Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Parallelo trasformatori gruppo diverso

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentefpalone, Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[11] Re: Parallelo trasformatori gruppo diverso

Messaggioda Foto Utentegpelliz » 13 mar 2019, 11:18

colombino82 ha scritto:Foto Utentegpelliz come è andata a finire alla fine?
La butto li, secondo me è stato bocciato a livello impiantistico.



Il cliente che ci ha commissionato il trasformatore è intenzionato a mettere in parallelo il trasformatore d nostra fornitura (Dyn1) con quello che ha in sito (YNd1).
Dato che a noi non ha esplicitamente chiesto nulla (anzi al momento dell'ordine neanche ci aveva passato questa informazione) sono "problemi suoi" eventualmente. Per quanto mi riguarda sono giunto alla conclusione che problemi per quanto riguarda i trasformatori non dovrebbero essercene.
Avatar utente
Foto Utentegpelliz
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 26 feb 2019, 12:22

0
voti

[12] Re: Parallelo trasformatori gruppo diverso

Messaggioda Foto UtenteEdmondDantes » 13 mar 2019, 20:01

gpelliz ha scritto:sono "problemi suoi" eventualmente.

Sulle responsabilità non mi pronuncio in quanto bisognerebbe verificare i termini dell'eventuale contratto di fornitura, leggi, norme e cosi' via.

gpelliz ha scritto:Diciamo che il comportamento in caso di guasto "non è affare mio" ma sarà l'impiantista a curarsi delle eventuali problematiche

Foto Utentefpalone non si riferiva (solo) alle eventuali controindicazioni in caso di guasto, ma al comportamento delle due macchine durante il loro normale esercizio in funzione del tipo di applicazione.
Sequenze dirette, inverse ed omopolari non sono termini presenti esclusivamente durante un guasto.
Il Conte di Montecristo

Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico.
La scienza non è democratica e le sue leggi non si decidono per alzata di mano.
Non seguo il metodo Montessori.
Avatar utente
Foto UtenteEdmondDantes
8.730 8 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2738
Iscritto il: 25 lug 2009, 22:18
Località: Marsiglia

0
voti

[13] Re: Parallelo trasformatori gruppo diverso

Messaggioda Foto Utentegpelliz » 15 mar 2019, 10:46

gpelliz ha scritto:Diciamo che il comportamento in caso di guasto "non è affare mio" ma sarà l'impiantista a curarsi delle eventuali problematiche

Foto Utentefpalone non si riferiva (solo) alle eventuali controindicazioni in caso di guasto, ma al comportamento delle due macchine durante il loro normale esercizio in funzione del tipo di applicazione.
Sequenze dirette, inverse ed omopolari non sono termini presenti esclusivamente durante un guasto.[/quote]


Come dicevo, io non vedo problematiche nel normale funzionamento in quanto lo sfasamento tra primario e secondario è comunque di 30°. Se ci sono problemi allora mi stanno proprio sfuggendo (ed era il motivo per cui avevo posto qui il quesito)
Avatar utente
Foto Utentegpelliz
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 26 feb 2019, 12:22

0
voti

[14] Re: Parallelo trasformatori gruppo diverso

Messaggioda Foto UtenteNSE » 15 mar 2019, 10:53

Io, senza approfondire molto in maniera spannometrica, ci vedo anche grossi problemi anche in fase di esercizio.
Cosa succede se il carico è squilibrato? Cosa succede se, anche se solo temporaneamente il carico si squilibra?
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
1.636 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

0
voti

[15] Re: Parallelo trasformatori gruppo diverso

Messaggioda Foto Utentefpalone » 15 mar 2019, 11:08

Nel normale funzionamento, la componente omopolare della corrente richiamata dai carichi verrà erogata dal solo trasformatore con simbolo di collegamento Dyn.
Più alta sarà questa componente omopolare, maggiore sarà il caricamento del TR Dyn.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
11,2k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2209
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[16] Re: Parallelo trasformatori gruppo diverso

Messaggioda Foto UtenteCoulomb » 16 mar 2019, 19:32

Dico la mia legata ad un approccio più impiantistico che elettrotecnico, in quanto noto che giustamente sono stati evidenziati deii problemi ma considerando solo i sngoli componenti (trasformatore)
Probabilmente in esercizio normale i due trasformatori lato MT non sono interessati dalla componente omopolare tranne in condizione di funzionamento anomalo legato a guasti, questo perché generalmente gli altri trasformatori sul livello di MT sono tali da non fare circolare la componente omopolare a monte.
Su un impianto elettrico la messa a terra del neutro viene fatta generalmente nei centri stella dei trasformatori, a meno di trasformatori dedicati per la messa a terra.
Potrebbe esserci il problema di un diverso esercizio del neutro se rimane in esercizio solo il nuovo trasformatore. È richiesto in questo caso un analisi del sistema di protezione in quanto potrebbero risultare inefficace e una parte dell'impianto potrebbe essere esercitata in condizioni anomale potenzialmente disastrose per i componenti.
Avatar utente
Foto UtenteCoulomb
710 4
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 190
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27

0
voti

[17] Re: Parallelo trasformatori gruppo diverso

Messaggioda Foto Utentefpalone » 16 mar 2019, 21:52

Vero, nel caso i due trasformatori siano dotati di organi di manovra separati sarebbe necessario un interblocco / trascinamento per evitare che l'impianto rimanga esercito senza neutro.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
11,2k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2209
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

Precedente

Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti