Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Interruttori "nastrati"

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto Utentelillo » 27 dic 2018, 18:21

buonasera,
mi capita spesso di trovare interruttori bloccati nella posizione di chiuso attraverso del nastro isolante.
in caso di guasto, o attraverso prove con apposito strumento, l'interruttore apre, ma la levetta non va giù in quanto bloccata.
il multimetro segna a valle dell'interruttore l'assenza di tensione.
domanda: nonostante la levetta bloccata l'impianto può considerarsi sezionato?
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,2k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

2
voti

[2] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto Utentesebago » 27 dic 2018, 18:47

Ho più di qualche dubbio.
A parte l'uso del "nastro isolante" per bloccare l'interruttore in posizione di chiuso, mi pare di ricordare che l'idoneità dell'interruttore ad essere utilizzato anche come sezionatore sia garantita dal costruttore ma per dispositivo utilizzato "normalmente" (senza cioè forzarlo in una delle due posizioni).
Tanto più che per le caratteristiche proprie del sezionamento (per interventi manutentivi o altri che richiedano la certezza dell'assenza di tensione) non vedo lo scopo del nastro isolante che tenga chiusa la levetta.
Problema "strano".
Sebastiano
________________________________________________________________
"Eo bos issettaìa, avanzade e non timedas / sas ben'ennidas siedas, rundinas, a domo mia" (P. Mossa)
Avatar utente
Foto Utentesebago
14,7k 3 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1965
Iscritto il: 1 apr 2005, 19:59
Località: Orune (NU)

0
voti

[3] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 27 dic 2018, 19:14

sebago ha scritto:Ho più di qualche dubbio.

Io sono sicuro che non mi fiderei a toccare a mani nude le parti attive.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
5.777 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1841
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[4] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto Utentemir » 27 dic 2018, 19:30

lillo ha scritto:mi capita spesso di trovare interruttori bloccati nella posizione di chiuso attraverso del nastro isolante.

La prima domanda che mi viene, è perché ci sia quel nastro isolante, e perché forzato in chiusura l'interruttore; poi come primo approccio eliminerei quel nastro pe ripristinare le normali e corrette condizioni di funzionamento dell'interruttore.
lillo ha scritto:domanda: nonostante la levetta bloccata l'impianto può considerarsi sezionato?

Direi di no, perché non è garantito il regolare funzionamento del dispositivo di manovra, e l'indicazione "visiva" dell'avvenuto sezionamento non è presente, tra l'altro come già scritto nell'intervento precedente, un sezionamento del circuito interessato dall'interruttore in questione, per interventi manutentivi, prevede un blocco sulla leva/rinvio di comando dell'interruttore, in maniera da garantirne la non manovrabilità.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19937
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[5] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto Utentelillo » 27 dic 2018, 19:37

grazie per le risposte.
Foto Utentesebago ha scritto:non vedo lo scopo del nastro isolante che tenga chiusa la levetta

purtroppo, quando non si vuole che un interruttore venga disarmato manualmente, mettono 'sto benedetto nastro.
per farvi un esempio: in un ristorante accendono e spengono le luci direttamente da quadro; sfortuna volle che il nuovo ragazzo oltre a spegnere le luci, ha spento anche le celle frigorifere, che avevano gli interruttori accanto a quelli dell'illuminazione.
per evitare che questo riaccadesse, hanno messo il nastro isolante.
Foto UtenteGoofy ha scritto:Io sono sicuro che non mi fiderei a toccare a mani nude le parti attive.

indubbiamente.
tra l'altro, sperimentando una prova RCD su un magnetotermico differenziale "nastrato", mi sono reso conto che dopo l'apertura "interna", la tensione a valle dell'interruttore non va subito a 0 come accade normalmente, ma scende gradualmente.
pienamente d'accordo con tutti che la cosa non è idonea.
troverei utilissima un analisi un po' più dinamica, magari qualche esperto di interruttori sul Forum potrebbe ragguagliarci sulle problematiche derivanti da questa maldestra pratica.
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,2k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[6] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto Utentemir » 27 dic 2018, 19:42

lillo ha scritto:mi sono reso conto che dopo l'apertura "interna", la tensione a valle dell'interruttore non va subito a 0 come accade normalmente, ma scende gradualmente.

lillo ha scritto: questa maldestra pratica.

Io aggiungerei pericolosa !
Se si ha la necessità di evitare spegnimenti di macchine/dispostivi "importanti", è sufficiente spostare gli interruttori interessati in un quadro o zona del quadro dedicata con indicazione : non manovrare.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19937
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[7] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto Utentelillo » 27 dic 2018, 19:49

il problema è non di poco conto e ricercando sul web non ho trovato nulla.
nessuno ne parla.
vorrei sensibilizzare sull'argomento perché sono parecchie le attività che ricorrono a questa pratica.
ho rilevato il problema in particolare in attività ricettive, ristoranti, sale ricevimenti, e anche le amministrazioni pubbliche non scherzano, in particolare su circuiti "privilegiati" (prese sotto UPS, allarmi, centraline antincendio).
ancora grazie a chiunque voglia aggiungere il suo contributo.
Avatar utente
Foto Utentelillo
17,2k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[8] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto UtenteElectro » 27 dic 2018, 23:41

Stendo un velo pietoso su questo modo di fare, ovviamente.
lillo ha scritto:domanda: nonostante la levetta bloccata l'impianto può considerarsi sezionato?

Non credo proprio, il sezionamento deve essere visibile, addirittura si parla di scollegare completamente e separare fisicamente, se un dispositivo segregato è idoneo a sezionare il costruttore nelle specifiche sicuramente dichiara che la posizione verso il basso della levetta è condizione necessaria ad assicurare il sezionamento.

Se mi capita farò una foto a delle soluzioni artigianali un po' più garbate a proteggere organi di manovra su guida din da smanacciate.
"La progettazione, il primo presidio della sicurezza" [Michele Guetta]
Avatar utente
Foto UtenteElectro
2.122 2 2 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:14
Località: Bari

1
voti

[9] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto Utente6367 » 28 dic 2018, 0:09

lillo ha scritto:domanda: nonostante la levetta bloccata l'impianto può considerarsi sezionato?


Ni.
Il meccanismo a scatto libero (intervento a manopola ritenuta), garantisce l'interruzione del guasto ma non necessariamente il sezionamento.
Questo lo puoi ottenere solo tramite manovra manuale.
Del resto il sezionamento richiede che sia ben visibile.

Questo in generale, poi bisogna vedere interruttore per interruttore.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,1k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5933
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[10] Re: Interruttori "nastrati"

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 28 dic 2018, 11:15

lillo ha scritto:Per farvi un esempio: in un ristorante accendono e spengono le luci direttamente da quadro; sfortuna volle che il nuovo ragazzo oltre a spegnere le luci, ha spento anche le celle frigorifere, che avevano gli interruttori accanto a quelli dell'illuminazione.

E’ chiaro che il nastro isolante è per indicare che quel’interruttore non si deve aprire per sbaglio, perché alimenta le celle frigorifere; però in caso di voler aprire quel’interruttore per manutenzione, che problema c’è, si toglie il nastro e si apre l’interruttore, e si mette in sicurezza la linea.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.153 3 6 10
Master
Master
 
Messaggi: 1491
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti