Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dimensionamento per progetto domotico

Progetti, interfacciamento, discussioni varie su questa piattaforma.

Moderatori: Foto UtenteMassimoB, Foto UtenteWALTERmwp, Foto Utentexyz

0
voti

[1] Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto Utentedadothebest » 27 nov 2018, 22:08

Ciao a tutti, ho intenzione di controllare tramite genuino diversi dispositivi con relè e transistor.
Vorrei chiedere il vostro aiuto per capire cosa utilizzare per controllare il tutto.
Per i relè utilizzerò una classica scheda da 8 moduli vendibile su internet https://www.amazon.it/gp/aw/d/B00EDHX4Z4. Per collegarla alle uscite di genuino devo utilizzare un qualcosa per limitare la corrente assorbita, che tipo di transistor dovrei usare?
Inoltre vorrei collegare delle strisce led da dimmerare che consumeranno circa 3A, in questo caso cosa conviene usare?
Grazie mille dell'aiuto.
Avatar utente
Foto Utentedadothebest
24 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 25 nov 2013, 17:13
Località: Ascoli Piceno

0
voti

[2] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 28 nov 2018, 10:10

Non usare quella schifezza di scheda a relè. Quel modello di relè non garantisce un livello di isolamento adeguato fra la parte di potenza e quella di controllo in bassissima tensione.
Anche solo per fare esperimenti usa qualcosa che garantisca il doppio isolamento.

Bye O_/ Ser.Tom

P.S: e non usare il termine "domotica" abbinato a qualcosa come "*duino" + qualche relè.
Accontentati quando riesci ad accendere qualcosa ... secondo una qualche logica.
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.199 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1956
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

0
voti

[3] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto Utentedadothebest » 29 nov 2018, 0:20

Diciamo che per quello che ho in mente nel mio progetto di "domotica" quella scheda relè va bene (so che non è l'ideale).
Per collegare tali relè ad Arduino avrei in mente di utilizzare il ULN2803 visto che ha 8 transistor con già le resistenze di base, può andar bene?
Inoltre per i led (circa 3A) non so se utilizzare un MOSFET del tipo IRL540 oppure un IRLZ44N o altro, cosa mi consigliate in grado di poterlo utilizzare anche per dimmerare tali led?
Avatar utente
Foto Utentedadothebest
24 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 25 nov 2013, 17:13
Località: Ascoli Piceno

0
voti

[4] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto Utentepgiagno » 29 nov 2018, 0:38

Qui puoi trovare una spiegazione esaustiva.

Però, come dice SerTom evita di usare quella scheda per commutare carichi sui 230Vac; non garantisce un isolamento sufficiente. Per sperimentare può anche andare, ma non garantisce affidabilità di funzionamento.

Per quanto riguarda i mosfet usa quello che ha una Rdson minore; soprattutto se devi pilotare i led in PWM. La trovi sul data sheet.

Ciao,
P.
Avatar utente
Foto Utentepgiagno
335 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 195
Iscritto il: 5 gen 2015, 21:27

0
voti

[5] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto Utentedadothebest » 29 nov 2018, 1:17

Da quel che ho capito leggendo se sono circuiti con accoppiatore ottico non hanno bisogno di nessun transistor e possono essere collegati direttamente ai pin in uscita di Arduino.
Chiedo un consiglio sulla scheda relè da acquistare. Premetto che il massimo carico da alimentare sarà da 220 V 400W, cosa potrei acquistare? Tipo questa https://www.amazon.it/dp/B00ZR3B252/ref=cm_sw_r_other_apa_qcY.BbPP0ZT3N è di qualità superiore?
Avatar utente
Foto Utentedadothebest
24 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 25 nov 2013, 17:13
Località: Ascoli Piceno

0
voti

[6] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 29 nov 2018, 12:36

dadothebest ha scritto:Da quel che ho capito leggendo se sono circuiti con accoppiatore ottico non hanno bisogno di nessun transistor e possono essere collegati direttamente ai pin in uscita di Arduino.
Da quanto ne so "sempre" va inserita una resistenza in serie, tra il pin e l'optocoupler.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.221 3 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2559
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[7] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto UtenteSammuele » 29 nov 2018, 13:55

Per avere un isolamento come si deve dovresti avere 2 alimentazioni separate (alcune schede relè sono fate in questo modo) 1 per le bobine dei relè e l'altra, che proviene da arduino, per comandarli con il fotoaccoppiatore. In pratica gnd e vcc separati da arduino.

Se eventuali reset o altro del controllore non sono un problema, quella schedina potrebbe andar bene. Se ti serve solo per accendere una lampadina non è un grosso
problema.
Avatar utente
Foto UtenteSammuele
40 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 91
Iscritto il: 22 nov 2018, 17:05

0
voti

[8] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto Utentedadothebest » 29 nov 2018, 20:44

Ora mi è chiaro. Consigliate l'inserimento di una resistenza per collegare Arduino ai comandi del fotoaccoppiatore?
Avatar utente
Foto Utentedadothebest
24 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 25 nov 2013, 17:13
Località: Ascoli Piceno

0
voti

[9] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 30 nov 2018, 10:08

Se sai leggere uno schema elettrico (vedi qui), dovresti darti la risposta da solo.
Altrimenti il consiglio, per arrivare alla Z (ma anche la S o la L ...) ... è di iniziare dalla A.

Altro consiglio: occhio che la 230V è pericolosa !

Bye O_/ Ser.Tom
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.199 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1956
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

0
voti

[10] Re: Dimensionamento per progetto domotico

Messaggioda Foto UtenteSammuele » 30 nov 2018, 10:45

non serve la resistenza.
Però ti consiglierei una scheda tipo questa:
https://www.amazon.it/dp/B01I41B7US/ref ... B00ZR3B252
dove hai la possibilità di usare 2 alimentazioni (in futuro magari) per non avere interferenze dal relè.

Anche la prima che hai linkato mi sembra abbia 2 alimentazioni separate, ma attento che funziona al contrario (attiva la bobina con segnale basso da arduino)

Le 2 alimentazioni si gestiscono dal jumper, ma dovrai leggere qulcosa in più per capirne il funzionamento.
Avatar utente
Foto UtenteSammuele
40 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 91
Iscritto il: 22 nov 2018, 17:05

Prossimo

Torna a Arduino

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti