Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Chimica orbitali leganti metallo

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[51] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 gen 2019, 13:20

Ok, ho nebulosamente compreso il concetto ma sono pure arrivato al capolinea... :oops:

Mi serve un altro chiarimento: a queste temperature ultrafredde vale ancora il concetto di considerare energia cinetica e temperatura come una equivalente dell'altra (a livello di particelle almeno) oppure il loro posto è stato preso da qualcos'altro?
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,9k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5641
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[52] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto Utentemarco76 » 9 gen 2019, 13:54

Ok sul sole intendi allo stato di plasma?
Ormai le mie (già all'epoca scarse) conoscenze di fisica si affievoliscono sempre più.

A proposito di 0K, ma il livello di Fermi non si diceva potenziale elettrochimico per temperature sopra gli OK?
Credevo che livello di Fermi per temperature diverse da 0K lo dicessero solo gli elettronici. O_/
Avatar utente
Foto Utentemarco76
1.183 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 923
Iscritto il: 26 lug 2012, 12:34

0
voti

[53] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 gen 2019, 14:06

Piercarlo ha scritto:Ok, ho nebulosamente compreso il concetto ma sono pure arrivato al capolinea... :oops:

Colpa mia, mi viene difficile fare un trattato su queste cose senza scrivere una dozzina di articoli a proposito.

Piercarlo ha scritto:Mi serve un altro chiarimento: a queste temperature ultrafredde vale ancora il concetto di considerare energia cinetica e temperatura come una equivalente dell'altra (a livello di particelle almeno) oppure il loro posto è stato preso da qualcos'altro?

A rigore a nessuna temperatura vale, è solo una semplificazione che facciamo noi intendendo fare un discorso mediato che vale a temperature anche solo di qualche K. Al di sotto di queste temperature non ci sono molti discorsi mediati che valgano, purtroppo.

marco76 ha scritto:Ok sul sole intendi allo stato di plasma?

No, se non per effetto termico.
L'ipotesi di costanza del livello di Fermi vale solo fino a 30kK o giù di lì.

marco76 ha scritto:A proposito di 0K, ma il livello di Fermi non si diceva potenziale elettrochimico per temperature sopra gli OK?

a 0K si fa un discorso al limite, infatti la funzione di stato diventa discontinua.

marco76 ha scritto:Credevo che livello di Fermi per temperature diverse da 0K lo dicessero solo gli elettronici. O_/

No perché... lo diceva anche Fermi :mrgreen:
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
74,8k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8834
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[54] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 gen 2019, 14:53

PietroBaima ha scritto: A rigore a nessuna temperatura vale, è solo una semplificazione che facciamo noi intendendo fare un discorso mediato che vale a temperature anche solo di qualche K. Al di sotto di queste temperature non ci sono molti discorsi mediati che valgano, purtroppo.


Sospettavo (sigh!) ma allora a questo punto mi si pone spontanea una domanda: cosa è esattamente una "temperatura"? E ancora un'altra: il concetto di equivalenza tra calore ed energia cinetica è stata (almeno per il sottoscritto) un buon salvagente per capire (almeno) come funziona il mio frigorifero o, all'opposto, un motore termico (eso o endo non ha qui grande importanza). Mi rendo conto però che è un concetto fondato sulla fisica classica e... probabilmente non è tra quelli che si sono salvati, nei dettagli, dal rullo compressore della fisica quantistica (altrimenti non ne staremmo parlando qui). Da cosa è stato sostituito (se lo è stato)?

Ti ringrazio fin da ora per la pazienza! :D
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,9k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5641
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[55] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto Utentemarcopittu » 9 gen 2019, 15:24

EdmondDantes ha scritto:Foto Utentemarcopittu ha fatto solo danni. :mrgreen:
Si stava così bene e tutto filava liscio :mrgreen: :mrgreen:

Hahahah :twisted:
Avatar utente
Foto Utentemarcopittu
0 3
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 15 dic 2018, 12:41

0
voti

[56] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 11 gen 2019, 11:47

Piercarlo ha scritto:cosa è esattamente una "temperatura"?

Ricadiamo nella mia solita risposta :D
Da un po' di tempo la fisica ha smesso di chiedersi che cosa sono le cose.
Ormai ha rinunciato a questa domanda, in favore di "come funzionano le cose".
L'esempio che faccio di solito è questo: la domanda "cos'è una penna a sfera?" è posta da qualcuno che ovviamente non sa cosa sia questo oggetto. L'unico modo sensato che si ha di spiegarglielo è dirgli a cosa serve o come è fatta, che però non sono risposte alla sua domanda.

Piercarlo ha scritto:E ancora un'altra: il concetto di equivalenza tra calore ed energia cinetica è stata (almeno per il sottoscritto) un buon salvagente per capire (almeno) come funziona il mio frigorifero

Certo, proprio come le leggi di Newton sono perfette per spiegare la meccanica classica ma inadeguate per la meccanica relativistica, per esempio.

Piercarlo ha scritto:Da cosa è stato sostituito (se lo è stato)?

dall'energia cinetica delle particelle e dalla loro densità di popolazione.
In pratica quando ho troppe particelle "tanto" calde parlo di un concetto medio, la temperatura.
Quando ne ho poche e tanto fredde comincio a dare loro un nome, una per una :D
Spero si capisca cosa voglio dire, sono concetti un po' distanti dal senso comune.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
74,8k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8834
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[57] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 11 gen 2019, 12:57

PietroBaima ha scritto:In pratica quando ho troppe particelle "tanto" calde parlo di un concetto medio, la temperatura. Quando ne ho poche e tanto fredde comincio a dare loro un nome, una per una :D
Spero si capisca cosa voglio dire, sono concetti un po' distanti dal senso comune.


Tradotto: nel primo caso usi la statistica, nel secondo usi l'anagrafe! È così? ;-)

Aggiunta: nel secondo caso ha senso parlare di traiettorie, come se si trattasse di una sorta di gioco a biliardo?
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,9k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5641
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[58] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 11 gen 2019, 12:58

:D
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
74,8k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8834
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[59] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 11 gen 2019, 13:08

Ok; andando ad approfondire il concetto di processo stocastico (che vedo come una sorta di statistica "dinamica"; se è sbagliato dimmelo pure), si arriva a capirci qualcosa oppure si va completamente fuori strada?

A proposito dell'aggiunta di prima, il "biliardo" andrebbe pensato come una sorta di biliardo quantistico e non classico (almeno, credo lo si debba intendere in questo modo). E' giusto o sto pigliando farfalle :?:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,9k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5641
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[60] Re: Chimica orbitali leganti metallo

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 14 gen 2019, 13:46

Piercarlo ha scritto:Ok; andando ad approfondire il concetto di processo stocastico (che vedo come una sorta di statistica "dinamica"; se è sbagliato dimmelo pure), si arriva a capirci qualcosa oppure si va completamente fuori strada?

Purtroppo si va fuori strada.
La ragione di questo non mi viene semplicissima da spiegare, quello che posso dirti è che i processi stocastici valgono per sistemi più semplici di quello considerato.

Piercarlo ha scritto:A proposito dell'aggiunta di prima, il "biliardo" andrebbe pensato come una sorta di biliardo quantistico e non classico (almeno, credo lo si debba intendere in questo modo). E' giusto o sto pigliando farfalle :?:

Il “biliardo quantistico” gioca con le regole delle onde. Capisco che non sia semplicissimo da immaginare.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
74,8k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8834
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 34 ospiti