Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Telefonia, radio, TV, internet, reti locali...comandi a distanza

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteMassimoB, Foto Utentejordan20

0
voti

[11] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 31 mag 2019, 16:46

L'argomento mi ha suggerito una ricerca nel web:

http://atlantic-cable.com//Article/1891 ... /index.htm

da cui riporto:

Suppose we now follow the adventures of a few cablegrams in their travels over the world.

A message to India from London by the cable route requires to be transmitted eight times at the following places: Porthcurno (Cornwall), Lisbon, Gibraltar, Malta, Alexandria, Suez, Aden, Bombay.

A message to Australia has thirteen stoppages; the route taken beyond Bombay being via Madras, Penang, Singapore, Banjoewangie and Port Darwin (North Australia); or from Banjoewangie to Roebuck Bay (Western Australia).

To India by the Indo-European land lines, messages go through Emden, Warsaw, Odessa, Kertch, Tiflis, Teheran, Bushire (Persian Gulf), Jask and Kurrachee, but only stop twice between London and Teheran—namely, at. Emden and Odessa.

Messages from London to New York are transmitted only twice—at the Irish or Cornwall stations, and at the stations in Canada. Owing to the great competition for the American traffic the service between London, Liverpool, and Glasgow and New York is said to be much superior to that between any two towns in Britain. The cables are extensively used by stockbrokers, and it is a common occurrence for one to send a message and receive a reply within five minutes.

During breakages in cables messages have sometimes to take very circuitous routes. For instance, during the two days, four years ago, that a tremendous storm committed such havoc amongst the telegraph wires around London, cutting off all communication with the lines connected with the Channel cables at Dover, Lowestoft, etc., it was of common occurrence for London merchants to communicate with Paris through New York. The cablegram leaving London going north to Holyhead and Ireland, across the Atlantic to New York and back via St. Pierre to Brest and thence on to Paris, a total distance of about seven thousand miles.

Già allora un sistema di gestione dei guasti, reindirizzava i messaggi sulle tratte alternative.
Come in internet... :-)
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.274 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2473
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

7
voti

[12] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 31 mag 2019, 20:35

Nei piccoli sistemi telegrafici, quelli che collegavano gli uffici postali di piccoli centri, c'era una linea punto punto fra un ufficio postale e il successivo, tutti gli uffici erano in cascata, nel senso che ogni ufficio intermedio aveva una linea sinistra e una destra, mentre gli estremi avevano una sola linea.

Nell'ufficio postale c'era il commutatore che permetteva diversi collegamenti, ad esempio linee a terra in caso di temporali, una linea a terra e una funzionante...

Un messaggio mandato da qualunque ufficio postale arrivava a tutti gli altri, che poi decidevano se era per loro o no. C'erano sistemi a corrente interrotta e a corrente continua, quest'ultimo ricorda il current loop.

Tutte queste cose si trovano su questo bel libro che e` dove ho imparato l'alfabeto Morse. Mi era stato regalato quando ero piccolo dal telegrafista in pensione del mio paesino.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
103,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18466
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[13] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto Utenteschumy91 » 1 giu 2019, 9:20

Ringrazio tutti quanti voi per tutte le delucidazioni che mi avete dato...vorrei approfittarne per chiedere un'altra cosa...durante, sopratutto, la 2°Guerra Mondiale gli Inglesi intercettavano i messaggi trasmessi dai tedeschi in codice morse e criptati dalla macchina Enigma, significa che semplicemente ascoltavano le trasmissioni radio su certe frequenze o facevano altro?
Avatar utente
Foto Utenteschumy91
86 1 6 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 726
Iscritto il: 13 gen 2008, 0:30
Località: Taranto

1
voti

[14] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 1 giu 2019, 11:17

Ascoltavano le trasmissioni radio sulle frequenze usate dai tedeschi (e viceversa: tutti ascoltavano tutti)
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
103,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18466
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

1
voti

[15] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 1 giu 2019, 11:20

Ascoltavano le trasmissioni radio sulle frequenze usate dai tedeschi (e viceversa: tutti ascoltavano tutti)
:ok:
E' più vantaggioso ascoltare le comunicazioni del nemico, cercando di decrittarle,
piuttosto che disturbarle impedendogli di comunicare.
73 O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.274 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2473
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

1
voti

[16] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 1 giu 2019, 11:27

Anche durante la prima guerra mondiale si ascoltavano le trasmissioni nemiche, su filo.
Salire sui pali per mettersi in serie ai cavi era pericoloso, e allora si piantavano due picchetti per terra sotto ai pali, in modo da intercettare le correnti di ritorno. Le operazioni erano comunque piuttosto rischiose.
Quale contromossa, chi trasmetteva, utilizzava un secondo cavo telegrafico sul quale venivano trasmesse lettere a caso, in modo che le correnti di ritorno si sommassero.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,0k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9360
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

2
voti

[17] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 1 giu 2019, 11:35

Nella I WW, un certo Fuller Inglese, ha inventato il Fullerphone, un telegrafo che filtrava i fronti di commutazione della tensione manipolata e impediva che venissero intercettati per induzione.
Per l'ascolto, con la modulazione di un vibratore ricostruiva la nota inviata alle cuffie.
Cerca " fullerphone ".
O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.274 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2473
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[18] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto Utenteschumy91 » 1 giu 2019, 22:16

Quindi le comunicazioni radio non erano criptate ma lo era solo il contenuto...siccome i territori occupati dai tedeschi erano molto estesi, per quanto voi ne sappiate, data la distanza da coprire queste comunicazioni venivano effettuato direttamente da Berlino oppure era tutto un rinvio tra diverse postazioni?
Avatar utente
Foto Utenteschumy91
86 1 6 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 726
Iscritto il: 13 gen 2008, 0:30
Località: Taranto

0
voti

[19] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 2 giu 2019, 0:17

IsidoroKZ ha scritto:Tutte queste cose si trovano su questo bel libro che e` dove ho imparato l'alfabeto Morse.

Bello! Lo sto leggendo sullo smartphone :D .

Restando in tema vintage, questo è il mio telegrafo giocattolo di tanti anni fa.
Funziona con due pile piatte da 4,5 V, una in ciascuna stazione.
Col commutatore in basso si sceglie se far accendere una lampadina o far suonare un piccolo ronzatore interno.

IMGP8127mo.jpg
Telegrafo Bral
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
14,4k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2249
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

0
voti

[20] Re: Funzionamento telegrafia/radiotelegrafia

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 2 giu 2019, 0:44

schumy91 ha scritto:criptati dalla macchina Enigma

Per decrittare i messaggi tedeschi e giapponesi, gli inglesi avevano costruito i computer Bomba e Colossus, sui quali lavorò anche Alan Turing, uno dei padri dell'informatica.

Solo recentemente è stato tolto il segreto militare e si è venuti a conoscenza della loro esistenza.
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
14,4k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2249
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

PrecedenteProssimo

Torna a Telecomunicazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti