Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Genome-edited babies

Notizie scientifiche e non, comunicazioni, auguri, AAA cercasi, vendo, compro, piccoli racconti, curiosità, idee, fantasie ecc. Un fuori tema soft, senza argomenti scottanti

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtentePaolino

1
voti

[11] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 29 nov 2018, 12:05

La vedo dal punto di vista puramente medico, se qualcuno con malattie ereditarie, domani avesse la possibilità di mettere al mondo un figlio senza queste malattie credo sarebbe contento, oppure ridurre od eliminare la possibilità di altre forme di autismo od altro, e per fare questo bisogna pur partire.

Poi se si valuta la possibilità che come in ogni cosa si può fare bene oppure anche fare del male, ovvio che la possibilità c'è, ma non credo che il divieto sia la strada giusta, sia nei confronti di chi abbia problemi, e quindi una necessità di soluzioni, sia nel nome della scienza, che se bloccata non troverà mai soluzioni anche alternative a questa. Senza contare che il divieto da una parte, provoca sempre, lo spostamento in un'altra parte dove il divieto è ignorato.

Ritengo quindi che la soluzione sia, ovviamente, una regolazione in merito, di cio che si può fare e non si può fare, il problema forse, (come in tanti altri casi), è definire "chi" può decidere questi limiti?

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
1.973 2 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

2
voti

[12] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 29 nov 2018, 12:31

Io credo che i divieti, anche se in certi ambiti sacrosanti, siano di fatto inutili, esisteranno sempre paesi o medici pronti a violarli.

Riguardo alcune cose dette faccio alcune osservazioni...

Il "giuramento di Ippocrate" è stato di fatto da tempo "superato", per esempio con la tollerata chirurgia estetica.
A mio avviso è accettabile da un punto di vista "rigidamente" medico solo se risolve problemi psicologici.. ma spesso non è così.
I chirurghi estetici (almeno molti) inseguono i desideri dei pazienti, ed alcuni casi eclatanti (Meg Ryan, Nina Moric, Nicole Kidman) a me avevano colpito: donne bellissime che si fanno "ritoccare" con effeti disastrosi.

E le tette enormi? In natura esistono, è "morale" che un medico accetti di impiantarle in una donna normodotata?

Sarebbe come se io volessi farmi impiantare il pene di Rocco Siffredi...

Per toccare argomenti più seri, ricordo che in Italia sono considerate illegittime molte tecniche di inseminazione artificiale...

Inoltre... condivido quanto scritto da Fairywilie, ma alcuni potrebbero pensare che se un editing risolve malattie o malformazioni sarebbe sacrosanto renderlo ereditabile.

Quindi la risposta è molto complessa, saranno necessarie infinite analisi e codici etici, poi arriverà il politico (populista o magari troppo legato alla religione del suo paese) a fare di testa sua...

Per quanto mi riguarda credo che la salvezza sarà nella coscienza dei medici (la stragrande maggioranza) e nel costo di alcune tecniche, che le renderà attuabili solo per i casi meritevoli di investimenti.
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
26,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7145
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[13] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utentefairyvilje » 29 nov 2018, 16:56

richiurci ha scritto:Inoltre... condivido quanto scritto da Fairywilie, ma alcuni potrebbero pensare che se un editing risolve malattie o malformazioni sarebbe sacrosanto renderlo ereditabile.

Come fai a storpiare il mio nickname in un modo diverso ogni volta che mi nomini :mrgreen: ? Almeno questa volta mantiene la radice indoeuropea.

In realtà non sono contrario a questa cosa. Se guardi le condizioni che ho espresso per alterare embrioni, si permette in linea di massima questo genere di applicazioni. L'unica differenza è che applicherei mutazioni ereditabili solo ad embrioni e non ad organismi adulti per una lunga serie di ragioni, prima fra tutte il costo di una terapia genetica per portatori sani adulti che quindi non sono afflitti direttamente dalla patologia. Ovviamente non è la sola, ma le altre avrebbero bisogno di troppo tempo per essere argomentate sotto un profilo tecnico :mrgreen: .
"640K ought to be enough for anybody" Bill Gates (?) 1981
Qualcosa non ha funzionato...

Lo sapete che l'arroganza in informatica si misura in nanodijkstra? :D
Avatar utente
Foto Utentefairyvilje
10,5k 4 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2284
Iscritto il: 24 gen 2012, 19:23

0
voti

[14] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 29 nov 2018, 17:05

chiedo scusa per il nick, a volte si storpia volutamente il nome dell'interlocutore per offenderlo o sminuirlo e non era certo il mio caso...è che per pigrizia non sono tornato indietro di una pagina per controllarlo :mrgreen:

Si alcune tue argomentazioni sono troppo tecniche e in caso di referendum sarebbe un problema, considerato che il quesito riescono a renderlo indecifrabile perfino per questioni molto più semplici :D
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
26,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7145
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[15] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 30 nov 2018, 0:17

fairyvilje ha scritto:(...) I genitori possono già al momento fare una scelta dei tratti che desiderano nel nascituro scegliendo un partner specifico per la riproduzione o adottandone uno. Quello che voglio dire è che difficilmente questi interventi andrebbero a sviluppare problemi di identità nel bambino (...)
non li considererei argomenti per legittimare il ricorso a queste biotecnologie.

Credo che uno dei problemi stia nel fatto che lo sviluppo delle scienze, insieme alle tecnologie, corre, lasciando indietro la filosofia, insieme all'etica.
L'attivazione d'una mutazione in sé non mi crea problemi se rimedia una patologia (feto, embrione che sia) o se la può prevenire, ma se questa conoscenza la pieghiamo al piacere d'un effetto cromatico, come il colore degli occhi, a mio parere cominciamo ad avere problemi.

Pur su base soggettiva, non penso sia difficile trovare il discrimine e caratterizzare un'applicazione come garante della salute piuttosto che voluttuaria.
Allora, se legittimiamo l'intervento sul colore degli occhi(continuo su questo, ma è solo un esempio), cosa che di per sé sembra la concessione ad un vezzo e nulla di più, il rischio facilmente immaginabile è lo smarrimento d'un limite.

I comitati etici hanno e avranno da discutere, per fornire elementi e prospettive ad un legislatore, ora, come nel recente passato, saltuariamente inadeguato al compito che il consenso gli ha dato.
E dovranno fare in fretta, perché di rischi ce ne sono, ed i referendum(non solo in Italia) sarebbero solo uno di quelli ai quali si potrebbe andare incontro.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
21,4k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6091
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[16] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utentefairyvilje » 30 nov 2018, 0:47

Ok la metto giù in maniera diversa per tentare di dare un altro punto di vista alla questione.
Per me non basta dire "è eticamente discutibile" ma occorre anche spiegare cosa nello specifico porti queste applicazioni di editing a non essere etiche in base al contesto. Tu dici che il problema è lo smarrimento di un limite. Ed io ti chiedo, qual è lo scopo di un limite in questo ambito applicativo così ristretto? Perché dovrebbe esistere? Parliamo di modifiche che non interferiscono coi diritti della persona una volta che si svilupperà in feto e nascerà. Già di base un embrione non ha il diritto di decidere i suoi genitori e quindi il pool genetico da cui svilupparsi. Perché dovremmo preoccuparci di costruirne uno ad hoc in questo contesto? A chi gioverebbe tale limite? Quali diritti manterrebbe integri rispetto ad uno scenario nel quale non fosse fissato?

Fermo restando per me quelli che sono i paletti fissati nel mio primo post; fuori da quelle condizioni concordo con ogni posizione critica e contraria sull'argomento.
"640K ought to be enough for anybody" Bill Gates (?) 1981
Qualcosa non ha funzionato...

Lo sapete che l'arroganza in informatica si misura in nanodijkstra? :D
Avatar utente
Foto Utentefairyvilje
10,5k 4 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2284
Iscritto il: 24 gen 2012, 19:23

0
voti

[17] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utentebrabus » 30 nov 2018, 10:28

Io credo che la questione si possa ridurre all'eterna diatriba sociologica: siamo tutti uguali o no?

La risposta è: biologicamente forse, socialmente no.

Sin dal momento in cui il primo sapiens ha crepato di mazzate l'ultimo neanderthal, l'umanità si è organizzata in classi sociali. Ricchi e poveri, sani e malati, rosa e meno rosa, puri ed impuri.

Questo ulteriore passo tecnologico genererà probabilmente una classe sociale di super-individui geneticamente perfetti, ma rimarranno sempre e comunque esseri umani inquadrati in un sistema antichissimo e stabile, che la sa molto più lunga di loro. Abbiamo passato abomini come la schiavitù, la razza ariana e pure i terrapiattisti.

Quindi: sì alla sperimentazione se servirà a combattere patologie odiose e a migliorare la qualità della vita. Quanto alle implicazioni sociali: meh. Saranno individui che al massimo strapperanno qualche sguardo stupito o incuriosito, ma che dovranno combattere con la vita come qualunque essere mortale.

Trovo implicazioni molto più interessanti nel trapianto di testa, promesso per dicembre 2017 da un euforico luminare italiano e velocemente dimenticato.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,0k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2356
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

1
voti

[18] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utentelillo » 30 nov 2018, 11:04

Foto Utentebrabus ha scritto:genererà probabilmente una classe sociale di super-individui geneticamente perfetti

esattamente, con l'innescarsi di problemi sociali che ben conosciamo, ma avvalorati da una superiorità dimostrabile.
la storia ci insegna che già le diversità naturali hanno portato alla nascita della discriminazione:
l'uomo bianco ha sempre considerato inferiore l'uomo nero, senza motivo.
il portoghese ha considerato inferiore l'indiano, senza motivo.
l'americano ha considerato inferiore il messicano, senza motivo.
il nazista ha considerato inferiore l'ebreo, senza motivo.
senza motivi logici per lo meno.
immaginiamo un mondo con super-uomini e normo-uomini: il super-uomo come considererà il normo-uomo?
potrebbe sembrare estremo, ma l'editing enetico, una volta avviato per nobili motivi, vedrà la sua espansione in motivi meno nobili.
è storia: a costo di ripetermi (l'ho già scritto in un 3D sui social), buone intenzioni nelle mani sbagliate portano a catastrofi, polvere da sparo e nucleare docet.
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,0k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3073
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

1
voti

[19] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utentebrabus » 30 nov 2018, 11:36

Corretto.

Va tuttavia osservato che nella società occidentale stiamo assistendo (da una quarantina d'anni) al crollo dei miti. Il vero super-uomo è l'uomo medio (vedi la fenomenologia di Mike Bongiorno, Umberto Eco).

Il ricco è certamente un truffatore, il bello è certamente stupido, l'uomo bianco è in debito col nero, etc. perfino Dio è morto da un pezzo.

Ci si sta rendendo conto che siamo tutti sulla stessa barca, fisicamente e spiritualmente; riguardo i grandi condottieri e le grandi guerre, abbiamo capito che non ha vinto nessuno. Disgregato l'ideale nazionalista e consacrato il valore della vita umana, tanto vale tornare a perseguire l'ideale socialista di uguaglianza e benessere misurato. In tal senso sono ottimista, vedo nel centro Europa l'avanzare di uno stile di vita privo di velleità e votato alla riduzione dell'impatto delle attività umane sul territorio. Dopo le esagerazioni di fine XX secolo, stiamo raccogliendo i cocci e cercando una vita più onesta.
Bellissimo articolo riguardo la settimana lavorativa di 15 ore: [url]https://strikemag.org/bullshit-jobs
[/url]
La prossima catastrofe nucleare ci sarà, ma partirà da società con un livello culturale inferiore rispetto a quello occidentale odierno. Azzardo un Africa vs. Cina, anche se i cinesi sono troppo intelligenti per cascarci.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,0k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2356
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

0
voti

[20] Re: Genome-edited babies

Messaggioda Foto Utentefpalone » 30 nov 2018, 12:11

tutto ovviamente già preconizzato dalla fantascienza:

ad ogni modo questo quesito si dovrà per forza porre, in quanto l'uomo ha già alterato enormemente la naturale evoluzione del genoma.
La civiltà umana, sempre più evoluta (fino ad oggi, si spera per il futuro), ha di fatto minimizzato l'efficacia delle selezione naturale per la selezione.
Quale sarà il modo in cui la specie umana potrà evolvere?
E' stato eticamente corretto "bloccare" la selezione naturale? Credo nessuno abbia dubbi in proposito.
Credo che il problema della modifica del genoma sia una questione "duale" rispetto a quella posta sopra.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
10,5k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2109
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

PrecedenteProssimo

Torna a Magazine: notizie, presentazioni, annunci e molto altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti