Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Resistenze ed audio... Audiofilo

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteLuridbeatle » 4 mag 2019, 9:45

Buongiorno a TUTTI.

Ormai sono ossessionato dall'amplificatore Pioneer M90 e dopo la prima ricostruzione (con vari problemi ma poi il successo!) ne ho acquistati altri guasti per divertirmi a ripararli (in uno sto ricostruendo i VuMeters ma causa lavoro ed altro... sono un po' indietro!) con il grande problema che poi... non riesco a separarmene... una vera malattia!!! :mrgreen: oltre al problema dello stoccaggio, sono oggetti da oltre 20Kg, ma guardiamo il lato positivo: c'è chi colleziona auto! (questa la scrivo per mia moglie :lol: )

Ormai a livello circuitale lo conosco abbastanza bene e anche grazie al vostro supporto, comprendo meglio il funzionamento/comportamento dei componenti di base (diodi, BJT, C ed R).

Come feci qualche tempo fa per i condensatori (ancora grazie per i contribuiti) oggi vi faccio la domanda per un componente ancora più "sottile" nelle sue reali capacità di modificare un segnale audio, la resistenza; purtroppo i siti dove si discute dell'argomento sono "inquinati" da commenti (non fatti!) puramente soggettivi e non riesco a capire se effettivamente posso avere dai giovamenti o meno con resistenze di qualità differente!

Sempre riferita al campo audio, quindi pensando sempre al Pioneer M90 (così abbiamo un circuito su cui ragionare), le mie domande sono queste:

" attualmente le resistenze (originali) sono in gran parte ad impasto di carbone con tolleranza 5% (da 1/8 sino a 1/2W escluse quelle a filo), esiste un REALE vantaggio nel sostituirle (tutte, sia nel circuito di alimentazione che in quello audio) con resistenze di fattura e tolleranza migliore e più precise?"; "se uso ad esempio resistenze a film metallico (di qualità tipo le PR9372) o quelle (esagero) al tantalio, ho un amplificatore migliore?";"suonerà meglio?";"sarà più affidabile/efficiente nel tempo?"
Ovviamente la sostituzione rispettando i valori di resistenza.

Evidenzio REALE perché se i miglioramenti sono solo "da banco" misurabili con strumenti e quindi non udibili e non portano nemmeno beneficio alla "vita" dell'amplificatore è un intervento trascurabile e nelle mie future riparazione mi limiterò ad acquistare buone resistenze (non cinesi da 0,0001€ ;-) ).

Con i condensatori ho avuto analogo dubbio ma facendo i dovuti esperimenti ed applicando i consigli del forum ho semplicemente sostituito i condensatori "stanchi" del circuito di alimentazione (con ad esempio Nichicon serie PW) ed un paio sul circuito audio (Nichicon Muse) spendendo pochi euro ed avendo un ampli più "fresco" o se vogliamo, ben funzionante!

Vi ringrazio in anticipo per i consigli che sicuramente saneranno anche questo dubbio, portandomi verso l'acquisto di un nuovo, vecchio e guasto M90... mia moglie vi "lovva"! :cool:
Avatar utente
Foto UtenteLuridbeatle
60 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 19 ago 2018, 10:34

5
voti

[2] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 4 mag 2019, 12:13

Solitamente il tipo di resistori usati in un circuito audio è ininfluente (anche a livello strumentale) tranne in due casi: 1) nei circuiti a basso rumore (phono), dove il tipo di resistore può variare la composizione del rumore di fondo; 2) nelle reti di equalizzazione, filtro, toni ecc. dove la stabilità dei valori rispetto alla temperatura e la loro precisione assume, soprattutto in apparecchi di pregio (REALE, non solo per il design!), un'importanza relativamente critica.

Nella maggior parte dei casi comunque con le resistenze non vi è alcun problema che si possa considerare minimamente tale. Vai tranquillo e risparmia soldi per cose migliori! ;-) :D
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[3] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteLuridbeatle » 4 mag 2019, 15:29

Quindi te dici di evitare il lavoro sul finale (schifandolo :cry: ... non suona male, giuro!!) ma se lo facessi sul Pre (stessa marca e serie... non dire niente! :lol: ) dove gran parte dell'elettronica è dedicata al trattamento dell'audio? Qui ho anche un pre-phono abbastanza apprezzato, potrei trarne vantaggi secondo te??
Ovviamente sto parlando sempre del vantaggio del cambio delle sole resistenze (poi apro un altro topic se vogliamo estendere la cosa e ricostruire il Pre! :cool: ).
Avatar utente
Foto UtenteLuridbeatle
60 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 19 ago 2018, 10:34

0
voti

[4] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 4 mag 2019, 15:41

Luridbeatle ha scritto: attualmente le resistenze (originali) sono in gran parte ad impasto di carbone con tolleranza 5%

Secondo il vecchio audiolibro di Ravalico, le resistenze "a carbone pressato" in uno stadio amplificatore di tensione sono preferibili in quanto a stabilità .
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.350 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3225
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[5] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 4 mag 2019, 16:12

Per esperienza personale posso dire che le vecchie resistenze al carbone di questo tipo (Allen Bradley e simili) è meglio sostituirle in quanto con il tempo il loro valore varia ed anche di molto/moltissimo rispetto il valore originale

res.jpg


Per quanto ne so, resistenze a strato metallico e un po' surdimensionate come potenza dissipabile distorcono meno delle altre, se poi la tolleranza è 1% si è certi di restare nelle intenzioni del progettista

Negli amplificatori da chitarra, invece, se copie di circuiti famosi del passato che le usavano, si cerca di usare proprio quelle vecchie resistenze al carbone (per ricreare la "pasta" sonora dell'originale), questi vecchi amplificatori venivano costruiti, tra l'altro, con componenti che avevano anche un 20% di tolleranza, quindi ciò che si otteneva dopo qualche anno di uso variava da amplificatore ad amplificatore (nel bene e nel male)

--

Buone resistenze sono le Metalfilm RN65D

https://www.tube-town.net/ttstore/Resistors/Metalfilm-RN65D-0-5-W:::83_448.html

448.jpg
448.jpg (12.91 KiB) Osservato 1336 volte


K
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.039 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2037
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

1
voti

[6] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 4 mag 2019, 16:57

Luridbeatle ha scritto:Qui ho anche un pre-phono abbastanza apprezzato, potrei trarne vantaggi secondo te??


No - Vale anche la pena di ricordare che, a certi livelli di finezza, anche le saldature contano e basta una saldatura appena appena approssimativa per annullare TUTTE le finezze che si spera di ottenere "migliorando" le resistenze. Dove queste cose contano veramente, le saldature vengono effettuate con strumentazione CERTIFICATA utilizzata da personale qualificato (con tanto di patentino!).
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[7] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteLuridbeatle » 4 mag 2019, 17:01

A scanso d'equivoci, ribadisco, voglio solo capire se vi sono dei reali benefici (audio e/o hardware) in un cambio resistenze (per l'ampli ed il pre menzionati od anche in generale), ignorando il fattore economico...

Questa è una delle due schede principali originali:

IMG_20190427_090814.jpg


Questo un dettaglio delle resistenze:

IMG_20190427_090843.jpg


Vista la foto della resitenza che mi hai postato volevo massima chiarezza per tutti nell'esprimere eventuali pensieri e quindi: oltre a postare le foto sopra, ho smontato una resistenza e "sbriciolata" per vederne chiaramente la composizione, qui sotto

Resistenza3.jpg


il nucleo è ceramico e quindi vi è il deposito di carbonio che è stato poi trafilato per dare la giusta resistenza...
Avatar utente
Foto UtenteLuridbeatle
60 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 19 ago 2018, 10:34

0
voti

[8] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 4 mag 2019, 17:23

Piercarlo ha scritto:Solitamente il tipo di resistori usati in un circuito audio è ininfluente (anche a livello strumentale) tranne in due casi: 1) nei circuiti a basso rumore (phono), dove il tipo di resistore può variare la composizione del rumore di fondo; 2) nelle reti di equalizzazione, filtro, toni ecc. dove la stabilità dei valori rispetto alla temperatura e la loro precisione assume, soprattutto in apparecchi di pregio (REALE, non solo per il design!), un'importanza relativamente critica.

Nella maggior parte dei casi comunque con le resistenze non vi è alcun problema che si possa considerare minimamente tale. Vai tranquillo e risparmia soldi per cose migliori! ;-) :D


Aggiungo un terzo caso: le resistenze di emettirore. Se sono di un tipo non induttivo (come quelle a impasto di carbone) è bene non sostituirle con resistenze di tecnologia diversa (come quelle a "gessetto" o quella aperta in foto) , perché l'induttanza parassita potrebbe diminuire il margine di stabilità
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.078 2 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1303
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[9] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 4 mag 2019, 17:27

verissimo! :ok:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[10] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 4 mag 2019, 17:31

Luridbeatle ha scritto:A scanso d'equivoci, ribadisco, voglio solo capire se vi sono dei reali benefici (audio e/o hardware) in un cambio resistenze (per l'ampli ed il pre menzionati od anche in generale), ignorando il fattore economico...


Con il caos che si vede in vede in foto ti puoi scordare qualunque miglioramento dovuto alla sola sostituzione dei componenti.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 26 ospiti