Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Interruttore a mosfet con isteresi

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[11] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utenteelfo » 2 gen 2019, 8:56

maubarzi ha scritto: un dispositivo che mi stacca l'alimentazione di un pannello solare quando questo eroga una tensione sotto una certa soglia e la riattiva quando invece supera un'altra soglia.

Prova a dettagliare:
1) perche' il pannello "deve staccare" (da cosa?) quando e' sotto soglia? (ci puo' essere un modo diverso da un "sistema a scatto"?)
2) Il valore delle due soglie

Se e' proprio necessario utilizzare un trigger di Schmitt potresti utilizzare 1/4 di CD4093 CMOS Quad 2-Input NAND Schmitt Trigger (anche se l'isteresi *non* e' regolabile - una volta scelta la soglia)

P.S. se il tuo "spacciatore" di componenti non va oltre l'LM358 hai davvero vita grama :(
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.204 1 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 956
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[12] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utenteelfo » 2 gen 2019, 9:25

Foto Utentemaubarzi ti ho inviato un messaggio privato
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.204 1 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 956
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[13] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 2 gen 2019, 10:32

In realtà questa discussione si attacca a quella del pannello solare di qualche giorno fa.
L'ho fatta separata perché mi interessava un singolo pezzo che aveva singolarmente una sua dignità, forse avrei dovuto ricollegarmi e fare tutto su quella?
Comunque una soluzione che sto indagando è pannello + sepic + batterie + regolatore che mi avevi indicato.
Ora il sepic ha una soglia minima di ingresso, per evitare comportamenti strani che ho già rilevato, pensavo di interrompere il pannello quando scende sotto quella soglia e riattaccarlo quando risale.

Il mio "spacciatore" ha un sito su cui ci sono solo le cose che potrebbe fare a meno di metterci. Di integrati mosfet transistor non c'è quasi nulla per cui ogni volta devo chiedere.
Le volte che ho chiesto mi ha detto "non ce l'ho" senza darmi alternative io dico anche le caratteristiche per cui l'ho scelto per cui potrebbe proporre cose differenti.
Ora, io non conosco tutti i componenti per cui vado un po' a tentativi in base alle caratteristiche, se poi trovatone uno non è reperibile passo ad una nuova ricerca e magari cambio schema. Se ogni volta devo contattarlo per chiedere, e passa un giorno o due prima che mi risponda divento vecchio...
Quando trovo componenti di uso comune su ebay, aliexpress, ecc. a poco, faccio scorta, ma prima di avere una certa dotazione ci vuole tempo.
Lo so che la qualità non è delle migliori, ma per uso hobbistico vanno più che bene anche perché trovi decine di pezzi ad 1 euro in genere invece di un solo pezzo a 1 euro + i 20 di spedizione di mouser.
Ho provato ad accodare roba per avere la spedizione gratuita ma è troppo alta la soglia per essere una soluzione valida per me e non ci sono ancora riuscito.
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
50 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

0
voti

[14] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 2 gen 2019, 13:29

Ho studiato un po' e mi è venuto un dubbio.
Ci sono gli amplificatori operazionali e i comparatori.
Apparentemente sembrano la stessa cosa, ma guardando internamente si vede che i primi sono ottimizzati per lavorare nella zona lineare mentre i secondi in saturazione.
Quindi i primi sono tendenzialmente più lenti dei secondi.

Ragionando in ottica di circuiti logici, quindi escludendo tutta la branca degli amplificatori che lavorano per forza tipicamente in zona lineare o altri ambiti non prettamente digitali, ci sono casi in cui è preferibile usare un op amp piuttosto di un comparator?
Oppure fatta scorta di comparatori si dovrebbe essere a posto?

Limitandoci a circuiti che risolvono problemi tipici hobbistici non casi specifici e particolari dove si deve per forza andare a beccare le singole caratteristiche per cui serve proprio quella specifica sigla e non altre simili per ricercare la precisione estrema per farli lavorare su range estremamente stringenti.

Domanda da 1M$?
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
50 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

0
voti

[15] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 2 gen 2019, 13:56

L'argomento non è per niente scontato,e andrebbe approfondito.
Ma ci vuole uno bravo con l'elettronica e io sono un principiante a confronto.
Però ti posso accennare che un comparatore, è un vero amplificatore differenziale che ha un guadagno molto elevato, solitamente impiegato nel campo delle misure oppure quando vuoi digitalizzare un segnale/i analogico/i.
Ci sono altre caratteristiche da tenere conto ad esempio il valore di escursione “completa” del segnale d'uscita nell'intervallo dei valori della tensione di alimentazione,denominato anche Rail-toRail.
Al contrario si preferisce un amp-op quando é necessario avere una estrema precisione quando hai a che fare con segnali dell'ordine dei uV(micro-volt)
Ma tutto dipende caratteristiche di progetto.
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,6k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2970
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

0
voti

[16] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 2 gen 2019, 14:03

Da quello che ho visto, un comparator tipicamente ha una risposta di uno o due ordini di grandezza più veloce rispetto ad un op amp, quindi in teoria lavorando su segnali digitali, dovresti poter fare tutto con i comparator risparmiando di prendere anche op amp.
Lo scopo è di fare scorta di quel che può servire ma senza prendere troppa roba che poi fa solo casino.
Ovvio che se capita il caso specifico si va mirati.
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
50 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

1
voti

[17] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 2 gen 2019, 14:58

maubarzi ha scritto:Da quello che ho visto, un comparator tipicamente ha una risposta di uno o due ordini di grandezza più veloce rispetto ad un op amp, quindi in teoria lavorando su segnali digitali.

Ne fai solo una questione di velocità, perché il comparatore non richiede ad esempio i condensatori di compensazione rispetto all'op-amp.
Ma devi tenere conto che un op-amp è ottimizzato allo scopo di fornire una stabilità ed accuratezza per uno specifico Range lineare sul valore di uscita,oltre ad richiedere una bassa corrente di bias,e basso offset.

Insomma per il campo di applicazione richiesto,ti dovresti concentrare sul comparatore.

Dai un occhiata a questo:
LM339
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,6k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2970
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

0
voti

[18] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 2 gen 2019, 16:00

stefanob70 ha scritto:Ne fai solo una questione di velocità...

Al momento è un mio limite, sono un po' arrugginito.

stefanob70 ha scritto:Insomma per il campo di applicazione richiesto,ti dovresti concentrare sul comparatore.
Dai un occhiata a questo:
LM339

Si, era proprio la conferma che speravo di ottenere, riguardo all'LM339 era proprio quello che stavo guardando in accoppiata all'LM393 quando ne servono solo 2.

grazie mille
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
50 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

0
voti

[19] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 15 gen 2019, 15:17

Foto Utenteelfo: mi sono studiato lo schema che mi avevi passato con i due comparatori.
Se non ho capito male, però, non fa quello che mi serve, cioè a prescindere dal fatto che i riferimenti di ingresso, nello schema, arrivino da due DAC che era banale da riadattare, ho visto che l'uscita scatta nella finestra Vref +/- delta di passaggio di Vin sia sul fronte di salita che di discesa.
Quindi invece di fungere da interruttore chiuso per tutto il tempo in cui la Vin era alta, scattava solo nei due punti di passaggio a cavallo di Vref sia in salita che in discesa della curva di variazione di Vin.

Lo schema mi ha fatto però rinfrescare il funzionamento di operazionali e comparatori e alla fine sono arrivato a produrre (come se lo avessi inventato io :oops: ) lo schema classico di trigger di schmitt con comparatore che riporto sotto. Attiva un Mosfet-P per la parte di potenza.



Siccome la mia soglia è molto vicina a Vcc di alimentazione del comparatore, dovrei ottenere un comportamento non esattamente teorico, ma con un pizzico di taratura empirica dovrei poterlo adattare alle soglie che mi servono.
Ho provato a simularlo con LTSpice e mi pare funzioni benone.

Il comparatore sarà probabilmente un LM393 mentre il mosfet potrebbe essere un IRF5305PbF da 31A che non mi servirebbero se non per il fatto che maggiore è la corrente e minore è la Rdson e questo ha la Rdson minore che ho trovato.

Che ne dite? Ho trascurato qualcosa di fondamentale?
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
50 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

0
voti

[20] Re: Interruttore a mosfet con isteresi

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 15 gen 2019, 15:23

Secondo me non funziona: non puoi entrare con 12V in un comparatore alimentato a 5V, inoltre il source del MOS va collegato al positivo, non alla tensione di ingresso.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
102,0k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18171
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 38 ospiti