Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Aiutino progetto power bank

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[21] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto UtentePeisari » 2 lug 2019, 19:27

Grazie mille a tutti per la disponibilità!

Molto probabilmente mi sfugge qualcosa elfo ma piggiando p1 non mando in corto le batterie? la bobina non ha una grossa resistenza quindi immagino che tutto vada in corto rendendo poi inutile la chiusura di k1?

e Vref immagino si setti con un opportuno diodo immagino?
Avatar utente
Foto UtentePeisari
0 2
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 30 giu 2019, 14:33

0
voti

[22] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto Utenteelfo » 2 lug 2019, 19:29

Questo e' il "compitino" del problema posto da IsidoroKZ

Lo schema e' puramente di principio (vedremo poi perche')

Come detto da IsidoroKZ l'FP6293 ha un pin di EN(able) che se tenuto a livello alto accende l'integrato (e viceversa)

Il complesso U1 + Vref si comporta esattamente come il circuito del post precedente:

- tensione di batteria maggiore di Vref _> EN(able) alto FP6293 acceso
- tensione di batteria minore di Vref _> EN(able) basso FP6293 spento

In realta' le due resistenze R2 e R3 introducono una isteresi - cioe' introducono una "variazione dinamica"della soglia impedendo che "intorno" al valore di "scatto" (batteria "bassa") si abbia un "pencolamento" tra i due stati acceso/spento.

Il circuito cosi pensato e' un classico "old school" anni '70 ed ottimo per un esercizo scolastico ma oggi nessuno (a meno che non si voglia fare male - e dimolto anche) lo realizzerebbe.

Il principale difetto e' che i tre valori Vref, R1 e R2 interagiscono per cui variando la soglia di scatto (Vref) varia anche l'isteresi e viceversa (la spegazione e' da cani, ma rende l'idea).

D'altronde il complesso U1 + Vref e' sempre collegato alla batteria, anche a circuito spento, per cui "consuma" sempre.

Per ovviare a questi due problemi occorre utilizzare un componente piu' "moderno" che:

- consumi poco
- permetta di impostare I valori Vref e isteresi in modo indipendente tra loro.

Ci sono componenti che integrano in un unico chip la funzione comparatore e reference ed hanno la caratteristica di poter impostare in modo scorrelato soglia e isteresi e consumano in modo adeguato da poterli lasciare sempre collegti alla batteria (poche decine di uA)

Es. LMP7300 Micropower Precision Comparator and Precision Reference With Adjustable Hysteresis

Vantaggi:

- circuito concettualmente assai semplice ed elegante - "zero calcolo"

Svantaggi:

Richiede un componente "moderno" che:

- non si trova nel negozietto sotto casa
- ha un package miniaturizzato che richiede un minimo di attrezzatura per essere montato

Domanda:
Visto che i circuiti devo essere dimensionati come componenti e valori:

Scegli il circuito di Fig.1 , Fig. 2 o ... no, non c'e' il circuito di Fig. 3 :mrgreen:

Ultima modifica di Foto Utenteelfo il 2 lug 2019, 19:45, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.824 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[23] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto Utenteelfo » 2 lug 2019, 19:39

Peisari ha scritto:la bobina non ha una grossa resistenza quindi immagino che tutto vada in corto rendendo poi inutile la chiusura di k1?

Normalmente la bobina di un rele' e' assimiliata ad una chiave del 13 che notoriamente ha una corrente di fusione (siii, talvolta - in situazioni di emergenza - la chiave viene usata in sostituzione dei fusibili) di 6000 (seimila) A :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.824 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[24] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto UtentePeisari » 2 lug 2019, 19:50

si beh non mi preoccupava tanto fondere la bobina quanto scaricare in tipo 10 secondi le batterie senza avermi caricato il telefono XD (per di più so che possono surriscaldarsi ed esplodere se viene risuchiata troppa corrente :mrgreen: )

ok beh visto che mi dai una scelta e visto che non ho troppa volglia di aspettare un' altra volta i tempi di aliexpress per poi trovarmi a non riuscire nemmeno a saldare l' integrato in modo cristiano (il mio saldatore ha una punta bella vecchiotta ed è pure bella spessa) direi che opto per figura 1. Ti risparmierei il dimensionamento di tutto quanto visto che un po di elettrotecnica l' ho fatta, ma non ho la minima idea di come funzioni un comparatore..

per la storia del rele latching che dici essere strano non bastano 2 rele uno normalmente chiuso e uno normalmente aperto?
Avatar utente
Foto UtentePeisari
0 2
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 30 giu 2019, 14:33

0
voti

[25] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto Utenteelfo » 2 lug 2019, 22:02

Peisari ha scritto:si beh non mi preoccupava tanto fondere la bobina quanto scaricare in tipo 10 secondi le batterie senza avermi caricato il telefono XD (per di più so che possono surriscaldarsi ed esplodere se viene risuchiata troppa corrente :mrgreen: )
[cut]
per la storia del rele latching che dici essere strano non bastano 2 rele uno normalmente chiuso e uno normalmente aperto?


Il rele' scelto ha una resistenza da 64 ohm che con 3 V di eccitazione fanno 47 mA.
La chiave del 13 dovrebbe reggere :mrgreen:

la storia del latching e' che un rele' latching consuma corrente solo durante la commutazione, cioe' per poche decine di ms, e non sempre come un rele' normale.

Vediamo il circuito di Fig. 1

- Il rele scelto e' questo:

https://www.mouser.it/datasheet/2/212/K ... 104574.pdf

scegli la versione:

- 3 VDC
- double coil latch

- Il comparatore e' un LM393 (il piu' diffuso ed economico comparatore del mondo)
In un contenitore ad 8 piedi ci sono due comparatori che noi colleghiamo con le uscite in parallelo per avere maggiore corrente per pilotare il rele'

http://www.ti.com/lit/ds/symlink/lm2903-n.pdf

- Il riferimento di tensione e' un TL431 - diffusisssimo

http://www.ti.com/lit/ds/symlink/tl431.pdf

Il trimmer R4 regola la tensione del riferimento Vref - e quindi di soglia - tra 2.8 V e 3.1 V

Posto R3 fissa a 8200 ohm, la somma delle resistenze R2 + R4 - per ottenere una tensione Vref diversa da quella indicata sopra- vale

R2 + R4 =( \frac{Vref}{2.5} -1 ) \cdot 8200

Es. Vref = 3.0 V

R2 + R4 =( \frac{3}{2.5} -1 ) \cdot 8200 = 1640 ohm

L'assorbimento totale del circuito in condizioni "normali" dovrebbe essere di 3 mA
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.824 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[26] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 3 lug 2019, 9:25

mah.....

a parte che l'utente sembra poco pratico e giocare con le litio può essere pericoloso...

Mi sembra discutibile un circuito così complesso per far "ragionare" un circuito da pochi euro, e mi sembra anche molto discutibile usare un relè...

Faccio presente che da anni esistono comparatori già calibrati sulle tensioni minime delle varie chimiche, che assorbono "niente"... si potrebbe usarne uno per la soluzione di Isidoro, o anche usarne uno per pilotare un mosfet che stacchi la batteria dal DC-DC

Oltre alla possibilità di cercare un DC-DC che stacchi a tensione più alta. Ma si dovrebbe verificare anche quando "stacca" questo
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,3k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7481
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[27] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto Utenteelfo » 3 lug 2019, 9:34

richiurci ha scritto:Faccio presente che da anni esistono comparatori già calibrati sulle tensioni minime delle varie chimiche, che assorbono "niente"... si potrebbe usarne uno per la soluzione di Isidoro

elfo ha scritto:Questo e' il "compitino" del problema posto da IsidoroKZ
[cut]
Ci sono componenti che integrano in un unico chip la funzione comparatore e reference ed hanno la caratteristica di poter impostare in modo scorrelato soglia e isteresi e consumano in modo adeguato da poterli lasciare sempre collegti alla batteria (poche decine di uA)
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.824 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[28] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto UtentePeisari » 3 lug 2019, 10:42

Si non sono troppo pratico ma finché tutto quel che devo fare è stagnare assieme qualche componente non c’ è nulla (o quasi) che con svariato tempo e qualche imprecazione non riesca a fareXD.

Il problema di cercare un’ altro dc-dc è che mi tocca ordinarlo su aliex o ebay e quindi aspettare un’ altro mese o più, per non parlare del fatto che le descrizioni son parecchio imprecise...infatti su questo c’ era scritto Vinput compresa tra 4,5v e 2,8v se non ricordo male, ma non c’ era scritto se quelli erano i limiti di operartività o di accensione (io poi vedendo i tensioni mi son detto “sarà fatto apposta dai..”)

Il circuito è parecchio complesso in effetti..ma se assorbe poca corrente e i componenti li trovo sotto casa è perfetto. oggi provo a fare una telefonata, mal che vada faccio un salto su aliex e vedo se mi conviene prendere qualcosa che faccia tutto lui (anche se preferirei evitare visto che grazie al mio solito ottimismo ho incollato tutto al PCB..)

Scusa la domanda elfo ma ho visto la scheda tecnica di LM 393 e dentro sembra avere 2 comparatori con 2 input e output diversi, e dal tuo schema non capisco se ne hai usati 2 o uno solo (di lm393)

e immagino che P1 sia un tasto a rilascio veloce visto che al rele basta un impulso per accendersi
Avatar utente
Foto UtentePeisari
0 2
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 30 giu 2019, 14:33

0
voti

[29] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto Utenteelfo » 3 lug 2019, 11:06

Peisari ha scritto:ho visto la scheda tecnica di LM 393 e dentro sembra avere 2 comparatori con 2 input e output diversi, e dal tuo schema non capisco se ne hai usati 2 o uno solo (di lm393)


elfo ha scritto:Il comparatore e' un LM393 (...)
In un contenitore ad 8 piedi ci sono due comparatori che noi colleghiamo con le uscite in parallelo per avere maggiore corrente per pilotare il rele'


E' stato usato un solo LM393.

Nello schema I due comparatori (in un unico contenitore da 8 pin) sono stati siglati U1A e U1B ed e' indicata la numerazione del contenitore accanto ad ogni pin (da 1 a 8).

Se decidi di realizzarlo fammi sapere, che in sede di collaudo occorre fare un controllo che potrebbe portare a una modifica (di piccola entita' (spero :D )).
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.824 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[30] Re: Aiutino progetto power bank

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 3 lug 2019, 13:53

ma..con un minimo di attenzione (misure ravvicinate col tester) sarebbe opportuno prima individuare a quale tensione il circuito attuale stacca, e confrontarla con la tensione minima consigliata per le batterie utilizzate.

Mi ripeto, quanto scritto da Peisari lascia qualche dubbio sulla sua dimestichezza con elettronica e montaggi, e giocare con le litio non è proprio il massimo per iniziare...per esempio

Peisari ha scritto:Si non sono troppo pratico ma finché tutto quel che devo fare è stagnare assieme qualche componente non c’ è nulla (o quasi) che con svariato tempo e qualche imprecazione non riesca a fareXD.


spero tu non alluda a un montaggio volante...sei fornito di millefori?
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,3k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7481
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 42 ospiti