Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Datagram e VC

Linguaggi e sistemi

Moderatori: Foto UtentePaolino, Foto UtenteMassimoB, Foto Utentefairyvilje

0
voti

[1] Datagram e VC

Messaggioda Foto UtenteIanero » 23 mar 2019, 12:21

Sto leggendo il testo Internet e Reti di Calcolatori di Kurose e Ross, seconda edizione del 2003, un po' vecchia ma credo che i concetti di fondo ci siano comunque tutti.
Ho una domanda che mi è sorta dopo aver letto della differenza tra reti a commutazione di pacchetto di tipo Datagram e di tipo VC.
Non riesco a capire quale sia il vantaggio che si possa ottenere usando una VC, mi sembra che perda su tutti i fronti:

1. il circuito che i pacchetti devono seguire è fissato a priori, dunque se c'è congestione su un commutatore di pacchetto, il tutto si rallenta inevitabilmente;
2. ogni commutatore delle reti VC deve tenere traccia delle connessioni attive in corso in ogni momento attraverso le sue tabelle di conversione, e deve aggiornarle continuamente ogni volta che una connessione viene creata o terminata. Tutto è dunque più complicato da gestire come architettura;
3. non ho ben capito il motivo, ma il testo dice che le reti VC sono sempre orientate alla connessione. E' ragionevole, perché già scegliendo di utilizzare questo tipo di reti si sceglie implicitamente di spedire i frammenti del messaggio nello stesso ordine in cui sono stati inviati e dunque ciò comporta minore disordine, ma in ogni caso non vedo impossibilità nel far funzionare su una VC una applicazione non orientata alla connessione.

Cosa mi sto perdendo?

Grazie in anticipo.
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.309 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3767
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

0
voti

[2] Re: Datagram e VC

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 28 mar 2019, 1:45

Un esempio sono le reti IP (datagram) e ATM (virtual connection). Per quanto io ricordi (non garantisco che quello che dico sia tutto giusto al 100%, perché sono passati tanti anni):

Ianero ha scritto:...una VC, mi sembra che perda su tutti i fronti:

1. il circuito che i pacchetti devono seguire è fissato a priori, dunque se c'è congestione su un commutatore di pacchetto, il tutto si rallenta inevitabilmente;

No, non passa proprio niente. Non si riesce a stabilire la Virtual Connection. Dovrà passare da un altro commutatore non "pieno". È il prezzo da pagare per avere ritardo costante e molto piccolo, e avere garanzia di consegna (senza ritrasmissione).

Invece, in una rete a datagrammi, se il traffico non è veramente molto basso, il tutto si rallenta inevitabilmente sempre.

Ianero ha scritto:2. ogni commutatore delle reti VC deve tenere traccia delle connessioni attive in corso in ogni momento attraverso le sue tabelle di conversione, e deve aggiornarle continuamente ogni volta che una connessione viene creata o terminata. Tutto è dunque più complicato da gestire come architettura;

Nemmeno le reti a datagramma sono semplici da gestirsi. Il concetto di difficoltà è molto relativo. D'altra parte, in una rete VC, una volta stabilita una virtual connection la rete non deve più "preoccuparsi" di far nulla per tutta la durata della connessione: l'informazione passa "automaticamente" dall'origine al destino.

Ianero ha scritto:3. non ho ben capito il motivo, ma il testo dice che le reti VC sono sempre orientate alla connessione.

Dev'essere qualcosa molto a basso livello, ma ricordo che anche nelle reti VC si può trasmettere informazione che non richiede ritardo costante di consegna, sfruttando momenti nei quali la rete non è caricata al 100% (sfruttando quindi i "buchi" per trasmettere informazione che non richiede alta qualità di servizio: questa informazione può essere trasmessa a costo più basso).

Ianero ha scritto:3. non ho ben capito il motivo, ma il testo dice che le reti VC sono sempre orientate alla connessione. E' ragionevole, perché già scegliendo di utilizzare questo tipo di reti si sceglie implicitamente di spedire i frammenti del messaggio nello stesso ordine in cui sono stati inviati e dunque ciò comporta minore disordine

Diciamo che tutti i pacchetti seguono la stessa strada, e questo garantisce un ritardo costante. Nelle reti ATM questo ritardo costante è anche molto piccolo. Nelle migliori implementazioni, a meno di (rari) guasti che fanno cadere la connessione (e che quindi va ristabilita attraverso un cammino senza guasti), c'è anche garanzia di consegna dei pacchetti senza doverli ritrasmettere.

Non si può fare la stessa cosa con una rete IP, che io sappia.

Ianero ha scritto:ma in ogni caso non vedo impossibilità nel far funzionare su una VC una applicazione non orientata alla connessione.

Infatti si può, ed è un vantaggio delle reti VC. Il contrario che io sappia non è possibile, a meno di accettare ritardi più grandi e non limitati superiormente.

Ricordo che nelle reti ATM il concetto di qualità del servizio è più spinto. Una volta stabilita una connessione con una certa capacità di trasmissione, questa capacità è garantita, ed è garantito anche il ritardo, piccolo costante e uguale per ogni pacchetto. Se in qualche momento si sta trasmettendo meno informazione, si può sfruttare la capacità residua per trasmettere informazione non "urgente" (per esempio, trasferire un file, che non richiede ritardo costante tra i pacchetti e può benissimo avvenire a "burst" e pause, come si fa sulle reti a datagramma).
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
14,5k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2253
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

0
voti

[3] Re: Datagram e VC

Messaggioda Foto UtenteIanero » 28 mar 2019, 9:09

Ciao Guido, ti ringrazio della risposta corposa.
Ho letto velocemente e ci sono diverse cose che non mi sono chiare e sulle quali vorrei farti altre domande per capire meglio.
Stasera ti rispondo punto per punto, intanto grazie.
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.309 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3767
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47


Torna a PC e informatica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti