Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

1
voti

[1] Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 30 gen 2019, 21:25

Sto assemblando il mio primo PC e non vorrei danneggiare componenti a causa di scariche elettrostatiche generate da me stesso. So che l'argomento è stato affrontato ma vorrei chiedere ulteriore conferma per la mia specifica situazione.
Non posso non caricarmi elettrostaticamente perché in questo periodo giro per casa imbottito di indumenti di lana e pile quindi devo risolvere pre-scaricando da qualche altra parte. So che basterebbe toccare i caloriferi per scaricarsi ma da me non sono installati e, nella stanza d'assemblaggio, non ci sono neppure i tubi che spuntano dal muro.
So anche che basta toccare il case per scaricarsi perciò vi chiedo: va bene anche se i piedini sono in gomma, quindi isolati? Ho anche letto che è meglio collegare l'alimentatore alla corrente e toccarne lo chassis, vero?

Ho comunque acquistato un bracciale antistatico presso il negozietto di elettronica vicino casa per poco più di 1 euro, credo sia una soluzione che permette di rimanere costantemente scaricati.
bracciale antistatico.jpg

So che dovrebbe essere presente una resistenza da 1Mohm solo che non so dove debba trovarsi quindi non ho idea di dove mettere i puntali del tester; per i valori in gioco è comunque necessaria o basta solo agganciare la pinza a coccodrillo al case e posso stare tranquillo?

Avevo pensato anche ai guanti antistatici per evitare l'intralcio del cavetto del bracciale, solo che non li ho trovati presso quel negozio. Volevo quindi chiedere se è la stessa cosa per il mio caso usare quelli da 1-2 euro presenti presso i negozi cinesi nelle sezioni del giardinaggio perché credo siano di materiale isolante. In alternativa fa lo stesso usare quelli in lattice o sono troppo sottili?

Infine volevo porre una domanda. Ho misurato la resistenza sulla superficie del case e dell'alimentatore (entrambi verniciati) ed è risultata infinita sui 2Mohm. Premesso che non è mio settore di pertinenza, mi dite come faccio a scaricare l'elettricità se c'è tanta resistenza?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[2] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto UtenteTITAN » 30 gen 2019, 21:52

Non devi drammatizzazione per un lavoro che sai fare e hai le conoscenze elettriche sufficenti a non fare danni. Usa il bracciale e non esagerare con i pile e non sfregolarti su sedie in plastica e ogni tanto se puoi poggia un piede a terra anche se hai i calzini di lana.
Avatar utente
Foto UtenteTITAN
497 3 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 758
Iscritto il: 31 dic 2012, 20:22

0
voti

[3] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 31 gen 2019, 1:18

Drammatizzare fino ad un certo punto: qualche mese fa è possibile che io abbia bruciato un banco di ram per superficialità riguardo questa norma di sicurezza. Dopo quella esperienza non voglio più sbagliare, anche perché questa volta ci sono molti $$ in mezzo.
Agli indumenti di lana e pile, come alla sedia in plastica (comodissima coi braccioli), non posso rinunciare. Capita che quando tocco lo chassis della stufa a gas si riesca a vedere la scintilla dal mio dito, mi sembra di essere zeus.
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[4] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 31 gen 2019, 1:37

Magari mettere il bracciale a una caviglia eviterebbe l'intralcio e collegarsi in qualche modo al PE della rete assicurerebbe il restare scarichi :roll:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
13,7k 4 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 9459
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[5] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 31 gen 2019, 2:50

Avevo pensato anch'io un qualche collegamento alla massa dell'impianto di casa, sempre che abbia capito bene che PE = conduttore di massa.
Non voglio agire con superficialità e commettere gravi errori ma neanche "drammatizzare" come diceva titan, comunque avevo pensato di togliere momentaneamente i cavi di fase e neutro da una presa femmina a muro, lasciando quindi solo quello di massa, e collegarvi una presa maschio spina assemblata con solo cavo centrale, che termina col cavo spelato a cui agganciare il coccodrillo del bracciale, magari poi indossato alla caviglia come suggerisce claudiocedrone. Troppo pericoloso, macchinoso ed inutile?

Comunque domani riprendo il case per vedere se all'interno c'è qualche punto non verniciato. Questo fatto della verniciatura continua a non essermi chiaro: anche la stufa è verniciata e con resistenza infinita eppure mi fa scintillare; vuol dire che se lo strato di vernice è molto sottile riesce a condurre queste energie? Se sì allora posso stare tranquillo anche agganciando il bracciale ad una parte verniciata del case? Purtroppo mi mancano le basi, abbiate pazienza.
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

1
voti

[6] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 31 gen 2019, 4:02

PE= protection earth= terra di protezione... l'impianto di rete non ha massa, non si chiama così, casomai messa a terra... ma il metodo che hai ipotizzato non mi piace affatto [-X casomai prendi una spina, elimina competamente li spinotti "estremi" (eradica tutto, anche i morsetti interni) lasciando solo il centrale e gli metti un bel cavetto con guaina giallo/verde (così fai contento anche il governo :mrgreen: ), in questo modo non vedo problemi di sicurezza;
Jim80 ha scritto: ...anche la stufa è verniciata e con resistenza infinita eppure mi fa scintillare; vuol dire che se lo strato di vernice è molto sottile riesce a condurre queste energie?...
la stufa è una massa (questa volta sì :-) ) metallica piuttosto consistente... attento alla terminologia, la energia della carica elettrostatica che accumuli è relativamente bassissima, quella che risulta molto elevata è invece la tensione della scarica; è la tensione a fucilare gli ossidi dei mosfet integrati nei componenti elettronici sensibili trucidandoli, così come si fa un baffo dello strato di vernice della stufa (però non lascia bruciature sulla vernice in virtù della bassissima energia in gioco)... anche io uso molto il pile dato che sono freddoloso e spesso quando in bagno mi levo la camicia poi come vado a toccare la manopola del rubinetto odo lo schiocco dell'arco voltaico :lol:
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
13,7k 4 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 9459
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[7] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 31 gen 2019, 14:46

Ok, allora il collegamento del bracciale al case, anche se verniciato, basterà.

Ne approfitto per fare una domanda sempre a tema. Ho appena acquistato un pen drive adata uc370 ed è il primo che ho con corpo in metallo
1720361.jpg

col tester si evince che è un metallo che conduce molto bene (alluminio?). Anche se posso immaginare la risposta, per scrupolo chiedo se ci sia pericolo di danneggiamento causa scariche di cui abbiamo parlato.
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

5
voti

[8] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto Utentebrabus » 31 gen 2019, 15:57

Il braccialetto collegato al case non garantisce automaticamente la protezione ESD. Se vuoi essere più protetto, devi disporre l' apposito tappetino sul tavolo di lavoro, sopra il quale aprirai le confezioni e le buste contenenti i dispositivi. Il case dovrà ovviamente essere appoggiato al tappetino. e il montaggio dovrà avvenire naturalmente sul tappetino.
Il tappetino dispone anche delle clip alle quali collegare il braccialetto da polso; è in questo caso indispensabile, poiché le calzature quasi sicuramente non sono dissipative, né tantomeno il pavimento.

Volendo fare un passo in più, esistono grembiuli dissipanti e ionizzatori d'aria; a tal proposito, un piccolo ionizzatore può fare molto per ridurre la carica ESD, specialmente se abbinato a un umidificatore.

Nei mesi invernali, gli eventi ESD nelle aziende di produzione decuplicano rispetto ai mesi estivi, a causa della ridotta umidità dell'aria.

Personalmente ho la qualifica di ispettore ESD; il problema è che non si possono fare le cose a metà: la protezione ESD deve essere integrale e su tutta la linea, dal produttore all'installatore, altrimenti è tout court inutile. Non ti dico quanti (costosi) ionizzatori sporchi o guasti sono presenti nelle linee di montaggio --> la manutenzione è fondamentale.


Riguardo la chiavetta USB, tipicamente il test viene effettuato con HBM (Human Body Model) a 8kV, e le linee di comunicazione e di alimentazione sono dotate di protezioni veloci su ambo i lati. Io non ho mai rotto una chiavetta USB a causa di una scarica ESD, ma non è escluso che possa capitare.
Il corpo in metallo in questo caso riduce addirittura la portata del problema: la scarica ESD avviene attraverso il tuo dito, il corpo in metallo della chiavetta e lo chassis del computer, prima che i contatti del connettore abbiano modo di toccarsi. Questo dovrebbe contribuire a ridurre la portata del problema.


Riguardo la domanda sulla verniciatura: la scarica ESD è talmente rapida da vedere la vernice come l'armatura di un condensatore; la verniciatura consente poi alle cariche di accumularsi sulla superficie della stessa, aumentando la complessità del problema che stiamo affrontando.

Ricorda che non è la tensione dell'evento ESD a "uccidere" i dispositivi, ma la corrente di scarica. Collegando direttamente il tuo corpo a un calorifero (o al case del computer), crei un percorso a bassa impedenza per le cariche accumulate sul dispositivo su cui stai lavorando, dando origine a correnti elevate a sufficienza da danneggiarlo in caso di scarica.
La carica elettrostatica va scaricata in modo controllato, tramite percorsi ad impedenza fra il megaohm e i 100 megaohm. Ciabatte e scarpe da ginnastica diventano armature di un condensatore (fra il tuo corpo e il pavimento, ad esempio), con una resistenza equivalente parallelo dell'ordine del teraohm --> troppo elevata per consentire alle cariche di dissiparsi.

Una scarica da 3000V si può sentire a livello fisico (pizzicore);
Una scarica da 10.000V si può udire;
A partire dai 15.000V si può vedere.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,5k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2427
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

1
voti

[9] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 31 gen 2019, 18:41

Grazie brabus per i chiarimenti e i suggerimenti.
Purtroppo non ho tappetino ed ho visto che non è presente presso il negozio d'elettronica presso cui mi rifornisco di solito (è molto piccolo). Domani arriva l'ultimo componente e vorrei procedere subito all'assemblaggio perché non vorrei andare fuori tempistica di reso qualora qualche componente risultasse difettoso. Una soluzione alternativa efficace a mantenersi scarichi durante l'operazione può essere quella che avevo proposto del collegamento alla terra dell'impianto di casa (poi corretta da claudiocedrone)?

Riguardo la pen drive mi era sorto il dubbio sulla base del fatto che l'azienda ha cambiato il periodo di garanzia da "vita" a 5 anni, perciò mi sono chiesto se la causa fossero le "morti" per ES di questo modello di metallo. La mia preoccupazione era inerente il contatto tra me, quando sono carico, e la pendrive "libera" (es. sulla scrivania), non quando la tocco per estrarla dal PC. Comunque forse sto "drammatizzando" troppo o magari non ho inteso bene (cosa più probabile) :)
Avatar utente
Foto UtenteJim80
61 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[10] Re: Accorgimenti antistatici per assemblaggio PC

Messaggioda Foto Utentedadduni » 31 gen 2019, 19:07

Ma invece una piastra conduttiva messa a terra con una resistenza da 1MOhm, e indossare il braccialetto anch'esso connesso a terra? Ha senso per ridurre questi eventi?
Avatar utente
Foto Utentedadduni
1.597 1 6 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 971
Iscritto il: 23 mag 2014, 16:26

Prossimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti