Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Condensatori su apparecchio "vintage"

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[11] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 4 gen 2019, 13:18

claudiocedrone ha scritto:
Nicodemo ha scritto: ...gli altri hanno un valore di 25uF/25v , non so se sostituirli con dei 22 o 33uf...


Sostituiscili tranquillamente con condensatori da 22 uF, data l'ampia tolleranza sul valore nominale degli elettrolitici di uso comune (che può raggiungere anche il 30%... ) non avrai problemi di sorta. O_/


Grazie mille claudiocedrone, l'unico problema che ho riscontrato (per il resto funge perfettamente) è che, alzandolo al massimo, il volume non è potente come quello di un altro apparecchio identico che un altro possessore ha avuto modo di farmi verificare.
Avevo pensato che la sostituzione di uno dei tre 25uf/25v , (allego parte dello schema, contrassegnato come C24)è collegato alla polarizzazione (pin 2) della valvola finale ECL82 , inserendo al suo posto un 33 al posto di un 22, mi facesse guadagnare qualcosa nell'ampiezza del volume. Cosa ne pensi? E' una considerazione errata?

Grazie mille anche a te per la risposta, gentilissimi tutti.

Nicola
Allegati
c24.jpg
c24.jpg (26.38 KiB) Osservato 177 volte
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

2
voti

[12] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utentesetteali » 4 gen 2019, 13:23

Ciao,
bene, vedo che sei padrone di quello che dici e che ti si dice :ok:
Appena avrai i condensatori elettrolitici, valuterai.
Per il raddrizzatore lo lascerei, non credo proprio che abbia dei problemi e tra l'altro direi che è quasi un pezzo raro da museo :D
Il fatto che non abbia moltissimo volume, potrebbe dipendere anche da una valvola esaurita bisognerebbe controllare, se ne hai voglia metti lo schema con le tensioni sulle valvole.
Ti seguo :ok: :ok:
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
4.356 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2473
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[13] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 4 gen 2019, 15:53

Mi incuriosisce quel raddrizzatore (che parrebbe a stato solido...).
Qualcuno ha idea della struttura interna?
Quando ho sentito 5 fili ho subito pensato ad una valvola rettificatrice con alimentazione dei filamenti, ma non direi.

Ho trovato questo…
http://www.antiqueradios.com/forums/vie ... 6&t=217212
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.757 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1454
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

2
voti

[14] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 4 gen 2019, 17:29

Il raddrizzatore è "doppio" sul genere degli elettrolitici ma lo presumo a stato solido; le rettificatrici di solito sono livellate da induttanze e non da capacità...
Foto UtenteNicodemo, a mio parere una capacità maggiore in quel punto diminuirebbe soltanto la frequenza di taglio inferiore lasciando passare più bassi (e magari troppi... ) influirebbe ben poco sul volume ( e a mio parere se non "appaiono" ripple e funziona tutto personalmente non sostituirei proprio nulla); il volume scarso potrebbe banalmente dipendere ancora da ossidazioni residue o da qualche resistore invecchiato (cotto).
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
13,6k 4 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 9345
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[15] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 4 gen 2019, 23:54

setteali ha scritto:Ciao,
bene, vedo che sei padrone di quello che dici e che ti si dice :ok:
Appena avrai i condensatori elettrolitici, valuterai.
Per il raddrizzatore lo lascerei, non credo proprio che abbia dei problemi e tra l'altro direi che è quasi un pezzo raro da museo :D
Il fatto che non abbia moltissimo volume, potrebbe dipendere anche da una valvola esaurita bisognerebbe controllare, se ne hai voglia metti lo schema con le tensioni sulle valvole.
Ti seguo :ok: :ok:


Potrebbe essere, io comunque provero' a sostituire intanto quel condensatore con un 33uf, non avendo un'altra valvola identica per poter fare la comparazione che mi suggerisci.
Certo che ne ho voglia, lo schema era incluso nell'apparecchio ma essendo molto datato è un po scarno e le tensioni non sono scritte esplicitamente.
Purtroppo il vecchio proprietario aveva avuto la malsana idea di mettere del nastro isolante su una parte dello schema rendendo illeggibili alcune parti in alto sulla destra (roba di poco conto).
Mi piacerebbe restaurare questo schema con quel programmino che usate qui ma non ne sarei capace :D
P.S alcuni condensatori, accanto al loro valore, hanno una lettera "E", (es. 560E) cosa indica?
i valori dei condensatori non elettrolitici secondo te sono espressi in picofarad o nanofarad?
Grazie ancora del supporto
Allegati
schema elettrico parti illeggibili.jpg
schema elettrico parti illeggibili.jpg (62.84 KiB) Osservato 130 volte
Rhodex_RM67L_schema elettrico.jpg
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

0
voti

[16] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 4 gen 2019, 23:57

JAndrea ha scritto:Mi incuriosisce quel raddrizzatore (che parrebbe a stato solido...).
Qualcuno ha idea della struttura interna?
Quando ho sentito 5 fili ho subito pensato ad una valvola rettificatrice con alimentazione dei filamenti, ma non direi.

Ho trovato questo…
http://www.antiqueradios.com/forums/vie ... 6&t=217212


Bravissimo JAndrea, è proprio lo stesso che è presente sul mio magnetofono, tale e quale, stessa sigla!
nemmeno io ne avevo mai visto uno simile.
Ogni tanto ho restaurato magnetofoni di altra marca concorrente (la più blasonata "Geloso" prodotti nello stesso periodo - fine anni 50, inizio anni 60) ma il ponte raddrizzatore presente era un semplice ponte di Graetz.
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

0
voti

[17] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 4 gen 2019, 23:59

claudiocedrone ha scritto:Il raddrizzatore è "doppio" sul genere degli elettrolitici ma lo presumo a stato solido; le rettificatrici di solito sono livellate da induttanze e non da capacità...
Foto UtenteNicodemo, a mio parere una capacità maggiore in quel punto diminuirebbe soltanto la frequenza di taglio inferiore lasciando passare più bassi (e magari troppi... ) influirebbe ben poco sul volume ( e a mio parere se non "appaiono" ripple e funziona tutto personalmente non sostituirei proprio nulla); il volume scarso potrebbe banalmente dipendere ancora da ossidazioni residue o da qualche resistore invecchiato (cotto).


Potrebbe essere, ti ringrazio per la tua osservazione.
L'apparecchio in tutto conterà una venticinquina fra condensatori e resistenze, dovrei fare delle misurazioni per trovare quelli invecchiati e cotti.
Grazie mille anche a te
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

0
voti

[18] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utentesetteali » 5 gen 2019, 0:09

ciao,
controlla le resistenze di placca e il condensatore sulla placca della finale, che molte volte va in perdita
Allegati
Immagine  33.jpg
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
4.356 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2473
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[19] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 5 gen 2019, 0:20

:-) Confermo che "cotti" potrebbero esserlo qualcuno dei resistori sugli anodi gli altri no; per la "E" non so aiutarti e compare anche su almeno un resistore (R14) :roll: comunque dove non diversamente specificato i valori di capacità sono espressi in pF
(Foto Utentesetteali ma se quel condensatore che dici fosse in perdita non dovrebbe arrossare la placca e rendere il suono roco ? :roll: )
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
13,6k 4 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 9345
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[20] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utentesetteali » 5 gen 2019, 0:34

claudiocedrone ha scritto:(Foto Utentesetteali ma se quel condensatore che dici fosse in perdita non dovrebbe arrossare la placca e rendere il suono roco ? :roll: )


Si causa questi difetti, ma dipende anche da che condizioni è e non so se l'audio è un po' roco e a controllarlo non fa male, è un condensatore che facilmente si trova in perdita..
O_/
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
4.356 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2473
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 46 ospiti