Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili
0
voti

[61] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 12 ago 2019, 14:24

Jim80 ha scritto: ma l'ottimale non sarebbe di scollegare i morsetti della batteria da soccorrere?

Questo proprio no. Scollegando i morsetti, se non sei pratico danneggeresti quasi sicuramente il polo di piombo (i dentini della pinza in ferro penetrano nel piombo), ci potrebbero essere sfiammate dirette sul polo di piombo all'atto del collegamento (sui morsetti di ottone eventuali sfiammate farebbero molto meno danni), faresti un inutile lavoro di smontaggio e riassemblaggio dei morsetti, e con lo scollegamento della batteria perderesti alcune impostazioni (solo la memorizzazione dell'ora e delle stazioni radio nelle auto molto vecchie, più la sincronizzazione degli alzacristalli in quelle un po' più recenti, più altre impostazioni nelle auto più recenti).
La pinza, una volta aperta al massimo, misura un'apertura interna di 27mm all'estremo della dentatura. Credete che basti per beccare bene morsetti e bulloncini?

Fai una prova "a vuoto" sull'auto e vedi subito.
Riguardo l'ipotesi stagnatura [...] ho rinvenuto un ormai guasto saldatore a martello [...]

Inutile illudersi con strane soluzioni. Quello che ti serve è buon saldatore, potente quel che basta, come ti è stato già suggerito. In caso contrario, una buona stagnatura non l'otterrai mai.
Comunque, secondo me una buona crimpatura è sufficiente. Nei cavi che mi sono costruito tempo fa, non ho mai usato la stagnatura, e non ho avuto problemi nell'utilizzo.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.693 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[62] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 12 ago 2019, 17:33

Eseguita la prova pratica sul morsetto del polo positivo
pinza 10cm morsetto positivo DSCN3452_2.JPG
pinza 10cm morsetto positivo DSCN3453_2.JPG
pinza 10cm morsetto positivo DSCN3453_2.JPG (70.46 KiB) Osservato 180 volte

Come si vede, la pinza messa perpendicolarmente riesce a prendere quei 2 tratti di circonferenza dei morsetti, anche se la congruenza lascia a desiderare (dalla foto non è tuttavia chiaro). Forse c'è più superficie di contatto quando la si collega al gruppo del bulloncino, perciò mi chiedo se questo abbia quella forma piatta dal lato opposto al bullone proprio per agevolare tale collegamento. Nella 2^ si vede la pinza completamente aperta e mi sorge questo dubbio: qualora la soccorritrice sarà una batteria grossa, riuscirà la pinza a collegarsi bene a questa? Qualche proprietario di SUV vuol pronunciarsi?
Eventualmente sono ancora in tempo per sostituirle con quelle da 20cm, anche se mi vorrei evitare spese superflue come già detto, ma attendo vostri pareri perché di sicuro avete più esperienza di me.

Franco012 ha scritto:ci potrebbero essere sfiammate dirette sul polo di piombo all'atto del collegamento

Sul manuale della mia auto c'è scritto di collegare prima il + di quella carica al + della scarica, poi il - della carica a massa con la carrozzeria auto di quella scarica. Così facendo, e sempre ipotizzando di rimuovere i morsetti della scarica, ci sarebbe comunque pericolo di sfiammate? Cioè si generano collegando i 2 poli +?
Se comunque la mia sarà quella scarica non ci saranno problemi di reset essendo un'auto vecchia (solo orologio e stereo).

Franco012 ha scritto:Inutile illudersi con strane soluzioni

Ed io che stavo per proporre di "cucinare" i manici delle pinze con dentro il rame sul fornello di casa per far sciogliere lo stagno :-) Ok mi accontenterò di stringere le alette con una comune tenaglia visto che non ho crimpatrice.

Grazie ancora per le correzioni ed i suggerimenti.
Avatar utente
Foto UtenteJim80
62 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 255
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

1
voti

[63] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 12 ago 2019, 20:11

Jim80 ha scritto:mi sorge questo dubbio: qualora la soccorritrice sarà una batteria grossa, riuscirà la pinza a collegarsi bene a questa? Qualche proprietario di SUV vuol pronunciarsi?

Tranquillo, le dimensioni dei poli sono standard, ed anche i morsetti sono tutti più o meno uguali come dimensioni (possono cambiare di poco le forme).
Eventualmente sono ancora in tempo per sostituirle con quelle da 20 cm

Forse è meglio, non penso che la differenza di prezzo sia determinante.
sul manuale della mia auto c'è scritto di collegare prima il + di quella carica al + della scarica, poi il - della carica a massa con la carrozzeria auto di quella scarica. Così facendo [...], ci sarebbe comunque pericolo di sfiammate?

Il collegamento è corretto, ho citato questo fatto solo per sottolineare che nell'eventuale caso di sfiammata, togliendo i morsetti si rischia di danneggiare il polo di piombo, che è più delicato sotto questo aspetto, mentre il morsetto in ottone ne risente molto meno. Collegando le batterie nell'ordine corretto, non succede nulla di particolare, ma è normale che collegando la massa finale possano verificarsi delle scintille nel punto di contatto (tanto più evidenti quanto più è elevata la differenza di tensione e di carica tra le due batterie). Tuttavia, se il punto di contatto finale è una massa metallica sulla carrozzeria, o l'apposita aletta per il collegamento del negativo, non c'è alcun problema, basta collegare la massa in maniera "decisa".
Nelle auto più recenti, dotate di Start & Stop, è opportuno che il collegamento a massa non venga effettuato sul polo negativo della batteria, ma sull'apposita aletta di metallo (eseguire i collegamenti nella successione indicata da 1 a 4 - la batteria da caricare è quella sulla destra).

Veicoli con impianto Start & Stop.png
Veicoli con impianto Start & Stop (tratto dal manuale Seat)

Veicoli senza impianto Start & Stop.png
Veicoli senza impianto Start & Stop (tratto dal manuale Seat)

L'aletta metallica di cui parlo è quella evidenziata in figura con la freccia:

Aletta per collegamento massa.jpg
Aletta per il collegamento a massa.
Aletta per collegamento massa.jpg (141.6 KiB) Osservato 170 volte
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.693 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[64] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 13 ago 2019, 1:37

Franco012 ha scritto:nell'eventuale caso di sfiammata, togliendo i morsetti si rischia di danneggiare il polo di piombo

Ok, su come e dove si genera la sfiammata ci siamo, mentre riguardo quel "guadagno" a livello di trasferimento energetico che si otterrebbe togliendo i morsetti della scarica, è una fandonia?

Franco012 ha scritto:Tranquillo, le dimensioni dei poli sono standard, ed anche i morsetti sono tutti più o meno uguali come dimensioni

Visto che i morsetti sono quasi tutti standard, che beneficio si avrebbe ad usare pinze più grosse? Il grip di queste piccole è buono, dunque mi chiedo se quelle più grosse possano offrire più superficie di contatto perché magari si prestano ad essere agganciate diversamente. Per es. questo è il morsetto negativo
pinza 10cm morsetto negativo DSCN3447_2.JPG
pinza 10cm morsetto negativo DSCN3447_2.JPG (50.42 KiB) Osservato 154 volte

e la pinza si può agganciare o come visto sopra per il positivo oppure prendendo la aletta opposta al bulloncino e la base della vite, come in questa foto; altre posizioni secondo me sono meno favorevoli. Magari torno dal ricambista e faccio la prova pratica con quelle più grosse :-)
Avatar utente
Foto UtenteJim80
62 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 255
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

1
voti

[65] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 13 ago 2019, 10:04

Jim80 ha scritto:riguardo quel "guadagno" a livello di trasferimento energetico che si otterrebbe togliendo i morsetti della scarica, è una fandonia?

L'assorbimento di energia in un'autovettura "a riposo", dipende dal tipo di vettura, ma è in ogni caso molto limitato. Ovviamente occorre avere l'accortezza di spegnere tutto quello che non serve, in modo particolare gli accessori energivori (lunotto termico, tergicristalli, proiettori, ecc.).
Rimane il fatto che nel caso di avviamento del motore tramite cavi d'emergenza, i morsetti devono ovviamente essere collegati ai poli della batteria, per cui il problema in tal caso non si pone.
che beneficio si avrebbe ad usare pinze più grosse?

Le pinze più grosse oppongono meno resistenza al passaggio della corrente, perché:
  • la sezione della pinza è maggiore;
  • è più facile posizionarle in modo da avere una maggiore superficie di contatto con il morsetto;
  • la molla è generalmente più robusta (e non solo per compensare la minor pressione determinata dall'aumento della superficie di contatto).
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.693 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[66] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 14 ago 2019, 13:32

Franco mi hai convinto ed ho sostituito le pinze medie con quelle grosse (18cm), adesso la situazione è questa
pinza 20cm DSCN3458_2.JPG

In ciascun manico è presente un foro da 7mm di diametro, immagino per mettere un bollone con rondella e fissare il rame fin lì, giusto? Dunque con questa pinza fin dove faccio arrivare il rame? Cioè vale la pena di sfruttare il foro, quindi mettere bullone, per aumentare superficie e tenuta o non cambia nulla d'importante?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
62 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 255
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[67] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteRodolfo » 14 ago 2019, 13:55

Nelle batterie, come nelle pile, la misura della tensione a vuoto significa poco; occorre misurare la tensione quando sono sotto carico. Indipendentemente dalla marca, una batteria si considera esaurita quando, sottoposta a ricarica, non è più in grado di prendere carica; in altre parole la tensione sale, pur avendo preso pochi Ah. In tal caso occorre sostituire la batteria perché non esiste ricarica in grado di risolvere il problema.
Avatar utente
Foto UtenteRodolfo
25 1 2
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 3 apr 2014, 12:14

0
voti

[68] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteTITAN » 14 ago 2019, 15:19

Jim 80 maggiore è la superficie di contatto è minore è la sua resistenza.
Non ho letto quasi niente di tutto il lungo thread ma io ad esempio oltre ad usare cavi di buona sezione (35 mm2)
E grimpatura sulle pinze tramite pressa oliodinamica uso parallelare i due manici delle pinze tramite un corto spezzone di calza della sezione più grossa e compatibile con le dimensioni delle pinze che fisso tramite viti e capocorda passando appena sopra la molla di ritenuta altrimenti l'unico apporto riportato dalla seconda parte di pinza era quello del perno che le unisce.
Avatar utente
Foto UtenteTITAN
516 3 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 809
Iscritto il: 31 dic 2012, 20:22

0
voti

[69] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 14 ago 2019, 16:03

Jim80 ha scritto:vale la pena di sfruttare il foro, quindi mettere bullone, per aumentare superficie e tenuta o non cambia nulla d'importante?

In considerazione che:
  • abbiamo escluso la stagnatura, perché non hai l'attrezzatura adatta;
  • abbiamo escluso pinze più "prestazionali", perché costano troppo;
  • non hai l'attrezzatura per crimpare;
  • le alette presenti sulle pinze non sono proprio il massimo per un'efficace crimpatura,
direi che un ulteriore punto di contatto tramite il foro presente non possa altro che giovare alla diminuzione della resistenza complessiva. Tuttavia, si ripropone il problema del collegamento: come intendi fissare il cavo sul bullone? L'ideale sarebbe utilizzare un robusto capicorda a occhiello, da crimpare sul cavo, ma hai già detto che non possiedi l'attrezzatura idonea. Allora potresti suddividere l'estremità del cavo in due tronconi uguali di circa 2 cm, intrecciarli singolarmente, piegarli in modo tale da formare un occhiello e stagnare il tutto (in questo caso, la stagnatura servirebbe per mantenere la forma dell'occhiello, che altrimenti si disferebbe una volta pressato dal bullone, con fuoriuscita di fili e filini). Effettuata la stagnatura, potresti rifinire con una lima la superficie di contatto, in modo da farla assomigliare il più possibile ad un occhiello piatto, ed aumentare così la superficie di contatto con la rondella del bullone.
Se vuoi, puoi anche aggiungere un collegamento elettrico fra i due bracci delle pinze (ne abbiamo parlato al post [55], argomento ripreso anche da Foto UtenteTITAN), visto che a questo punto "tutto fa brodo".
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.693 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[70] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 14 ago 2019, 16:49

In effetti, e se si potesse editare il 1^ post, metteri un "indice" degli argomenti trattati, visto che il thread è onnicomprensivo circa la batteria auto. Si è discusso anche sulla prevedibilità della vita restante di una batteria, ovvero stabilire lo SoH, fino al post#38 e poi ho chiesto consiglio sui cavi.

Franco012 ha scritto:a questo punto "tutto fa brodo".

Quello che ho pensato pure io, perciò l'avevo proposto :-) Per l'utilizzo dei fori mi ero ispirato a questa foto presa dal web
pinza bullone.jpg

Mi chiedo se questo tizio abbia fatto un buon lavoro o no, visto che l'idea comunque c'è.
A questo punto (cioè sulla base dei punti fatti sopra presenti da franco) direi che i 2 fori su ciascuna pinza si possano sfruttare al meglio così: si fa avanzare il rame per un bel po', cioè oltre il foro del manico corrispondente e fino a farlo arrivare all'altro foro, poi si comincia col fissarlo al 2^ foro, quello cioè più distante, poi si fissa al 1^ foro, infine si chiudono le alette. In tal modo credo si ottenga il beneficio del collegamento elettrico tra i manici ed aumentare la superficie di contatto. Funzionerebbe?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
62 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 255
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

PrecedenteProssimo

Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti