Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Condensatori su apparecchio "vintage"

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[21] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 5 gen 2019, 0:38

:ok:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
13,6k 4 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 9348
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[22] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 5 gen 2019, 11:39

setteali ha scritto:ciao,
controlla le resistenze di placca e il condensatore sulla placca della finale, che molte volte va in perdita


Ciao setteali, ottimo, grazie per il consiglio e per averli evidenziati sullo schema.
Non appena avro' tempo, scollegherò un piedino e li misurero', se necessario, provvedero' a sostituirli.

I valori dei condensatori sono espressi in pF , quindi prendendo in esempio il C13, indicato come 47K (ossia 47 mila picofarad) andrebbe sostituito con un moderno 0.047uF, giusto?

Tengo a precisare che al momento il suono non è affatto "roco" ma chiaro e limpido, pecca un poco di potenza ed estensione al massimo volume (se pero non avessi avuto il parametro del modello uguale al mio di un altro possessore, non me ne sarei reso conto).

Ecco un video di prova: https://youtu.be/BfvVqySqiMY

Grazie ancora, gentilissimi.
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

1
voti

[23] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utentesetteali » 5 gen 2019, 11:51

:ok: figurati, nessun problema.
Ho visto e sentito il video, mi pare un buon risultato ed un bell'apparecchio, considera che quando lo rimetterai nel mobile, ti aumenterà il volume, di poco, ma aumenta.
Le resistenze le puoi misurare anche senza staccarle, la placca non ha contatti all'interno del tubo, a volte se c'è un condensatore esterno se fosse in perdita ti darebbe valori sballati, allora a questo punto staccheresti resistenza e condensatore e li proveresti, ma con la sola placca ( valvola spenta ) non hai problemi.

Si per i condensatori va bene così 47K = 47nF, 0,047, 47000 :-)
O_/
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
4.356 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2473
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

2
voti

[24] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 5 gen 2019, 14:06

setteali ha scritto:considera che quando lo rimetterai nel mobile, ti aumenterà il volume, di poco, ma aumenta.


Hai totalmente ragione setteali, stupidamente avevo valutato l'ampiezza del volume non solo tenendo l'apparecchio aldifuori del suo vano in legno, ma con l'altoparlante poggiato in uscita sulla base del tavolo!
E' logico che in questo modo il suono risulti soffocato.
Dopo aver letto questo tuo intervento, ho messo in riproduzione la bobina, sollevato dal tavolo il mobiletto con l'altoparlante e il volume era triplicato :D :D
Come avevo fatto a non pensarci da solo? hahahah
Grazie del consiglio sulla misurazione delle resistenze: non ho alcuna fretta di rimontarlo definitivamente, quindi faro' tutte le misure.
E grazie ancora per il tuo prezioso supporto e dei tuoi colleghi.
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

1
voti

[25] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 5 gen 2019, 18:29

:-) Bene, ma quindi l'apparecchio è pienamente efficiente e allora non serve misurare e tantomeno sostituire nulla; (e riguardo i resistori di placca "cotti" ripensandoci, se fosse, più che diminuire il volume darebbero l'effetto che non suonerebbe proprio tranne che sui picchi più elevati... ). O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
13,6k 4 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 9348
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[26] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 6 gen 2019, 12:51

claudiocedrone ha scritto::-) Bene, ma quindi l'apparecchio è pienamente efficiente e allora non serve misurare e tantomeno sostituire nulla; (e riguardo i resistori di placca "cotti" ripensandoci, se fosse, più che diminuire il volume darebbero l'effetto che non suonerebbe proprio tranne che sui picchi più elevati... ). O_/


Hai sicuramente ragione claudiocedrone,l'apparecchio è apparentemente perfetto e potrei anche lasciarlo cosi, non ci trovo difetti..addirittura pensi che la sostituzione dei resistori di placca peggiorerebbero la situazione eheheh.
Al massimo sostituiro' i condensatori elettrolitici, giusto per mandarli in pensione: hanno compiuto 61 anni, che ne dite? :D

Ho però un'altra questione da porvi, della quale mi sono accorto stamani.
Naturalmente una volta rimontato l'apparecchio, vorrò esportare il contenuto delle bobine in digitale, collegando il magnetofono o al dvd recorder, oppure direttamente alla scheda audio del PC, quindi cosa mi viene in mente? Prendere il manualetto di istruzioni e individuare quella che è l'USCITA del segnale.
Sul lato destro trovo due prese DIN 5 (molto diffuse prima delle RCA) ma entrambe funzionano solo in entrata: microfono (che possiedo, per l'appunto con connettore DIN5) e sorgente esterna (per registrare su magnetofono ciò che proviene da un qualsiasi apparecchio che si collega a quel connettore).

Sul lato sinistro invece noto uno strano connettore, mai visto prima, con 3 pin messi in orizzontale. Faccio una ricerca sul web e scopro che si chiamano PUNTO LINEA. Sul manualetto di istruzioni leggo che quella porta si chiama PORTA PER USCITA ALTOPARLANTE ESTERNO. In pratica serve a portare fuori il segnale - riversare in digitale le bobine del magnetofono.

Trovo su ebay a poco piu di 1 euro,due connettori maschio PUNTO LINEA per costruirmi un cavo PUNTO LINEA - JACK 3,5 MM (per la connessione al PC) e un altro PUNTO LINEA - RCA (per collegarlo all ingresso del dvd recorder).

Cerco lo schema ma niente, non si trova niente.

Prendo quindi il tester per verificare quali sono i cavi da collegare ai positivi del jack 3,5 e quello da collegare allo sleever (la massa) ma....

Ho preso una comune graffetta, il mio tester settato sulla continuità. Ho poggiato il puntale sulla punta della graffetta inserita nel PIN 1 (quello a sinistra), l'altro puntale sulla carcassa in metallo: bip, ossia continuità.

Ho inserito la punta della graffetta nel PIN 2 (centrale), idem come sopra

E incredibilmente, stesso discorso anche nel PIN 3 (quello a destra!).

Tutti e 3 i PIN vanno a massa! Come è possibile?

Ho quindi capovolto l'apparecchio per controllare i piedini dalla parte interna e mi sono accorto che sono 4 e non 3 come da esterno: il primo e l'ultimo pin sono ponticellati tra loro, il pin 2 e pin 3 hanno dei fili collegati che comunque finiscono alla massa dell apparecchio. Allego foto.

Tenendo conto che NESSUNO lo ha mai manomesso prima di me, perché è stata costruita una connessione per altoparlanti esterna con tutti i contatti che vanno a massa? Ho provato e riprovato ed è cosi, non mi sto sbagliando.

Non riesco a capire, nello schema elettrico, quali sono i collegamenti a questo connettore, pero mi sembra assurdo che tutti vadano a massa..

Qualche suggerimento?

Grazie e buona domenica a tutti.
Allegati
ponte linea interno.jpg
uscita audio rhodex.jpg
vista esterna (pin 1 - pin 2- pin 3)
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

0
voti

[27] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 6 gen 2019, 13:07

Hai usato un ohmetro per trarre questa conclusione?
Potrebbe essere il secondario del trasformatore di uscita a portarti erroneamente a pensare ciò.

Non cillegare direttamente l'uscita altoparlante alla scheda audio, te la fumeresti probabilmente, secondo me devi opportunamente adattare l'impedenza e attenuare il segnale.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.757 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1454
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[28] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteNicodemo » 6 gen 2019, 13:31

JAndrea ha scritto:Hai usato un ohmetro per trarre questa conclusione?
Potrebbe essere il secondario del trasformatore di uscita a portarti erroneamente a pensare ciò.

Non cillegare direttamente l'uscita altoparlante alla scheda audio, te la fumeresti probabilmente, secondo me devi opportunamente adattare l'impedenza e attenuare il segnale.


Si, JAndrea ho usato un comune multimetro settato sulla continuita/prova diodi, quella che suona quando è presente la continuità. Non capisco cosa intendi che il secondario di trasformatore mi porta a pensare erroneamente questo..io so solo che una qualsiasi connessione ha la sua massa, ma deve essere presente un positivo, come in tutte le connessioni che si rispettano. Considerando che l apparecchio non è mai stato alterato, quindi è uscito cosi di fabbrica, mi pare una stranezza.
In passato ho adattato l'impedenza quando costruivo cavi di connessione tra il "Geloso" e la scheda PC, perche anche a minimo volume del magnetofono, arrivava un segnale altissimo e distorto sulla scheda PC..risolvevo con un paio di resistenze, non ricordo perché è passato tanto tempo, inserite in parallelo.
Pero' qui il problema è a monte di questo passaggio.
Naturalmente prima di bruciarmi l'entrata audio del mio PC, ci penso 10 volte e non connetto niente finché non saro venuto a capo di questo mistero..Grazie del tuo aiuto.
Avatar utente
Foto UtenteNicodemo
75 2
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 mag 2012, 19:15

0
voti

[29] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 6 gen 2019, 14:29

Come ti è stato detto da Foto UtenteJAndrea hai bisogno di amplificare il segnale per farlo funzionare con il PC, in internet ho trovato questa pagina, quarda se potrebbe essere utile. http://www.redcircuits.com/Page160.htm
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
2.799 3 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1643
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

1
voti

[30] Re: Condensatori su apparecchio "vintage"

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 6 gen 2019, 15:32

Bel lavoro!

Nicodemo ha scritto:Al massimo sostituiro' i condensatori elettrolitici, giusto per mandarli in pensione: hanno compiuto 61 anni, che ne dite? :D


Se funzionano e se non sono fuori tolleranza, direi che non c'è ragione per farlo.
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
25,0k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3478
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti