Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impatto economico power quality

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

2
voti

[11] Re: Impatto economico power quality

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 11 lug 2019, 18:20

reyqcq,
eventi di breve durata che differiscono solamente per l'ampiezza della tensione residua, è corretto?

No, può cambiare anche la forma d'onda della tensione residua, il numero di semionde anomale sequenziali, ed il fatto che si verifichino su una o più fasi. E' importante anche il tempo trascorso tra un gruppo di semionde anomale ed il successivo, qualora ci sia.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,3k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3367
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

0
voti

[12] Re: Impatto economico power quality

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 lug 2019, 9:40

fpalone ha scritto:- squilibri di tensione, che causano maggiori perdite e riscaldamento nei motori asincroni.

Per questa problematica consiglio gli stabilizzatori elettrodinamici di tensione di un'azienda di Torino che opera nel campo da 70 anni, che tu sicuramente conoscerai. Hanno sviluppato un prodotto, che poi è stato copiato da altri, che oltre a livellare la tensione con precisione +/- 1% RMS anche in presenza di elevate distorsioni armoniche della rete, permette di ottenere risparmi energetici (ovviamente solo per una tipologia di carichi) riducendo la tensione e mantenendola equilibrata tra le fasi.

fpalone ha scritto:- buchi di tensione, che possono causare fermo produzione e/o perdita di materiale; anche questo lo si può stimare in modo relativamente semplice, se si ha ben chiaro il processo produttivo.

Per queste problematiche consiglio gli UPS rotanti e accumulatori cinetici di un'azienda tedesca (che sicuramente conosci) che sono eccezionali e risolvono totalmente il problema. Ovviamente l'investimento deve valerne la pena, ma ho visto tempi di rientro anche di 2/3 anni su determinati processi.

Sulle armoniche mi confermi la perplessità sul ritorno economico e la sua quantificazione. C'è chi propone "economizzatori" che riducono le armoniche risparmiando energia, effettivamente gli unici risparmi quantificabili sono quelli sui conduttori, concordo che il contributo sia modesto.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14210
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

2
voti

[13] Re: Impatto economico power quality

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 lug 2019, 9:55

mario_maggi ha scritto:Ti confermo che nei casi che avevo esaminato, l'attenuazione (e non l'abbattimento) delle armoniche portava generalmente ad un risparmio energetico dell'1,5 ..... 2%. Oltre al risparmio energetico bisogna anche considerare il miglioramento di alcune produzioni (es.: laminati plastici) grazie alla riduzione delle armoniche sull'alimentazione. Ed anche il minor rischio di guasti, ed un MTBF aumentato.


Grazie Mario, ho riscontrato anche io questo range di risparmio, ma è difficile quantificarlo in funzione di un'analisi armonica. Si può solo ipotizzare appunto un risparmio forfettario.

mario_maggi ha scritto:Ora ho abbandonato questa specializzazione che non paga. La ditta italiana media sceglie preferibilmene il filtro che non filtra e che costa pochissimo.

Ho visitato proprio recentemente un'azienda che produce filtri che mi ha confermato quello che mi scrivi.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14210
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

Precedente

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti