Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

modificare trasformatore usato

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[1] modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utentecicos154 » 30 gen 2019, 1:38

modificare trasformatore usato per forno a microonde in elettromagnete

Salve,volevo sapere che differenza c'è tra l'alimentare l'avvolgimento di un trasformatore di 230v o a 12v. In sostanza il trasformatore è di un vecchio forno a microonde e deve essere modificato ad un solo avvolgimento(il primario che è 230v 50 Hz) per creare un elettromagnete in grado di bloccare pezzi di ferro che devono essere forati sotto un trapano a colonna. Ho visto un video su internet in cui hanno eseguito questa modifica all' avvolgimento che poi veniva alimentato non più a 230v ma a 12v/4A sviluppando comunque una notevole forza magnetica. Come posso calcolare la differenza della forza magnetica generata in entramb i collegamenti elettrici, cioe a 230v e a 12v,grazie
Avatar utente
Foto Utentecicos154
0 4
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 14 feb 2014, 21:48

0
voti

[2] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 30 gen 2019, 11:48

Trasformatore ed elettromagnete sono due cose diverse:
nel primo il nucleo è chiuso, nel secondo c'è un traferro
(e viene preferibillnte alimentato in continua)...
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
52,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16080
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[3] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utentelucaking » 30 gen 2019, 15:44

Per fare ciò che dici, come fa notare Foto Utenteg.schgor di solito si taglia il trasformatore tenendo solo la parte di lamierini a forma di E e poi si alimenta in continua.
Ma onestamente dal costruirsi un elettromagnete all' usarlo per tenere fermi dei pezzi sotto una macchina utensile credo ci sia un discorso abbastanza lungo sulla sicurezza.

Comunque a livello didattico l' argomento interessa anche me e cio che so dirti è che l' intensità del campo magnetico è proporzionale alla corrente che scorre nel solenoide e "non c' entra" (almeno direttamente) con la tensione.

Se le due tensioni fossero entrambe continue, restando costante l' impedenza del solenoide anche il passaggio di corrente sarebbe proporzionale alla tensione di alimentazione dell' avvolgimento, quindi a 12V dovresti avere circa un ventesimo della forza rispetto a 230V.

In alternata le cose cambiano in quanto l' impedenza del tuo avvolgimento e del suo nucleo aumenta con l' aumentare della frequenza , e l' unica cosa che credo di poterti dire con QUASI certezza è che a pari tensione ci scorrerà meno corrente.

Per quanto riguarda il campo magnetico mi verrebbe da dire che in alternata dovrebbe cambiare continuamente polarità, ma non so dire altro, e piacerebbe anche a me qualche chiarimento da parte dei piu ferrati in materia.
Avatar utente
Foto Utentelucaking
799 2 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 753
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[4] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utentecicos154 » 30 gen 2019, 16:16

Grazie per essere intervenuto g.schgor. Dopo aver modificato il trasformatore ,aprendo la base superiore e estraendo il secondario. Il primario incassonato nel traferro con 3 colonne di lamierino (lato alto aperto) è collegato con un vecchio alimentatore dc notebook da 19 v e 6,5A e sviluppa un incredibile forza di attrazione sulla zona alta ,infatti se metto una piastra di ferro appoggiata sopra e dò corrente ,non riesco a staccarla più fintanto che non tolgo l'alimentazione. L'ho tenuto collegato per circa 2 minuti senza rilevare cose anomale tipo surriscaldamenti,vibrazioni o altro.La mia domanda è chi da più forza al campo magnetico , l'aumento dell'intensità mantenento costante la tensione ? o si devono aumentare proporzionalmente tutte due i valori?
Se prima della modifica il primario lavorava a 230v e 50hz ,può essere usato con tali valori anche ora o si surriscalda e poi si brucia l'isolamento delle spire?, @ Lucaking hai postato mentre ancora stavo scrivendo le mie domande,speriamo che intervenga anche qualcunaltro. Aggiungo che ho fatto anche la prova con una batteria da 12v per auto e anche l'ì ho riscontrato una forza incredibile.
Avatar utente
Foto Utentecicos154
0 4
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 14 feb 2014, 21:48

0
voti

[5] Re: lo aprimodificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 30 gen 2019, 17:40

Finché mantieni chiuso il circuito magnetico, l'impedenza del primario è normale,
ma cosa succede se lo apri (per farlo diventare un elettromagnete)? meglio non provarci...

Quello che puoi fare è misurare la resistenza del primario per verificare la possibilità
di alimentazione in continua.
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
52,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16080
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[6] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utentesetteali » 30 gen 2019, 17:52

Non puoi alimentarlo a 230 VAC una volta che hai aperto il campo magnetico.
Misura la resistenza che hai del primario e se ti riesce il diametro del filo, così in base a questi dati si può ragionare sui valori della tensione e corrente da usare.

- Il traferro è l'aria che c'è tra la E e la I se viene lasciata, difatti si chiama tra-ferro.
Te stai usando solo la E, la I l'hai tolta .
O_/
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
4.701 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2652
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[7] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 30 gen 2019, 18:42

Se vuoi utilizzarlo da elettromagnete, oltre ad aprire il nucleo, devi valutare la resistenza del primario e la possibilità di alimentarlo in DC...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.832 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1498
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[8] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utentecicos154 » 30 gen 2019, 18:54

grazie per le risposte ricevute . La mia intenzione è di usarlo sempre con un pezzo di ferro appoggiato sopra al traferro per chiudere il circuito dello stesso e dopo dare corrente, eseguire la lavorazione e poi alla fine disalimentare per togliere il pezzo. il pianetto magnetico è formato da una vaschetta metallica da 200mmx150mm alta 50mm con pareti spesse 8mm in cui vi è ancorato il lato inferiore del trasformatore e che devo ancora siggillare con resina epossidica biconponente.Dopo che la resina si sarà livellata e asciugata,con la fresa spianerò la parte superiore per poterci appoggiare i pezzi da lavorare. Ma prima di siggillare tutto volevo essere certo che poteva funzionare ,premetto che il pianetto sarà alimentato per pochi minuti e non per ore .Oggi ho riprovato a tenerlo acceso per 15 minuti (che già è un tempo molto al di là dell'utilizzo reale), e non si riscalda tanto. Lo devo usare per tenere pezzi minuscoli che sono male a tenere con la morsa . In riguardo al traferro ,se rimonto il pezzo a "I" sulla "E" migliora o peggiora la situazione , avevo pensato di rimetterlo ma ho paura che sovrapponendo alla"I" i pezzi da bloccare perderei forza magnetica di serraggio. se non è cosi posso anche mettere una piastra fissa e appoggiare sopra di volta in volta il pezzo da lavorare . Scusa J Andrea,ma io lo sto alimentando con un alimentatore per pc-portatile e credo che la corrente in uscita sia se non proprio continua quantomeno raddrizzata
Avatar utente
Foto Utentecicos154
0 4
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 14 feb 2014, 21:48

0
voti

[9] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto Utentecicos154 » 30 gen 2019, 19:05

Se misuro la resistenza come decido per l'alimentazione?
divido il valore ottenuto per la corrente per sapere quale tensione adottare?
Avatar utente
Foto Utentecicos154
0 4
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 14 feb 2014, 21:48

0
voti

[10] Re: modificare trasformatore usato

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 30 gen 2019, 19:06

Gli alimentatori per notebook, spesso hanno una limitazione di corrente per proteggerli dal corto-circuito.
Se la resistenza è bassa (da misurare) potrebbe essere che l'alimentatore vada in protezione, quindi tu non stia applicando i 19V che pensi.

Se il trasformatore lavorava a 230V di alimentazione, ipotizziamo in un forno di potenza assorbita di 800W (600 resi), come è spesso consuetudine, ipotizzando un pf di 0,6, ne conseguono circa 5,8 A di corrente assorbita.

Corrente che tu potresti fare circolare anche in continua, meglio se limitandoti a 5 A.


Per conoscere il giusto valore da applicare in tensione, occorre misurare la resistenza dell'avvoglimento.

Un ultima considerazione, nei forni a microonde, vi è solitamente un ventilatore per raffreddare magnetron e trasformatore, assicurando una condizione di raffreddamento ben superiore a quella da te prevista in resina.
In questa condizione si dovrebbe stimare se le temperature raggiunte dal conduttore siano o meno sostenibili, ma nella mia opinione non andrei oltre i 2A, se l'attrazione raggiunta ti basta.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.832 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1498
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

Prossimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti