Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Resistenze ed audio... Audiofilo

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[131] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 14 mag 2019, 19:47

BrunoValente ha scritto:Il primo premio di 1000000€ andrà a chi saprà anche dire di quanti dB è stato modificato il livello :mrgreen:


Li stampi tu? :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,4k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5807
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[132] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto Utentemir » 14 mag 2019, 19:51

BrunoValente ha scritto:Il primo premio di 1000000€ ..

NO ! #-o Ho bleffato e non posso più partecipare .. e pensare che conosco anche le risposte alle domande .. mi riammettete al concorso se mi faccio sponsorizzare da Foto Utenteadmin ? .. :mrgreen:
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,3k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20013
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[133] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto Utentesetteali » 14 mag 2019, 20:00

Ho voluto giocare anch'io e mi pare che sia dai 28" che cambia il volume, ma non riesco a sentire quando finisce il tratto e ritorna al volume normale.
Non so di quanto lo puoi avere abbassato e ....che dire, se mi fa risparmiare un po' di corrente elettrica a me va bene così :mrgreen:
Io non riuscirò mai a discutere queste situazioni perché non ho un'orecchio finissimo o fine , forse grossolano, ma riesco ad arrivare intorno ai 13 kHz (71 anni ), ma tanto se mi viene detto che " sento una nota più bassa o distorta di poco, come posso negare, mi conviene dire , si hai ragione si sente benissimo la differenza e poi vorrei vedere due contendenti ad armi bianche.

Posso capire più facilmente l'uso di cavi per altoparlanti, ma rimanendo sull'uso di cavi di sezione adeguata alla potenza ed alla lunghezza ed al tipo di rame, che non sia cinese da due soldi, di quello nero già prima di ossidarsi e venga strinto bene nei morsetti e qui preferisco una bella trecciola , non delle forcelle.
Ma questo non perché ci sento delle differenze di suono, ma solo per un discorso che i contatti ed il conduttore deve essere ottimo a prezzi di mercato, senza pagare un rivestimento alla moda e firmato .

Domanda, esiste per i cavi audio uno strumento per misurare le onde stazionarie come per la RF ? :mrgreen:
Alex
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
4.876 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2709
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

1
voti

[134] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 14 mag 2019, 20:12

BrunoValente ha scritto:...1000000€...

Scusate se non parlo bene l'italiano ma non capisco cosa vuol dire?!?!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
8.725 4 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 4862
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

1
voti

[135] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 14 mag 2019, 20:14

Piercarlo ha scritto:
BrunoValente ha scritto:Il primo premio di 1000000€ andrà a chi saprà anche dire di quanti dB è stato modificato il livello :mrgreen:


Li stampi tu? :mrgreen: :mrgreen:


Certamente!! Già sono pronti :mrgreen:

setteali ha scritto:...Io non riuscirò mai a discutere queste situazioni perché non ho un'orecchio finissimo o fine , forse grossolano, ma riesco ad arrivare intorno ai 13 kHz ...

Be', allora aspettiamo che si pronunci qualcuno dalle orecchie d'oro... di quelli che sentono la trasparenza, la presenza, la profumanza e so che altro :mrgreen:
setteali ha scritto:Posso capire più facilmente l'uso di cavi per altoparlanti, ma rimanendo sull'uso di cavi di sezione adeguata alla potenza ed alla lunghezza ed al tipo di rame, che non sia cinese da due soldi, di quello nero già prima di ossidarsi e venga strinto bene nei morsetti e qui preferisco una bella trecciola , non delle forcelle.
Ma questo non perché ci sento delle differenze di suono, ma solo per un discorso che i contatti ed il conduttore deve essere ottimo a prezzi di mercato, senza pagare un rivestimento alla moda e firmato .

Ben detto e ti assicuro che anche utilizzando del fil di ferro arrugginito recuperato dal recinto del pollaio nessuno si accorgerebbe di nulla, nemmeno quelli dalle orecchie d'oro
setteali ha scritto:Domanda, esiste per i cavi audio uno strumento per misurare le onde stazionarie come per la RF ? :mrgreen:

Come no! li produco io, costano tanto però... :-"
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
31,5k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6062
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

1
voti

[136] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 14 mag 2019, 20:21

mir ha scritto:Mi riammettete al concorso se mi faccio sponsorizzare da Foto Utenteadmin ? .. :mrgreen:


NO, a meno che non rifornisci TUTTI gli utenti di EY di autentica e MILLESIMATA birra Foto Utentemir... :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,4k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5807
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[137] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto Utenteelfo » 14 mag 2019, 20:27

BrunoValente ha scritto:anche utilizzando del fil di ferro arrugginito recuperato dal recinto del pollaio nessuno si accorgerebbe di nulla, nemmeno quelli dalle orecchie d'oro


Keywords:
- [Renato Giussani} (ricordo che e' scomparso il 25 luglio 2014)
- [chiodo arrugginito]

"La prova del chiodo arrugginito" di Renato Giussani

Riporto questo aneddoto molto istruttivo che ha per oggetto "il suono dei metalli".

...La "prova del chiodo arrugginito" non prevede alcuna misurazione.
Non è mai stata raccontata su nessuna rivista, ma viene "tramandata oralmente" in vari forum su The Internet. Io l'ho raccontata ad amici e sicuramente l'ho pure scritta da qualche parte. Trattasi di un aneddoto che riguarda due "aitanti" progettisti della Hitachi in visita alla sede di Audio Review (quindi, anni '80).

Erano venuti appositamente per presentarci i risultati di un lavoro durato parecchi mesi e consistente nella progettazione di un buon amplificatore Hi-Fi.

Bisogna ricordare che l'epoca era proprio quella nella quale anche le Case più serie e più attrezzate tecnologicamente avevano appena iniziato a dar retta alle argomentazioni più improbabili dei guru esoteristi più in voga allora, all'unico scopo di avere qualche argomentazione in più per vendere meglio i loro prodotti a chiunque. Ora certamente la situazione è molto più degradata e certe strane cose di allora verrebbero probabilmente prese sul serio perfino dalle migliori riviste specializzate. Ma allora eravamo ancora in grado di discernere abbastanza bene fra le proposte intelligenti (che in parecchi casi hanno condotto ad un reale miglioramento della qualità della produzione Hi-Fi, specie di alta gamma) e quelle idiote.

Dunque, i due giapponesini erano convinti di avere migliorato moltissimo "il suono" del loro amplificatore quando avevano tolto due piattine di ferro che fino ad allora erano servite per collegare elettricamente i transistor finali ai morsetti di uscita dell'apparecchio, cosa ottenuta avvicinando i transistor al pannello posteriore ed effettuando il collegamento direttamente con le piste di rame del circuito stampato.
Si trattava, dicevano loro, e ricordo io, di due piattine di acciaio per ciascun canale, di circa 2cm di lunghezza per 0,5cm di larghezza e 1 mm di spessore.
La loro eliminazione, ripeto, avrebbe cambiato drammaticamente il suono in un modo perfettamente udibile.
Io, ora, a vostro uso e consumo posso calcolare la resistenza (max) di tali elementi in 0,0004 Ohm ciascuno, che fa un totale di 0,0008 Ohm per ciascun canale.
Induttanza zero e capacità zero completano il quadro.
Quando a possibilità di nascita di qualsiasi altro inconsueto tipo di alterazione del segnale audio (20-20000 Hz), trattandosi di un amplificatore da meno di 100 Watt, io non ne vedevo e non ne vedo tuttora. Mentre vedo molto bene la possibilità che i giapponesini, dopo aver tolto quei brutti pezzettini di ferrocarbonio, abbiano certamente "sentito" il miglioramento che dichiaravano.
E allora sono passato all'azione in modo molto semplice. Il loro ampli era collegato con dei nostri cavi di rame sufficientemente lunghi alle casse che stavamo usando.
E allora, senza farmi molto notare, ho semplicemente staccato un cavo dall'ampli ed ho interposto un corto spezzone sempre di rame. Tutto come prima. Poi ho staccato lo spezzone di un canale dal cavo che raggiungeva la cassa ed ho interposto un chiodo (di ferro), bello piegato e parzialmernte arrugginito, che avevo trovato a terra lì dietro. Loro erano fra me e le casse.
Tenendo ben stretto il chiodo (lungo non meno di 5cm) sui cavi con le dita, le case suonavano senza incertezze. A questo punto ho fatto suonare solo il canale "in prova" e ogni tanto toglievo il chiodo riconnettendo i cavi di rame fra loro e poi lo reinserivo (cicli di qualche decina di secondi ciascuno...). Ogni volta chiedevo ai tecnici se sentissero qualcosa... Magari non le eclatanti differenze che di cui avevano parlato... Ma "qualche differenza"... Come ben sapevo, i giapponesi sono (o forse erano) fondamentalmente onesti:
mi dissero che non si sentiva nessuna differenza, ma che il sistema per sentirle non era quello. Secondo loro si doveva ascoltare molto a lungo. Poi cambiare la situazione ben sapendo cosa si stava facendo e riascoltare a lungo, sempre in due, naturalmente.
Ecco: questa è proprio il tipo di prova che consenrirebbe di sentire perfino le voci dei defunti...! OK? Come condurre la prova con il filtro che vibra deve essere ancora discusso e deciso, ma naturalmente nel modo più differente possibile da quello che avevano usato i giovani progettisti giapponesi della grande Hitachi.:-)"
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.484 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1076
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

1
voti

[138] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 14 mag 2019, 20:30

Sui cavi ho fatto anni fa una prova casereccia, appaiando in parallelo diverse coppie di piattine rosso-nero per collegare sempre le stesse casse. Tra la piattina singola e la doppia piattina si sentiva qualche lieve differenza ma già aggiungendo una terza piattina, la differenza diventava inaudibile (e alla quarta anche non misurabile con il multimetro). Lunghezza effettiva dei cavi, 5 metri per canale.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,4k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5807
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

1
voti

[139] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 15 mag 2019, 13:45

Ho avuto modo di leggere l'articolo di Audio Review del 2004 di cui parlava Foto Utenteelfo più sopra.

La misura di THD è fatta con una sorgente molto pulita, misurando contemporaneamente con un sistema di analisi spettrale FFT l'ingresso e l'uscita del cavo da testare, collegato fra un amplificatore a bassa distorsione e delle casse molto care.

Il succo è che rilevano nei cavi delle componenti armoniche in più all'uscita del cavo e quindi un certo valore di THD maggiore all'uscita che all'ingresso dello stesso.

Hanno visto anche loro da dove viene il problema, anche se il paragrafo in questione (pag. 42, colonna centrale) si conclude in maniera un po' incerta e forse un po' fumosa.

La frase interessante (e corretta) è "La colpa di tali distorsioni è ascrivibile al cavo, ma non la causa".

La distorsione armonica non la genera il cavo, ma le casse. Da cui le "migliori" misure per un cavo con bassa resistenza e bassa induttanza, soprattutto con carichi da 4 ohm. Ciò abbassa l'impedenza della sorgente vista dalle casse e le armoniche prodotte dalla loro distorsione armonica sono quindi di ampiezza più piccola sul segnale al loro ingresso. AudioReview correttamente indica che il fenomeno non si manifesta con un carico resistivo puro, com'è logico, essendo quest'ultimo perfettamente lineare.

Riassumendo:
- la resistenza ed induttanza serie del cavo ha un effetto misurabile (e questo è ovvio)
- i cavi, blasonati o meno, sono terribilmente lineari
- le casse sono un carico non lineare (e questo è ben noto)
- a meno di cavi chiaramente sottodimensionati, gli effetti sono molto molto piccoli

La mia opinione è:
- la lettura dell'articolo è comunque gradevole
- gli effetti indicati sono misurabili ma sono inascoltabili
- le misure delle spurie in frequenza, secondo me, sono legate molto strettamente all'impedenza delle casse e forse ci si vedono addirittura le risonanze dei vari altoparlanti
- dato che le distorsioni introdotte dagli altoparlanti sono di un paio d'ordini di grandezza superiori alle peggiori distorsioni misurate all'uscita del cavo, nel proprio impianto domestico (e anche di più) tanto vale usare un chiodo arrugginito tra amplificatore e casse ( (:OOO:) ) e cercare di fare in modo che queste ultime non siano del tutto disastrose

PS. ho provato ad ascoltare il file di Foto UtenteBrunoValente, ma ad orecchio non noto nessuna differenza. Al posto suo, io avrei provato ad attenuare di 1dB.
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
25,2k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3526
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

0
voti

[140] Re: Resistenze ed audio... Audiofilo

Messaggioda Foto UtenteKagliostro » 15 mag 2019, 14:48

Mah. io, con il mio scarso apparato auditivo personale e con i micro altoparlanti del televisore LG che uso come monitor, credo di sentire un qualche cambiamento a 24"

Quasi mi sembra che cambi due volte (sempre in aumento), la prima a 22"

Franco
Avatar utente
Foto UtenteKagliostro
3.003 4 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2004
Iscritto il: 19 set 2012, 11:32

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti