a neutro ISOLATO (es:sulla MT) nel momento che una fase va a terra le altre due assumono,verso terra la concatenata e la protezione calcola la loro somma Vo=(Va+Vb+Vc):(√3) la loro somma vettoriale sarebbe (Vb + Vc) = 173 volt, la protezione avendo il radice di tre nella formula "vedrebbe" 100 V corretto?

Nel mio caso essendo sul lato AT a neutro a terra, nel momento che una fase va a terra le altre due, rispetto a terra assumono il valore della tensione di fase quindi Vo=(Vb+Vc) = 57.8 V la protezione avendo il radice di tre nella formula "vedrebbe" 33 V corretto?

Grazie
Avatar utente
Foto Utenteloganwolverine
107 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 17 gen 2011, 12:14

2
voti

[7] Re: Protezione di interfaccia 59Vo

Messaggioda Foto UtentePanella » 9 nov 2018, 11:36

Di fatto le protezioni AT di tensione sono dei rincalzi, con guasti a terra dovrebbero intervenire le protezioni distanziometriche.
Nel mio caso essendo sul lato AT a neutro a terra, nel momento che una fase va a terra le altre due, rispetto a terra assumono il valore della tensione di fase quindi Vo=(Vb+Vc) = 57.8 V la protezione avendo il radice di tre nella formula "vedrebbe" 33 V corretto?

Si è giusto sbagliavo io, con neutro a terra Vo=(Vb+Vc) = 57.8 V, scusa ma ragionavo come se la somma fosse la concatena.
Avatar utente
Foto UtentePanella
697 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti