Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Illuminazione di sicurezza

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[31] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 16 nov 2018, 14:05

Sono perfettamente d'accordo sul fatto che si debba raddoppiare tutta la rete di distribuzione, in modo da portare ad ogni apparecchio le due sorgenti di alimentazione:

Quella ordinaria con il suo interruttore di comando e quella diretta dal soccorritore.

Tuttavia, come è fatto un apparecchio di illuminazione combinato?

L'unico modo plausibile, mi sembra quello di avere due lampade, una per sorgente, oppure esistono dei moduli per eseguire la commutazione tra le due linee?
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.687 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1424
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[32] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto Utenteale74 » 16 nov 2018, 14:38

Sympler82 ha scritto:A mio parere doppia funzione non significa necessariamente "doppia alimentazione".
E dato che io alimento una lampada da CPS, e la comando con un circuito a sicurezza positiva, che criticità può avere?

Il tutto premettendo, ovviamente, che tale apparecchio sia conforme 34-22.


C'è da dire che io in realtà non soddisfo il requisito più stringente che viene ottenuto con la separazione mediante isolamento doppio o rinforzato che invece otterrei con una lampada combinata o comunque usando due lampade identiche ma dedicate ognuna alla propria mansione.
Cioè, l'anello debole mi sembra quel teleruttore con i suoi contatti NC che, e' vero che e' a sicurezza positiva ma mi sembra non soddisfi la separazione stringente richiesta ed attuata con una lampada combinata e con un doppio circuito.
Avatar utente
Foto Utenteale74
20 3
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 5 nov 2011, 0:13

0
voti

[33] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 17 nov 2018, 8:38

Io mi sentirei tranquillamente di farlo con le dovute accortezza. (Cavi che attraversano i comparti resistenti al fuoco, soccorritore e apparecchi conformi alle norme di prodotto, ...)
Fondamentale è che i circuiti siano selettivi rispetto ai guasti e che se si guastano alcuni circuiti delle luci battezzate "di sicurezza" le rimanenti ("ordinarie") siano sufficienti a garantire l'illuminamento necessario.

E qualche apparecchio autonomo lo installerei comunque anche se non strettamente necessario.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
5.488 2 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1680
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[34] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto Utenteale74 » 17 nov 2018, 10:45

Ok.
Pensavo a questo, ma se per caso i contatti del teleruttore dovessero incollarsi nella posizione di aperto, a quel punto al mancare della tensione la bobina diseccitandosi cercherebbe di attirarli senza però riuscirci e avrei l'emergenza fuori uso. Lo dico comunque perché quel teleruttore viene utilizzato un bel Po. Ecco perché dico che lo vedo come il punto debole del sistema. Avere una linea diretta alle emergenze mi rassicura di più.
Avatar utente
Foto Utenteale74
20 3
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 5 nov 2011, 0:13

0
voti

[35] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto UtenteBlueElectrical » 27 nov 2018, 18:14

iosolo35 ha scritto:Scusa, ma come puoi pensare di avere un impianto di illuminazione di sicurezza che puoi spegnere a piacimento? ricordo che tutto ciò che si deriva da un soccorritore è definito servizio di sicurezza CEI64-8 cap.56, materiali resistenti al fuoco, di solito anche le giunzioni vengono fatte con morsetti in ceramica, ecc.


Si è vero che il circuito può essere comandato a piacimento, ma essendo un comando a sicurezza positiva, in caso di mancanza di energia di rete, le lampade si accendono o restano accese, indipendentemente dallo stato del dispositivo di comando. La funzione di sicurezza è comunque garantita, a mio avviso non è necessaria la doppia lampada combinata.
Inoltre, mi pare di ricordare che la resistenza al fuoco del circuito è necessaria solo se questo attraversa più di un compartimento antincendio.
Avatar utente
Foto UtenteBlueElectrical
65 1 2
New entry
New entry
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 20 mar 2017, 18:15

0
voti

[36] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto Utenteale74 » 27 nov 2018, 23:26

E se invece dovessero essere spente e si rompe il teleruttore?o si fulmina la lampada(proprio perché è utilizzata come una ordinaria) ?quando manca la tensione non avrei illuminazione da quel corpo luce.
Avatar utente
Foto Utenteale74
20 3
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 5 nov 2011, 0:13

2
voti

[37] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 28 nov 2018, 8:12

resistenza fuoco ill.jpg
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
40,1k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3206
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[38] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto UtenteBlueElectrical » 28 nov 2018, 11:00

Quindi anche le lampade devono essere resistenti al fuoco?? Mi sembra eccessivo
Avatar utente
Foto UtenteBlueElectrical
65 1 2
New entry
New entry
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 20 mar 2017, 18:15

0
voti

[39] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto UtenteBlueElectrical » 28 nov 2018, 11:13

ale74 ha scritto:E se invece dovessero essere spente e si rompe il teleruttore?o si fulmina la lampada(proprio perché è utilizzata come una ordinaria) ?quando manca la tensione non avrei illuminazione da quel corpo luce.

Si può succedere, così come può accadere che le batterie o la lampada o la scheda interna di un apparecchio autoalimentato si esauriscano (ed in questo caso nessuno se ne accorge), ma sono guasti accidentali che rientrano nei limiti del rischio accettabile, d'altra parte la sicurezza assoluta è una condizione asintotica non raggiungibile
Avatar utente
Foto UtenteBlueElectrical
65 1 2
New entry
New entry
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 20 mar 2017, 18:15

2
voti

[40] Re: Illuminazione di sicurezza

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 28 nov 2018, 11:17

Ma no, a cosa serve che resista al fuoco se ho un incendio all'interno del locale? Si parla di linee, di alimentazione a questi servizi soprattutto quelli che transitano all'interno dei vari locali.
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
40,1k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3206
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 41 ospiti

cron